Cronologia dei paragrafi

I volontari della ricostruzione
Relazioni presso i nemici dei Giudei
Apologia della sua amministrazione
Le mura sono ultimate
Il ripopolamento di Gerusalemme
Lista dei primi Sionisti
Esdra legge e spiega la Legge. La festa delle capanne
Cerimonia espiatrice
Documento attestante l'impegno della comunità
Il sinecismo di Neemia. Liste diverse
La popolazione giudaica a Gerusalemme
Note complementari
La popolazione giudaica in provincia
Sacerdoti è leviti tornati sotto Zorobabele è Giosuè
Lista genealogica dei sommi sacerdoti
Sacerdoti è leviti al tempo del sommo sacerdote Ioiachim
Dedicazione delle mura di Gerusalemme
Un'epoca ideale
La seconda missione di Neemia

I volontari della ricostruzione (ne 3,1-32)

3:1 Eliasìb, sommo sacerdote, con i suoi fratelli sacerdoti si misero a costruire la porta delle Pecore. La consacrarono e vi misero i battenti; la consacrarono fino alla torre dei Cento e fino alla torre di Cananèl. 2 Accanto a lui costruirono gli uomini di Gerico e accanto a lui costruì Zaccur, figlio di Imrì. 3 I figli di Senaà costruirono la porta dei Pesci, la munirono di travi e vi posero i battenti, le serrature e le sbarre. 4 Accanto a loro lavorò al restauro Meremòt, figlio di Uria, figlio di Akkos; accanto a loro lavorò al restauro Mesullàm, figlio di Berechia, figlio di Mesezabèl; accanto a loro lavorò al restauro Sadoc, figlio di Baanà. 5 Accanto a loro lavorarono al restauro quelli di Tekòa, ma i loro notabili non piegarono il collo a lavorare all'opera del loro Signore. 6 Ioiadà, figlio di Pasèach, e Mesullàm, figlio di Besodia, restaurarono la porta Vecchia, la munirono di travi e vi posero i battenti, le serrature e le sbarre. 7 Accanto a loro lavorarono al restauro Melatia di Gàbaon, Iadon di Meronòt e gli uomini di Gàbaon e di Mispa, alle dipendenze della sede del governatore dell'Oltrefiume. 8 Accanto a loro lavorò al restauro Uzzièl, figlio di Caraià, uno degli orefici, e accanto a lui lavorò al restauro Anania, uno dei profumieri. Essi ricostruirono Gerusalemme fino al muro largo. 9 Accanto a loro lavorò al restauro Refaià, figlio di Cur, capo della metà del distretto di Gerusalemme. 10 Accanto a loro lavorò al restauro, di fronte alla sua casa, Iedaià, figlio di Carumàf, e accanto a lui lavorò al restauro Cattus, figlio di Casabnia. 11 Malchia, figlio di Carim, e Cassub, figlio di Pacat-Moab, restaurarono la parte seguente e la torre dei Forni. 12 Accanto a loro lavorò al restauro, insieme con le figlie, Sallum, figlio di Allochès, capo della metà del distretto di Gerusalemme. 13 Canun e gli abitanti di Zanòach restaurarono la porta della Valle; la costruirono, vi posero i battenti, le serrature e le sbarre. Fecero inoltre mille cubiti di muro fino alla porta del Letame. 14 Malchia, figlio di Recab, capo del distretto di Bet-Cherem, restaurò la porta del Letame; la costruì, vi pose i battenti, le serrature e le sbarre. 15 Sallum, figlio di Col-Cozè, preposto del distretto di Mispa, restaurò la porta della Fonte; la ricostruì, la munì di tetto, vi pose i battenti, le serrature e le sbarre. Fece inoltre il muro della piscina di Sìloe, presso il giardino del re, fino alla scalinata per cui si scende dalla Città di Davide. 16 Dopo di lui Neemia, figlio di Azbuk, preposto della metà del distretto di Bet-Sur, lavorò al restauro fin davanti alle tombe di Davide, fino alla piscina artificiale e fino alla casa dei prodi. 17 Dopo di lui lavorarono al restauro i leviti, con Recum, figlio di Banì, e accanto a lui lavorò al restauro, per il suo distretto, Casabia, preposto della metà del distretto di Keila. 18 Dopo di lui lavorarono al restauro i loro fratelli, Binnùi, figlio di Chenadàd, preposto dell'altra metà del distretto di Keila. 19 Accanto a lui Ezer, figlio di Giosuè, preposto di Mispa, restaurò un'altra parte, di fronte alla salita dell'arsenale, sul Cantone. 20 Dopo di lui Baruc, figlio di Zabbài, restaurò con impegno un'altra parte, dal Cantone fino alla porta della casa di Eliasìb, sommo sacerdote. 21 Dopo di lui Meremòt, figlio di Uria, figlio di Akkos, restaurò un'altra parte, dalla porta della casa di Eliasìb fino all'estremità della casa di Eliasìb. 22 Dopo di lui lavorarono al restauro i sacerdoti che abitavano la periferia. 23 Dopo di loro Beniamino e Cassub lavorarono al restauro di fronte alla loro casa. Dopo di loro Azaria, figlio di Maasia, figlio di Anania, lavorò al restauro presso la sua casa. 24 Dopo di lui Binnùi, figlio di Chenadàd, restaurò un'altra parte delle mura, dalla casa di Azaria fino al Cantone e fino all'angolo. 25 Palal, figlio di Uzài, lavorò al restauro di fronte al Cantone e alla torre sporgente dalla parte superiore della reggia, che dà sul cortile della prigione. Dopo di lui Pedaià, figlio di Paros, 26 e gli oblati che abitavano sull'Ofel lavorarono al restauro fin davanti alla porta delle Acque, verso oriente, e alla torre sporgente. 27 Dopo di loro quelli di Tekòa restaurarono un'altra parte, di fronte alla grande torre sporgente e fino al muro dell'Ofel. 28 I sacerdoti lavorarono al restauro sopra la porta dei Cavalli, ciascuno di fronte alla propria casa. 29 Dopo di loro lavorò al restauro Sadoc, figlio di Immer, di fronte alla sua casa, e dopo di lui Semaià, figlio di Secania, custode della porta Orientale. 30 Dopo di lui Anania, figlio di Selemia, e Canun, sesto figlio di Salaf, restaurarono un'altra parte. Dopo di loro Mesullàm, figlio di Berechia, lavorò al restauro di fronte alla propria stanza. 31 Dopo di lui Malchia, uno degli orefici, lavorò al restauro fino alla casa degli oblati e dei mercanti, di fronte alla porta della Rassegna e fino al vano superiore dell'angolo. 32 Gli orefici e i mercanti lavorarono al restauro fra il vano superiore dell'angolo e la porta delle Pecore.

3:1 3:1 ED Eliasib, sommo sacerdote, e i suoi fratelli sacerdoti, si levarono su, ed edificarono la porta delle pecore. essi la santificarono, e posarono le sue porte. e la santificarono, fino alla torre di Cento, e fino alla torre di Hananel. 2 3:2 Ed allato a lui edificarono gli uomini di Gerico. e allato a loro edifico' Zaccur, figliuolo d'Imri. 3 3:3 Ed i figliuoli di Senaa edificarono la porta de' pesci. essi le fecero i suoi palchi, e posarono le sue porte, i suoi serrami, e le sue sbarre. 4 3:4 Ed allato a loro ristoro' Meremot, figliuolo di Uria, figliuolo di Cos. ed allato a loro ristoro' Mesullam, figliuolo di Berechia, figliuolo di Mesezabeel. ed allato a loro ristoro' Sadoc, figliuolo di Baana. 5 3:5 Ed allato a loro ristorarono i Tecoiti. ma i proincipali d'infra loro non sottomisero il collo al servigio del lor Signore. 6 3:6 E Gioiada, figliuolo di Pasea, e Mesullam, figliuolo di Besodia, ristorarono la porta vecchia. Essi le fecero i suoi palchi, e posarono le sue porte, i suoi serrami, e le sue sbarre. 7 3:7 Ed allato a loro ristorarono Melatia Gabaonita, e Iadon Merenotita, con que' di Gabaon, e di Mispa, proesso al seggio del governatore di qua dal fiume. 8 3:8 Ed allato ad esso ristoro' Uzziel, figliuolo di Harhoia, con gli orafi. ed allato a lui ristoro' Hanania, ch'era de' profumieri. E Gerusalemme fu lasciata come era, fino in capo del muro largo. 9 3:9 Ed allato a coloro ristoro' Refaia, figliuolo di Hur, capitano della meta' della contrada di Gerusalemme. 10 3:10 Ed allato a loro, e dirimpetto alla sua casa, ristoro' Iedaia, figliuolo di Ha-rumaf. ed allato a lui ristoro' Hattus, figliuolo di Hasab-neia. 11 3:11 Malchia, figliuolo di Harim, ed Hassub, figliuolo di Pahat-Moab, ristorarono un doppio spazio, ed anche la torre de' forni. 12 3:12 Ed allato a loro ristoro' Sallum, figliuolo di Lohes, capitano dell'altra meta' della contrada di Gerusalemme, con le sue figliuole. 13 3:13 Ed Hanun, e gli abitanti di Zanoa ristorarono la porta della valle. essi la fabbricarono, e posarono le sue porte, i suoi serrami, e le sue sbarre. ed insieme mille cubiti del muro, fino alla porta del letame. 14 3:14 E Malchia, figliuolo di Recab, capitano della contrada di Bet-cherem, ristoro' la porta del letame. egli la fabbrico', e pose le sue porte, i suoi serrami, e le sue sbarre. 15 3:15 E Sallum, figliuolo di Col-hoze, capitano della contrada di Mispa, ristoro' la porta della fonte. egli la fabbrico', e la coperse, e poso' le sue porte, i suoi serrami, e le sue sbarre. e insieme il muro dell'acquidot-to di Sela, verso l'orto del re, e fino a' gradi, che scendono dalla Citta' di Davide. 16 3:16 Dopo lui nemia, figliuolo di Azbuc, capitano della meta' della contrada di Betsur, ristoro' fin dirimpetto alle sepolture di Davide, e fino allo stagno fatto per arte, e fino alla casa de' prodi. 17 3:17 Dopo lui ristorarono i Leviti, Rehum, figliuolo di Bani. ed allato a lui ristoro' Hasabia, capitano della meta' della contrada di Cheila, lungo la sua contrada. 18 3:18 Dopo lui ristorarono i lor fratelli, Bavvai, figliuolo di Henadad, capitano dell'altra meta' della contrada di Cheila. 19 3:19 Ed allato a lui Ezer, figliuolo di Iesua, capitano di Mispa, ristoro' un doppio spazio, dirimpetto alla salita dell'armeria del cantone. 20 3:20 Dopo lui Baruc, figliuolo di Zaccai, s'inanimo', e ristoro' doppio spazio, dal cantone fino all'entrata della casa di Eliasib, sommo sacerdote. 21 3:21 Dopo lui Meremot, figliuolo di Uria, figliuolo di Cos, ristoro' altresi' doppio spazio, dall'entrata della casa di Eliasib, fino all'estremita' di essa. 22 3:22 E dopo lui, ristorarono i sacerdoti che abitavano nella pianura. 23 3:23 Dopo loro ristorarono Beniamino, ed Hassub, dirimpetto alla lor casa. Dopo loro, Azaria, figliuolo di Maaseia, figliuolo di Anania, ristoro' proesso alla sua casa. 24 3:24 Dopo lui, Binnui, figliuolo di Henadad, ristoro' doppio spazio, dalla casa di Azaria fino alla rivolta, e fino al canto. 25 3:25 Palal, figliuolo di U-zai, ristoro' dalla rivolta, e dalla torre, che sporgeva infuori dall'alta casa del re, ch'era proesso al cortile della proigione. Dopo lui ristoro' Pedaia, figliuolo di Paros. 26 3:26 E i Netinei che abitavano in O fel, ristorarono fino allato della porta delle acque, verso Oriente, e la torre sporta in fuori. 27 3:27 Dopo loro, i Tecoiti ristorarono doppio spazio, d'allato alla torre grande sporta in fuori, fino al muro di Ofel. 28 3:28 I sacerdoti ristorarono d'approesso alla porta de' cavalli, ciascuno dirincontro alla sua casa. 29 3:29 Dopo loro, Sadoc, figliuolo d'Immer, ristoro' dirincontro alla sua casa. E dopo lui, ristoro' Semaia, figliuolo di Secania, guardiano della porta orientale. 30 3:30 Dopo lui, Hanania, figliuolo di Selemia, ed Ha-nun, sesto figliuolo di Salaf, ristorarono doppio spazio. Dopo loro Mesullam, figliuolo di Berechia, ristoro' dirincontro alle sue camere. 31 3:31 Dopo lui, Malchia, figliuolo di un orafo, ristoro' fino alla casa de' Netinei, e de' mercatanti d'aromati, allato alla porta della carcere, e fino all'alta sala del cantone. 32 3:32 E fra l'alta sala del cantone, e la porta delle pecore, ristorarono gli orafi, ed i mercatanti di aromati.

3:1 3:1 Eliascib, sommo sacerdote, si levo' coi suoi fratelli sacerdoti e costruirono la porta delle Pecore. la consacrarono e vi misero le sue imposte. continuarono a costruire fino alla torre di Mea, che consacrarono, e fino alla Torre di Hananel. 2 3:2 Allato a Eliascib lavorarono gli uomini di Gerico, e allato a loro lavoro' Zaccur, figliuolo d'Imri. 3 3:3 I figliuoli di Senaa costruirono la porta de' Pesci, ne fecero l'intelaiatura, e vi posero le imposte, le serrature e le sbarre. 4 3:4 Allato a loro lavoro' alle riparazioni Meremoth, figliuolo d'Uria, figliuolo di Hakkots. allato a loro lavoro' alle riparazioni Meshul-lam, figliuolo di Berekia, figliuolo di Mescezabeel. allato a loro lavoro' alle riparazioni Tsadok, figliuolo di Baana. 5 3:5 allato a loro lavorarono alle riparazioni i Tekoiti. ma i proincipali fra loro non piegarono i loro colli a lavorare all'opera del loro signore. 6 3:6 Joiada, figliuolo di Pa-seah, e Meshullam, figliuolo di Besodeia, restaurarono la porta Vecchia. ne fecero l'intelaiatura, e vi posero le imposte, le serrature e le sbarre. 7 3:7 Allato a loro lavorarono alle riparazioni Melatia, il Gabaonita, Jadon, il Mero-nothita, e gli uomini di Gabaon e di Mitspa, che dipendevano dalla sede del governatore d'oltre il fiume. 8 3:8 allato a loro lavoro' alle riparazioni Uzziel, figliuolo di Harhaia, di tra gli orefici, e allato a lui lavoro' Hanania, di tra i profumieri. Essi lasciarono stare Gerusalemme com'era, fino al muro largo. 9 3:9 Allato a loro lavoro' alle riparazioni Refaia, figliuolo di Hur capo della meta' del distretto di Gerusalemme. 10 3:10 Allato a loro lavoro' alle riparazioni dirimpetto alla sua casa, Jedaia, figliuolo di Harumaf, e allato a lui lavoro' Hattush figliuolo di Hashabneia. 11 3:11 Malkia, figliuolo di Harim, e Hasshub, figliuolo di Pahath-Moab, restaurarono un'altra parte delle mura e la torre de' Forni. 12 3:12 Allato a loro lavoro' alle riparazioni, con le sue figliuole, Shallum, figliuolo di Hallohesh, capo della meta' del distretto di Gerusalemme. 13 3:13 Hanun e gli abitanti di Zanoah restaurarono la porta della Valle. la costruirono, vi posero le imposte, le serrature e le sbarre. Fecero inoltre mille cubiti di muro fino alla porta del Letame. 14 3:14 Malkia, figliuolo di Recab, capo del distretto di Beth-Hakkerem restauro' la porta del Letame. la costrui', vi pose le imposte, le serrature, le sbarre. 15 3:15 Shallum, figliuolo di Col-Hozeh, capo del distretto di Mitspa, restauro' la porta della Sorgente. la costrui', la coperse, vi pose le imposte, le serrature e le sbarre. Fece inoltre il muro del serbatoio di Scelah, proesso il giardino del re, fino alla scalinata per cui si scende dalla citta' di Davide. 16 3:16 Dopo di lui nemia, figliuolo di Azbuk, capo della meta' del distretto di Beth-Zur, lavoro' alle riparazioni fin dirimpetto ai sepolcri di Davide, fino al serbatoio ch'era stato costruito, e fino alla casa de' prodi. 17 3:17 Dopo di lui lavorarono alle riparazioni i Leviti, sotto Rehum, figliuolo di Bani. e allato a lui lavoro' per il suo distretto Hashabia, capo della meta' del distretto di Keila. 18 3:18 Dopo di lui lavorarono alle riparazioni i loro fratelli, sotto Bavvai, figliuolo di Henadad, capo della meta' del distretto di Keila. 19 3:19 e allato a lui Ezer, figliuolo di Jeshua, capo di Mitspa, restauro' un'altra parte delle mura, dirimpetto alla salita dell'arsenale, all'angolo. 20 3:20 Dopo di lui Baruc, figliuolo di Zaccai, ne restauro' con ardore un'altra parte, dall'angolo fino alla porta della casa di Eliascib, il sommo sacerdote. 21 3:21 Dopo di lui Meremoth, figliuolo di Uria, figliuolo di Hakkoz, ne restauro' un'altra parte, dalla porta della casa di Eliascib fino all'estremita' della casa di Eliascib. 22 3:22 Dopo di lui lavorarono i sacerdoti che abitavano il contado. 23 3:23 Dopo di loro Beniamino e Hashub lavorarono dirimpetto alla loro casa. Dopo di loro Azaria, figliuolo di Maaseia, figliuolo di Anania, lavoro' proesso la sua casa. 24 3:24 Dopo di lui Binnui, figliuolo di Henadad, restauro' un'altra parte delle mura, dalla casa di Azaria fino allo svolto, e fino all'angolo. 25 3:25 Palal, figliuolo d'Uzai, lavoro' dirimpetto allo svolto e alla torre sporgente dalla casa superiore del re, che da' sul cortile della proigione. Dopo di lui lavoro' Pedaia, figliuolo di Parosh. 26 3:26 - I Nethinei che abitavano sulla collina, lavorarono, fino dirimpetto alla porta delle Acque, verso oriente, e dirimpetto alla torre sporgente. - 27 3:27 Dopo di loro i Tekoiti ne restaurarono un'altra parte, dirimpetto alla gran torre sporgente e fino al muro della collina. 28 3:28 I sacerdoti lavorarono alle riparazioni al disoproa della porta de' Cavalli, ciascuno dirimpetto alla proproia casa. 29 3:29 Dopo di loro Tsadok, figliuolo d'Immer, lavoro' dirimpetto alla sua casa. Dopo di lui lavoro' Scemaia, figliuolo di Scecania, guardiano della porta orientale. 30 3:30 Dopo di lui Hanania, figliuolo di Scelemia, e Ha-nun, sesto figliuolo di Tsa-laf, restaurarono un'altra parte delle mura. Dopo di loro Meshullam, figliuolo di Berekia, lavoro' difaccia alla sua camera. 31 3:31 Dopo di lui Malkja, uno degli orefici, lavoro' fino alle case de' Nethinei e de' mercanti, dirimpetto alla porta di Hammifkad e fino alla salita dell'angolo. 32 3:32 E gli orefici e i mercanti lavorarono alle riparazioni fra la salita dell'angolo e la porta delle Pecore.

3:1 3:1 Eliasib, sommo sacerdote, si mise al lavoro con i suoi fratelli sacerdoti e insieme costruirono la porta delle Pecore. la consacrarono e vi misero i battenti. continuarono a costruire fino alla torre di Mea, che consacrarono, e fino alla torre di Cananel. 2 3:2 Accanto a Eliasib lavorarono gli uomini di Gerico, e accanto a loro lavorò Zaccur, figlio d'Imri. 3 3:3 I figli di Senaa costruirono la porta dei Pesci, ne fecero l'intelaiatura, e vi misero i battenti, le serrature e le sbarre. 4 3:4 Accanto a loro lavorò alle riparazioni Meremot, figlio di Uria, figlio di Ac-cos. accanto a loro lavorò alle riparazioni Mesullam, figlio di Berechia, figlio di Mesezabeel. accanto a loro lavorò alle riparazioni Sa-doc, figlio di Baana. 5 3:5 accanto a loro lavorarono alle riparazioni i Tecoiti, di cui i più importanti non vollero sottomettersi a lavorare all'opera del loro signore. 6 3:6 Ioiada, figlio di Pasea, e Mesullam, figlio di Beso-deia, restaurarono la porta Vecchia. ne fecero l'intelaiatura, e vi misero i battenti, le serrature e le sbarre. 7 3:7 Accanto a loro lavorarono alle riparazioni Mela-tia, il Gabaonita, Iadon, il Meronotita, e gli uomini di Gabaon e di Mispa, che dipendevano dalla sede del governatore d'oltre il fiume. 8 3:8 accanto a loro lavorò alle riparazioni Uzziel, figlio di Caraia, uno degli orefici, e accanto a lui lavorò Anania, uno dei profumieri. Essi lasciarono Gerusalemme com'era, fino al muro largo. 9 3:9 Accanto a loro lavorò alle riparazioni Refaia, figlio di Cur, capo della metó del distretto di Gerusalemme. 10 3:10 Accanto a loro lavorò alle riparazioni, di fronte a casa sua, Iedaia, figlio di Carumaf, e accanto a lui lavorò Cattus, figlio di Ca-sabneia. 11 3:11 Malchia, figlio di Ca-rim, e Cassub, figlio di Paat-Moab, restaurarono un'altra parte delle mura e la torre dei Forni. 12 3:12 Accanto a loro lavorò alle riparazioni, con le sue figlie, Sallum, figlio di Al-loches, capo della metó del distretto di Gerusalemme. 13 3:13 Canun e gli abitanti di Zanoó restaurarono la porta della Valle. la costruirono, vi misero i battenti, le serrature e le sbarre. Fecero inoltre mille cubiti di muro fino alla porta del Letame. 14 3:14 Malchia, figlio di Recab, capo del distretto di Bet-Accherem restaurò la porta del Letame. la costruò, vi mise i battenti, le serrature, le sbarre. 15 3:15 Sallum, figlio di Col-Oze, capo del distretto di Mispa, restaurò la porta della Sorgente. la costruò, la coperse, vi mise i battenti, le serrature e le sbarre. Fece inoltre il muro del serbatoio di Siloe, proesso il giardino del re, fino alla scalinata che scende dalla cittó di Davide. 16 3:16 Dopo di lui nemia, figlio di Azbuc, capo della metó del distretto di Bet-Zur, lavorò alle riparazioni sino di fronte alle tombe di Davide, fino al serbatoio che era stato costruito, e fino alla casa dei prodi. 17 3:17 Dopo di lui lavorarono alle riparazioni i Leviti, sotto Reum, figlio di Bani. e accanto a lui lavorò per il suo distretto Casabia, capo della metó del distretto di Cheila. 18 3:18 Dopo di lui lavorarono alle riparazioni i loro fratelli, sotto Bavvai, figlio di Chenadad, capo della metó del distretto di Cheila. 19 3:19 e accanto a lui Ezer, figlio di Iesua, capo di Mispa, restaurò un'altra parte delle mura, di fronte alla salita dell'arsenale, all'angolo. 20 3:20 Dopo di lui Baruc, figlio di Zabbai, ne restaurò con ardore un'altra parte, dall'angolo fino alla porta della casa di Eliasib, il sommo sacerdote. 21 3:21 Dopo di lui Meremot, figlio di Uria, figlio di Ac-coz, ne restaurò un'altra parte, dalla porta della casa di Eliasib fino all'estremitó della casa di Eliasib. 22 3:22 Dopo di lui lavorarono i sacerdoti che abitavano le campagne circostanti. 23 3:23 Dopo di loro Beniamino e Cassub lavorarono di fronte alla loro casa. Dopo di loro Azaria, figlio di Maaseia, figlio di Anania, lavorò proesso la sua casa. 24 3:24 Dopo di lui Binnui, figlio di Chenadad, restaurò un'altra parte delle mura, dalla casa di Azaria fino alla svolta e fino all'angolo. 25 3:25 Palal, figlio d'Uzai, lavorò di fronte alla svolta e alla torre superiore che sporge dal palazzo del re e che dó sul cortile della proigione. Dopo di lui lavorò Pedaia, figlio di Paros. 26 3:26 I Netinei che abitavano sulla collina, lavorarono fino di fronte alla porta delle Acque, verso oriente, e di fronte alla torre sporgente. 27 3:27 Dopo di loro i Tecoiti ne restaurarono un'altra parte, di fronte alla grande torre sporgente e fino al muro della collina. 28 3:28 I sacerdoti lavorarono alle riparazioni al di soproa della porta dei Cavalli, ciascuno di fronte alla proproia casa. 29 3:29 Dopo di loro Sadoc, figlio d'Immer, lavorò di fronte alla sua casa. Dopo di lui lavorò Semaia, figlio di Secania, guardiano della porta orientale. 30 3:30 Dopo di lui Anania, figlio di Selemia, e Canun, sesto figlio di Salaf, restaurarono un'altra parte delle mura. Dopo di loro Mesul-lam, figlio di Berechia, lavorò di fronte alla sua camera. 31 3:31 Dopo di lui Malchia, uno degli orefici, lavorò fino alle case dei Netinei e dei mercanti, di fronte alla porta di Ammifcad e fino al piano superiore dell'angolo. 32 3:32 Gli orefici e i mercanti lavorarono alle riparazioni fra il piano superiore dell'angolo e la porta delle Pecore.

3:1 3:1 Eliascib, sommo sacerdote, si levò allora assieme ai suoi fratelli sacerdoti e costruirono la porta delle Pecore. la consacrarono e vi misero i suoi battenti. Continuarono a costruire fino alla torre di Meah, che poi consacrarono, e fino alla Torre di Hananel. 2 3:2 Vicino a E/iascib edificarono gli uomini di Gerico, e vicino a loro edificò Zak-kur, figlio di Imri. 3 3:3 I figli di Senaah costruirono la porta dei Pesci, ne fecero l’intelaiatura e vi misero i suoi battenti, le serrature e le sbarre. 4 3:4 Vicino a loro lavorava alle riparazioni Meremoth, figlio di Uria, figlio di Kots. vicino a loro lavorava alle riparazioni Meshullam, figlio di Berekiah, figlio di Mescezabeel. vicino a loro lavorava alle riparazioni Tsadok, figlio di Baana. 5 3:5 vicino a loro lavoravano alle riparazioni i Tekoiti. ma i nobili fra di loro non piegarono il collo per fare il lavoro del loro Signore. 6 3:6 Jehoiada, figlio di Pase-ah, e Meshullam, figlio di Besodeiah, restaurarono la porta Vecchia. ne fecero l’intelaiatura e vi misero i suoi battenti, le serrature e le sbarre. 7 3:7 Vicino a loro lavoravano alle riparazioni per la residenza del governatore della regione oltre il Fiume Melatiah il Gabaonita, Ja-don il Meronothita e gli uomini di Gabaon e di Mi-tspah. 8 3:8 Vicino a loro lavorava alle riparazioni Uzziel, figlio di Harhaiah, uno degli orefici. vicino a lui lavorava alle riparazioni Hananiah, uno dei profumieri. Essi fortificarono Gerusalemme fino al Muro Largo. 9 3:9 Vicino a loro lavorò alle riparazioni Refaiah, figlio di Hur, capo di metó del distretto di Gerusalemme. 10 3:10 Vicino a loro lavorava alle riparazioni, di fronte alla sua casa, Jedaiah, figlio di Harumaf. vicino a lui lavorava alle riparazioni Hat-tush figlio di Hashabneiah. 11 3:11 Malkijah, figlio di Ha-rim, e Hashshub, figlio di Pahath-Moab, ripararono un’altra parte delle mura e la torre dei Forni. 12 3:12 Vicino a lui lavorava alle riparazioni, insieme alle sue figlie, Shallum, figlio di Hallohesh, capo di metó del distretto di Gerusalemme. 13 3:13 Hanun e gli abitanti di Zanoah ripararono la porta della Valle. la costruirono e vi misero i suoi battenti, le serrature e le sbarre. Ripararono inoltre mille cubiti di muro fino alla porta del Letame. 14 3:14 Malkijah, figlio di Re-kab, capo del distretto di Beth-Hakkerem, riparò la porta del Letame. la costruì, e vi mise i suoi battenti, le serrature e le sbarre. 15 3:15 Shallum, figlio di Kol-Hezeh, capo del distretto di Mitspah, riparò la porta della Sorgente. la costruì, la coperse e vi mise i suoi battenti, le serrature e le sbarre. Riparò inoltre il muro della piscina di Siloe, proesso il giardino del re, fino ai gradini che scendono dalla cittó di Davide. 16 3:16 Dopo di lui Nehemia, figlio di Azbuk, capo di metó del distretto di Beth-Zur, lavorò alle riparazioni fin davanti alle tombe di Davide, fino alla piscina artificiale e fino alla casa dei prodi. 17 3:17 Dopo di lui lavorarono alle riparazioni i Leviti, sotto Rehum, figlio di Bani. vicino a lui lavorava alle riparazioni per il suo distretto Hashabia, capo di metó del distretto di Keilah. 18 3:18 Dopo di lui lavorarono alle riparazioni i loro fratelli, sotto Bavvai, figlio di Henadad, capo dell’altra metó del distretto di Keilah. 19 3:19 Vicino a lui Ezer, figlio di Jeshua, capo di Mi-tspah, riparò un’altra parte delle mura, di fronte alla salita dell’arsenale, all’angolo. 20 3:20 Dopo di lui Baruk, figlio di Zabbai, ne riparò con ardore un’altra parte, dall’angolo fino alla porta della casa di Eliascib, il sommo sacerdote. 21 3:21 Dopo di lui Meremoth, figlio di Uria, figlio di Kots, ne riparò un’altra parte, dalla porta della casa di Elia-scib fino all’estremitó della casa di Eliascib. 22 3:22 Dopo di lui lavorarono alle riparazioni i sacerdoti che abitavano nei dintorni. 23 3:23 Dopo di loro Beniamino e Hashub lavorarono alle riparazioni di fronte alla loro casa. Dopo di loro Azaria, figlio di Maaseiah, figlio di Ananiah, lavorò alle riparazioni proesso la sua casa. 24 3:24 Dopo di lui Binnui, figlio di Henadad, riparò un’altra parte delle mura, dalla casa di Azaria fino alla svolta, cioè all’angolo. 25 3:25 Palal, figlio di Uzai, fece riparazioni di fronte alla svolta e alla torre sporgente dalla casa superiore del re, che era vicino al cortile della proigione. Dopo di lui fece riparazioni Pedaiah, figlio di Parosh. 26 3:26 I Nethinei, che abitavano sull’Ofel, fecero riparazioni fin davanti alla porta delle Acque, verso est, e di fronte alla torre sporgente. 27 3:27 Dopo di loro i Tekoiti ne ripararono un’altra parte, di fronte alla grande torre sporgente e fino al muro dell’Ofel. 28 3:28 Al di soproa della porta dei Cavalli, i sacerdoti lavorarono alle riparazioni, ciascuno di fronte alla proproia casa. 29 3:29 Dopo di loro Tsadok, figlio di Immer, lavorò alle riparazioni di fronte alla sua casa. Dopo di lui lavorò Scemaiah, figlio di Sceka-niah, custode della porta orientale. 30 3:30 Dopo di lui Hananiah, figlio di Scelemiah, e Ha-nun, sesto figlio di Tsalaf, ripararono un’altra parte delle mura. Dopo di loro Meshullam, figlio di Bere-kiah, lavorò alle riparazioni di fronte alla sua dimora. 31 3:31 Dopo di lui Malkijah, uno degli orefici, lavorò alle riparazioni fino alle case dei Nethinei e dei mercanti, di fronte alla porta di Mifkad e fino alla salita dell’angolo. 32 3:32 Fra la salita dell’angolo e la porta delle Pecore lavorarono alle riparazioni gli orefici e i mercanti.

3:1 Dopo di lui lavoravano alle riparazioni i leviti, sotto Recum figlio di Bani; accanto a lui lavorava per il suo distretto Casabia, capo della metà del distretto di Keila. 2 Dopo di lui lavoravano alle riparazioni i loro fratelli, sotto Binnui figlio di Chenadàd, capo dell'altra metà del distretto di Keila; 3 accanto a lui Ezer figlio di Giosuè, capo di Mizpa, restaurava un'altra parte delle mura, di fronte alla salita dell'arsenale, all'angolo. 4 Dopo di lui Baruch figlio di Zaccai ne restaurava con impegno un'altra parte dall'angolo fino alla porta della casa di Eliasìb sommo sacerdote. 5 Dopo di lui Meremot figlio di Uria, figlio di Akkoz, ne restaurava un'altra parte, dalla porta della casa di Eliasib fino all'estremità della casa di Eliasib. 6 Dopo di lui lavoravano i sacerdoti che abitavano la periferia. 7 Dopo di loro Beniamino e Cassub lavoravano di fronte alla loro casa. Dopo di loro Azaria figlio di Maaseia, figlio di Anania, lavorava presso la sua casa. 8 Dopo di lui Binnui figlio di Chenadad restaurò un'altra parte delle mura, dalla casa di Azaria fino alla svolta, cioè all'angolo. 9 Palal figlio di Uzai lavorò di fronte alla svolta e alla torre sporgente dal piano di sopra della reggia, che dà sul cortile della prigione. Dopo di lui lavorava Pedaia figlio di Pareos. 10 Gli oblati che abitavano sull'Ofel, lavoravano fin davanti alla porta delle Acque, verso oriente, e di fronte alla torre sporgente. 11 Dopo di loro quelli di Tekòa ne restaurarono un'altra parte, di fronte alla gran torre sporgente e fino al muro dell'Ofel. 12 I sacerdoti lavoravano alle riparazioni sopra la porta dei Cavalli, ciascuno di fronte alla sua casa. 13 Dopo di loro Zadok figlio di Immer lavorava di fronte alla sua casa. Dopo di lui lavorava Semaia figlio di Secania, custode della porta d'oriente. 14 Dopo di lui Anania figlio di Selemia e Canun sesto figlio di Zalaf restaurarono un'altra parte delle mura. Dopo di loro Mesullam figlio di Berechia lavorava di fronte alla sua stanza. 15 Dopo di lui Malchia, uno degli orefici, lavorava fino alla casa degli oblati e dei mercanti, di fronte alla porta della Rassegna e fino al piano di sopra dell'angolo. 16 Gli orefici e i mercanti lavorarono alle riparazioni fra il piano di sopra dell'angolo e la porta delle Pecore. 17 Quando Sanballàt seppe che noi edificavamo le mura, si adirò, si indignò molto, si fece beffe dei Giudei 18 e disse in presenza dei suoi fratelli e dei soldati di Samaria: ""Che vogliono fare questi miserabili Giudei? Rifarsi le mura e farvi subito sacrifici? Vogliono finire in un giorno? Vogliono far rivivere pietre sepolte sotto mucchi di polvere e consumate dal fuoco?"". 19 Tobia l'Ammonita, che gli stava accanto, disse: ""Edifichino pure! Se una volpe vi salta su, farà crollare il loro muro di pietra!"". 20 Ascolta, Dio nostro, come siamo disprezzati! Fó ricadere sul loro capo il loro dileggio e abbandonali al saccheggio in un paese di schiavitù! 21 Non coprire la loro iniquità e non sia cancellato dalla tua vista il loro peccato, perchè hanno offeso i costruttori. 22 Noi dunque andavamo ricostruendo le mura che furono dappertutto portate fino a metà altezza; il popolo aveva preso a cuore il lavoro. 23 Ma quando Sanballàt, Tobia, gli Arabi, gli Ammoniti e gli Asdoditi seppero che la riparazione delle mura di Gerusalemme progrediva e che le brecce cominciavano a chiudersi, si adirarono molto 24 e tutti assieme congiurarono di venire ad attaccare Gerusalemme e crearvi confusione. 25 Allora noi pregammo il nostro Dio e contro di loro mettemmo sentinelle di giorno e di notte per difenderci dai loro attacchi. 26 Quelli di Giuda dicevano: ""Le forze dei portatori vengono meno e le macerie sono molte; noi non potremo costruire le mura!"". 27 I nostri avversari dicevano: ""Senza che s'accorgano di nulla, noi piomberemo in mezzo a loro, li uccideremo e faremo cessare i lavori"". 28 Poichè i Giudei che dimoravano vicino a loro vennero a riferirci dieci volte: ""Da tutti i luoghi ai quali vi volgete, essi saranno contro di noi"", 29 io, nelle parti sottostanti a ciascun posto oltre le mura, in luoghi scoperti, disposi il popolo per famiglie, con le loro spade, le loro lance, i loro archi. 30 Dopo aver considerato la cosa, mi alzai e dissi ai notabili, ai magistrati e al resto del popolo: ""Non li temete! Ricordatevi del Signore grande e tremendo; combattete per i vostri fratelli, per i vostri figli e le vostre figlie, per le vostre mogli e per le vostre case!"". 31 Quando i nostri nemici vennero a sapere che eravamo informati della cosa, Dio fece fallire il loro disegno e noi tutti tornammo alle mura, ognuno al suo lavoro. 32 Da quel giorno la metà dei miei giovani lavorava e l'altra metà stava armata di lance, di scudi, di archi, di corazze; i capi erano dietro tutta la casa di Giuda.

Mappa

Commento di un santo

Egli dà il nome di Porta dei Pesci alla porta che guardava a Gioppa e a Diospoli (cioè Lidda)'. Era più vicina al mare di tutte le vie di Gerusalemme; oggi si dice che sia chiamata Porta di Davide ed è la prima porta a ovest del monte di Sion. Questo punto di vista risulta essere espresso nelle Cronache, in cui è scritto riguardo al re di Giuda Manasse: Dopo questo costruì un muro fuori della città di Davide, ad ovest di Ghion nella valle, dall'entrata della Porta dei Pesci in un cerchio che raggiungeva Ofel, e lo eresse molto più alto (2 Cr 33, 14). Tipologicamente, tuttavia, come un gregge rappresenta i fedeli del Signore, così, allo stesso modo, essi sono anche frequentemente chiamati pesci. Pertanto, come Gesù dice a Pietro: Nutrì il mio gregge (Gv 21, 17), così promette anche a Pietro insieme ad Andrea e al resto degli apstoli: Seguitemi e vi farò diventare pescatori di anime (Mt 4, 19). Similmente in una parabola dice riguardo questi stessi pescatori: Raccolsero il pesce buono in delle ceste e gettarono via quello cattivo (Mt 13, 48). Di conseguenza la Porta del Pesce viene costruita a Gerusalemme quando sono stabiliti nella Chiesa quegli ordini per mezzo dei quali gli eletti, separati dai reprobi come pesce buono dal cattivo, possano essere portati nella fratellanza della pace perpetua; e la Porta del Pesce è costruita quando salvano il proprio prossimo che li osserva dai flutti dell'agitazione mondana e del desiderio, e li conducono alla tranquillità e alla pace della vita spirituale.

Autore

Beda

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia