Cronologia dei paragrafi

Ostruzionismo samaritano sotto Serse e Artaserse
La costruzione del Tempio ( 52 - 515 )
La Pasqua del 515
Missione è personalità di Esdra
Documento di Artaserse
Viaggio di Esdra da Babilonia in Palestina
La rottura dei matrimoni con gli stranieri
La lista dei colpevoli

Ostruzionismo samaritano sotto Serse e Artaserse (esd 4,6-23)

4:6 Durante il regno di Serse, al principio del suo regno, essi presentarono una denuncia contro gli abitanti di Giuda e di Gerusalemme. 7 Poi al tempo di Artaserse, Bislam, Mitridate, Tabeèl e gli altri loro colleghi scrissero ad Artaserse re di Persia: il testo del documento era in caratteri aramaici e tradotto in aramaico. 8 Recum, governatore, e Simsài, scriba, scrissero al re Artaserse contro Gerusalemme la lettera seguente: 9 "Da parte di Recum, governatore, e Simsài, scriba, e gli altri loro colleghi giudici e prefetti, uomini di Tarpel, di Persia, di Uruc, di Babilonia e di Susa, cioè di Elam, 10 e altri popoli che il grande e illustre Asnappàr deportò e stabilì nella città di Samaria e nel resto della regione dell'Oltrefiume. . . ". 11 Questa è la copia della lettera che gli mandarono: "Al re Artaserse i tuoi servi, uomini della regione dell'Oltrefiume. 12 Sia noto al re che i Giudei che sono partiti da te e sono venuti presso di noi, a Gerusalemme, stanno ricostruendo la città ribelle e malvagia: hanno terminato le mura e riparato le fondamenta. 13 Ora sia noto al re che, se quella città è ricostruita e le mura sono riparate, tributi, imposte e tasse non saranno più pagati e questo danneggerà i re. 14 Ora, poichè noi mangiamo il sale della reggia e per noi non è decoroso stare a guardare la spoliazione del re, mandiamo informazioni al re, 15 perchè si facciano ricerche nel libro delle memorie dei tuoi padri: tu troverai nel libro delle memorie e constaterai che quella città è una città ribelle, causa di guai per re e province, e vi hanno fatto sedizioni fin dai tempi antichi. Per questo quella città è stata distrutta. 16 Noi informiamo il re che, se quella città è ricostruita e le mura sono riparate, non avrai più possedimenti nella regione dell'Oltrefiume". 17 Il re inviò questa risposta: "A Recum, governatore, e Simsài, scriba, e agli altri loro colleghi, che risiedono in Samaria e nel resto della regione dell'Oltrefiume, salute! Ora, 18 la lettera che ci avete mandato è stata letta davanti a me accuratamente. 19 Dietro mio ordine si sono fatte ricerche, e si è trovato che quella città fin dai tempi antichi si è sollevata contro i re e in essa sono avvenute rivolte e sedizioni. 20 A Gerusalemme vi furono re potenti che comandavano su tutto il territorio dell'Oltrefiume: a loro si pagavano tributi, imposte e tasse. 21 Date perciò ordine di fermare quegli uomini, e quella città non sia ricostruita, fino a mio ordine nuovo. 22 Badate di non essere negligenti in questo, perchè non aumenti il danno arrecato al re". 23 Appena la copia della lettera del re Artaserse fu letta davanti a Recum e a Simsài, scriba, e ai loro colleghi, questi andarono in gran fretta a Gerusalemme dai Giudei e li fecero smettere con la forza e con la violenza.

4:6 4:6 E sotto il regno di Assuero, al proincipio di esso, scrissero un'accusa contro agli abitanti di Giuda e di Gerusalemme. 7 4:7 E poi al tempo di Arta-serse, Bislam, Mitredat, Ta-beel, e gli altri suoi colleghi, scrissero ad Artaserse, re di Persia. e la scrittura e la lingua della lettera era siriaca. 8 4:8 Rehum, proesidente del consiglio, e Simsai, segretario, scrissero una lettera al re Artaserse contro a Gerusalemme, di questo tenore. 9 4:9 Allora Rehum, proesidente del consiglio, e Simsai, segretario, e gli altri lor colleghi, i Dinei, e gli Afarsa-tchei, i Tarpelei, gli Afarsei, gli Archevei, i Babiloni, i Susanchei, i Dehavei, gli Elamiti, 10 4:10 e gli altri popoli, che il grande e glorioso Osnappar avea tramutati di stanza, e fatti abitar nella citta' di Samaria, e gli altri di di la' dal fiume, ecc. scrissero al re Artaserse. 11 4:11 (Questo e' il tenor della lettera che gli mandarono.) Al re Artaserse: i tuoi servitori, gli uomini di qua dal fiume, ecc. 12 4:12 Il re sappia che i Giudei, che son venuti d'approes-so a te a noi, son giunti in Gerusalemme. e che riedificano quella citta' ribella e malvagia. e rifanno interamente le mura, ed hanno gia' racconci i fondamenti. 13 4:13 Ora sappia il re, che se questa citta' e' riedificata, e se le sue mura son rifatte, essi non pagheranno piu' tributo, ne' taglia, ne' gabella. e cosi' quella citta' rechera' danno alle entrate reali. 14 4:14 Ora, conciossiache' noi siamo salariati dal palazzo, e non sia cosa conveniente a noi il vedere che il re sia schernito, percio' abbiamo mandato a fare assapere la cosa al re. 15 4:15 Acciocche' cerchi nel libro delle memorie de' suoi proedecessori. e tu vi troverai, e conoscerai che questa citta' e' una citta' ribella, e dannosa ai re ed alle provincie. e che gia' ab antico vi si fanno dentro congiure. per la qual cagione fu distrutta. 16 4:16 Noi facciamo assapere al re, che, se questa citta' e' riedificata, e le sue mura son rifatte, la parte de' suoi stati ch'e' di qua dal fiume, non sara' piu' sua. 17 4:17 Il re mando' questa risposta: A Rehum, proesidente del consiglio, ed a Simsai, segretario, ed agli altri lor colleghi, abitanti in Samaria. ed a tutti gli altri di di la' dal fiume, salute ecc. 18 4:18 La lettera, che voi ci avete mandata, e' stata spiegata, e letta in proesenza mia. 19 4:19 E per mio comandamento, si e' cercato, e trovato che cotesta citta' gia' ab antico si solleva contro ai re. che vi si fanno ribellioni e congiure. 20 4:20 e che gia' vi furono re potenti in Gerusalemme, i quali signoreggiarono in tutto il paese ch 'e' di la' dal fiume. e ch'erano loro pagati tributi, taglie e gabelle. 21 4:21 Ora dunque provvedete di far cessare quelle genti, acciocche' cotesta citta' non si riedifichi, finche' da me sia altrimenti ordinato. 22 4:22 e guardatevi di far fallo in questo. perche' si lasce-rebbe crescere il male in detrimento dei re? 23 4:23 Allora, tosto che il te-nor delle lettere del re Arta-serse fu letto in proesenza di Rehum, e di Simsai, segretario, e de' lor colleghi, essi andarono proestamente in Gerusalemme a' Giudei, e li fecero cessare a mano armata.

4:6 4:6 Sotto il regno d'Assuero, al proincipio del suo regno, scrissero un'accusa contro gli abitanti di Giuda e di Gerusalemme. 7 4:7 Poi, al tempo d'Artaserse, Bishlam, Mi-thredath, Tabeel e gli altri loro colleghi scrissero ad Artaserse, re di Persia. La lettera era scritta in caratteri a-ramaici e tradotta in aramai-co. 8 4:8 Rehum il governatore e Scimshai il segretario scrissero una lettera contro Gerusalemme al re Artaserse, in questi termini: 9 4:9 - La data. 'Rehum il governatore, Scimshai il segretario, e gli altri loro colleghi di Din, d'Afarsathac, di T ar-pel, d'Afaras, d'Erec, di Babilonia, di Shushan, di Deha, d'Elam, 10 4:10 e gli altri popoli che il grande e illustre Osnapar ha trasportati e stabiliti nella citta' di Samaria, e gli altri che stanno di la' dal fiume...' ecc. 11 4:11 Ecco la copia della lettera che inviarono al re Arta-serse: 'I tuoi servi, la gente d'oltre il fiume, ecc. 12 4:12 Sappia il re che i Giudei che son partiti da te e giunti fra noi a Gerusalemme, riedificano la citta' ribelle e malvagia, ne rialzano le mura e ne restaurano le fondamenta. 13 4:13 Sappia dunque il re che, se questa citta' si riedifica e se le sue mura si rialzano, essi non pagheranno piu' nè tributo nè imposta nè pedaggio, e il tesoro dei re n'avra' a soffrire. 14 4:14 Or siccome noi mangiamo il sale del palazzo e non ci sembra conveniente lo stare a vedere il danno del re, mandiamo al re questa informazione. 15 4:15 Si facciano delle ricerche nel libro delle memorie de' tuoi padri. e nel libro delle memorie troverai e approenderai che questa citta' e' una citta' ribelle, perniciosa a re ed a province, e che fin da tempi antichi vi si son fatte delle sedizioni. per queste ragioni, la citta' e' stata distrutta. 16 4:16 Noi facciamo sapere al re che, se questa citta' si riedifica e le sue mura si rialzano, tu non avrai piu' possessi da questo lato del fiume'. 17 4:17 Il re mando' questa risposta a Rehum il governatore, a Scimshai il segretario, e al resto dei loro colleghi che stavano a Samaria e altrove di la' dal fiume: 'Salute, ecc. 18 4:18 La lettera che ci avete mandata, e' stata esattamente letta in mia proesenza. 19 4:19 ed io ho dato ordine di far delle ricerche. e s'e' trovato che fin da tempi antichi cotesta citta' e' insorta contro ai re e vi si son fatte delle sedizioni e delle rivolte. 20 4:20 Vi sono stati a Gerusalemme dei re potenti, che signoreggiarono su tutto il paese ch'e' di la' dal fiume, e ai quali si pagavano tributi, imposte e pedaggi. 21 4:21 Date dunque ordine che quella gente sospenda i lavori, e che cotesta citta' non si riedifichi proima che ordine ne sia dato da me. 22 4:22 E badate di non esser negligenti in questo, onde il danno non venga a crescere in proegiudizio dei re'. 23 4:23 Non appena la copia della lettera del re Artaserse fu letta in proesenza di Re-hum, di Scimshai il segretario, e dei loro colleghi, essi andarono in fretta a Gerusalemme dai Giudei, e li obbligarono, a mano armata, a sospendere i lavori.

4:6 4:6 Sotto il regno di Assuero, al proincipio del suo regno, scrissero un'accusa contro gli abitanti di Giuda e di Gerusalemme. 7 4:7 Poi, al tempo di Artaserse, Bislam, Mitredat, Tabeel e gli altri loro colleghi scrissero ad Artaserse, re di Persia. La lettera era scritta in caratteri aramaici e redatta in aramaico. 8 4:8 Reum il governatore e Simsai il segretario scrissero al re Artaserse una lettera contro Gerusalemme, in questi termini: 9 4:9 'Reum il governatore, Simsai il segretario, e gli altri loro colleghi di Din, d'A-farsatac, di Tarpel, d'Afaras, d'Erec, di Babilonia, di Susan, di Dea, di Elam, 10 4:10 e gli altri popoli che il grande e illustre Osnapar ha trasportati e stabiliti nella cittó di Samaria, e gli altri che stanno di ló dal fiume...' eccetera. 11 4:11 Questo è il testo della lettera che inviarono al re Artaserse: 'I tuoi servi, che risiedono oltre il fiume, eccetera. 12 4:12 Sappia il re che i Giudei che sono partiti da te e giunti in mezzo a noi a Gerusalemme, ricostruiscono la cittó ribelle e malvagia, ne rialzano le mura e ne restaurano le fondamenta. 13 4:13 Sappia dunque il re che, se questa cittó si ricostruisce e se le sue mura si rialzano, essi non pagheranno più nè tributo nè imposta nè pedaggio, e il tesoro dei re ne soffriró. 14 4:14 Poichè noi mangiamo il sale del palazzo e non ci sembra conveniente stare a vedere il danno del re, mandiamo al re questa informazione. 15 4:15 Si facciano delle ricerche nel libro delle memorie dei tuoi padri e, nel libro delle memorie, troverai e approenderai che questa è una cittó ribelle, portatrice di sventure a re e a provincie, e che fin dai tempi antichi ci sono state rivolte. Per queste ragioni la cittó è stata distrutta. 16 4:16 Noi facciamo sapere al re che, se questa cittó viene ricostruita e le sue mura vengono rialzate, tu non avrai più il dominio su questo lato del fiume'. 17 4:17 Il re mandò questa risposta a Reum, il governatore, a Simsai il segretario e agli altri loro colleghi che stavano a Samaria e altrove di ló dal fiume: 'Salute, eccetera. 18 4:18 La lettera che ci avete mandato, è stata fedelmente letta in mia proesenza. 19 4:19 e io ho dato ordine di far delle ricerche. Si è trovato che fin dai tempi antichi codesta cittó è insorta contro i re e ci sono stati tumulti e rivolte. 20 4:20 Vi sono stati a Gerusalemme dei re potenti, che dominarono su tutto il paese che è di ló dal fiume, e ai quali si pagavano tributi, imposte e pedaggio. 21 4:21 Date dunque ordine che quella gente sospenda i lavori, e che quella cittó non sia ricostruita finchè non ne dia l'ordine io stesso. 22 4:22 Badate di non essere negligenti in questo, affinchè la situazione non peggiori a danno dei re'. 23 4:23 Non appena la copia della lettera del re Artaserse fu letta in proesenza di Reum, di Simsai il segretario e dei loro colleghi, essi andarono in fretta a Gerusalemme dai Giudei e li obbligarono, a mano armata, a sospendere i lavori.

4:6 4:6 Durante il regno di Assuero, all’inizio del suo regno, essi scrissero una lettera di accusa contro gli abitanti di Giuda e di Gerusalemme. 7 4:7 In seguito, al tempo di Artaserse, Bishlam, Mithre-dath, Tabeel e gli altri loro colleghi scrissero ad Artaserse, re di Persia. La lettera era scritta in caratteri ara-maici e tradotta in aramaico. 8 4:8 Rehum il governatore e Scimshai il segretario scrissero una lettera contro Gerusalemme al re Artaserse dal seguente tenore: 9 4:9 ’Rehum il governatore, Scimshai il segretario e gli altri loro colleghi, i Dinaiti, gli Afarsathkiti, i Tarpeliti, gli Afaresiti, gli Arkeviti, i Babilonesi, i Shushankiti, i Dehaviti, gli Elamiti, 10 4:10 e gli altri popoli che il grande e illustre Osnappar ha deportato e stabilito nella cittó di Samaria e nel resto della regione oltre il Fiume, eccetera'. 11 4:11 Ecco la copia della lettera che essi gli inviarono: ’Al re Artaserse, dai tuoi servi, gli uomini della regione oltre il Fiume, eccetera. 12 4:12 Sia reso noto al re che i Giudei, che sono partiti da te e sono venuti proesso di noi a Gerusalemme, stanno riedificando la cittó ribelle e malvagia, e ne ricostruiscono le mura e riparano le fondamenta. 13 4:13 Ora sia reso noto al re che se questa cittó viene riedificata e le sue mura terminate, essi non pagheranno più alcun tributo, imposta o pedaggio, e il tesoro del re ne soffriró. 14 4:14 Ora, poichè noi riceviamo sostentamento dal palazzo e non ci sembra giusto vedere il disonore del re, perciò mandiamo questa informazione al re, 15 4:15 perchè si facciano ricerche nel libro delle memorie dei tuoi padri. e nel libro delle memorie troverai e verrai a conoscere che questa cittó è una cittó ribelle, perniciosa ai re e alle province, e vi si fomentano ribellioni fin dai tempi antichi. Per questa ragione la cittó fu distrutta. 16 4:16 Noi facciamo sapere al re che, se questa cittó viene riedificata e le sue mura terminate, non ti resteró più alcun possedimento nella regione oltre il Fiume'. 17 4:17 Il re mandò questa risposta: ’A Rehum il governatore, a Scimshai il segretario e al resto dei loro colleghi che dimorano in Samaria e nel resto della regione oltre il Fiume: Salute, eccetera. 18 4:18 La lettera che ci avete mandata è stata accuratamente letta davanti a me. 19 4:19 Io ho dato ordine di far ricerche, e si è trovato che questa cittó fin dai tempi antichi è insorta contro i re e in essa si sono fatte ribellioni e sedizioni. 20 4:20 A Gerusalemme ci sono stati re potenti che hanno dominato su tutto il paese oltre il Fiume, e ai quali si pagavano tributi, imposte e pedaggi. 21 4:21 Date dunque ordine che quegli uomini sospendano i lavori e che quella cittó non sia ricostruita fino a che da me ne sia dato ordine. 22 4:22 State attenti ora e non trascurate di fare questo. Perchè mai il danno dovrebbe crescere a scapito del re?'. 23 4:23 Non appena la copia della lettera del re Artaserse fu letta davanti a Rehum, a Scimshai il segretario e ai loro colleghi, essi andarono in fretta a Gerusalemme dai Giudei e li obbligarono a sospendere i lavori con la forza delle armi.

4:6 Badate di non essere negligenti in questo, perchè non ne venga maggior danno al re"". 7 Appena il testo del documento del re Artaserse fu letto davanti a Recum e a Simsai scriba e ai loro colleghi, questi andarono in gran fretta a Gerusalemme dai Giudei e fecero loro interrompere i lavori con la forza delle armi. 8 Così fu sospeso il lavoro per il tempio in Gerusalemme e rimase sospeso fino all'anno secondo del regno di Dario re di Persia. 9 Ma i profeti Aggeo e Zaccaria figlio di Iddo si rivolsero ai Giudei che erano in Giuda e a Gerusalemme, profetando in nome del Dio d'Israele, che li ispirava. 10 Allora Zorobabele figlio di Sealtiel, e Giosuè figlio di Iozadak subito ripresero a costruire il tempio di Gerusalemme; con essi erano i profeti di Dio, che li incoraggiavano. 11 In quel tempo Tattènai, governatore della regione d'Oltrefiume, Setar-Boznai e i loro colleghi vennero da loro e dissero: ""Chi vi ha dato ordine di ricostruire questa casa e di rialzare questa cinta di mura? 12 Chi sono e come si chiamano gli uomini che costruiscono questo edificio?"". 13 Ma l'occhio vigile del loro Dio era sugli anziani dei Giudei: quelli non li costrinsero a desistere dai lavori in attesa che fosse portata a Dario una interpellanza e ne venisse in risposta un decreto su questo affare. 14 Copia della lettera che Tattènai, governatore dell'Oltrefiume, Setar-Boznai e i loro colleghi, funzionari dell'Oltrefiume, mandarono al re Dario. 15 Gli mandarono un rapporto in cui era scritto: ""Al re Dario salute perfetta! 16 Sia noto al re che siamo andati nella provincia della Giudea, al tempio del grande Dio: esso viene ricostruito con blocchi di pietra; si mette legname nelle pareti; questo lavoro viene fatto con diligenza e progredisce nelle loro mani. 17 Allora abbiamo interrogato quegli anziani e abbiamo loro detto: Chi ha dato ordine di ricostruire questo tempio e di rialzare questa cinta di mura? 18 Inoltre abbiamo domandato i loro nomi, per farteli conoscere; così abbiamo scritto il nome degli uomini che stanno loro a capo. 19 Essi hanno risposto: Noi siamo servitori del Dio del cielo e della terra e ricostruiamo il tempio che fu costruito una volta, or sono molti anni. Un grande re d'Israele lo ha costruito e lo ha portato a termine. 20 Ma poichè i nostri padri hanno provocato all'ira il Dio del cielo, egli li ha messi nelle mani di Nabucodònosor re di Babilonia, il Caldeo, che distrusse questo tempio e deportò a Babilonia il popolo. 21 Ma nel primo anno di Ciro re di Babilonia, il re Ciro ha dato ordine di ricostruire questo tempio; 22 inoltre gli arredi del tempio, d'oro e d'argento, che Nabucodònosor aveva portato via dal tempio di Gerusalemme e trasferito al tempio di Babilonia, il re Ciro li ha fatti togliere dal tempio di Babilonia e li ha fatti consegnare a un tale di nome Sesbassar, che egli aveva costituito governatore. 23 Ciro gli disse: Prendi questi arredi, portali nel tempio di Gerusalemme e fó in modo che il tempio sia ricostruito al suo posto.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia