Cronologia dei paragrafi

Il ritorno dei Sionisti
Lista dei Sionisti
La ripresa del culto
La questione antisamaritana: ostruzionismo samaritano sotto Ciro
Ostruzionismo samaritano sotto Serse e Artaserse
La costruzione del Tempio ( 52 - 515 )
La Pasqua del 515
Missione è personalità di Esdra
Documento di Artaserse
Viaggio di Esdra da Babilonia in Palestina
La rottura dei matrimoni con gli stranieri
La lista dei colpevoli

Il ritorno dei Sionisti (esd 1,1-99)

1:1 Nell'anno primo di Ciro, re di Persia, perchè si adempisse la parola che il Signore aveva detto per bocca di Geremia, il Signore suscitò lo spirito di Ciro, re di Persia, che fece proclamare per tutto il suo regno, anche per iscritto: 2 "Così dice Ciro, re di Persia: "Il Signore, Dio del cielo, mi ha concesso tutti i regni della terra. Egli mi ha incaricato di costruirgli un tempio a Gerusalemme, che è in Giuda. 3 Chiunque di voi appartiene al suo popolo, il suo Dio sia con lui e salga a Gerusalemme, che è in Giuda, e costruisca il tempio del Signore, Dio d'Israele: egli è il Dio che è a Gerusalemme. 4 E a ogni superstite da tutti i luoghi dove aveva dimorato come straniero, gli abitanti del luogo forniranno argento e oro, beni e bestiame, con offerte spontanee per il tempio di Dio che è a Gerusalemme"". 5 Allora si levarono i capi di casato di Giuda e di Beniamino e i sacerdoti e i leviti. A tutti Dio aveva destato lo spirito, affinchè salissero a costruire il tempio del Signore che è a Gerusalemme. 6 Tutti i loro vicini li sostennero con oggetti d'argento, oro, beni, bestiame e oggetti preziosi, oltre a quello che ciascuno offrì spontaneamente. 7 Anche il re Ciro fece prelevare gli utensili del tempio del Signore, che Nabucodònosor aveva asportato da Gerusalemme e aveva deposto nel tempio del suo dio. 8 Ciro, re di Persia, li fece prelevare da Mitridate, il tesoriere, e li consegnò a Sesbassàr, principe di Giuda. 9 Questo è il loro inventario: bacili d'oro: trenta; bacili d'argento: mille; coltelli: ventinove; 10 coppe d'oro: trenta; coppe d'argento di second'ordine: quattrocentodieci; altri utensili: mille. 11 Tutti gli utensili d'oro e d'argento erano cinquemilaquattrocento. Sesbassàr li riportò tutti, quando gli esuli tornarono da Babilonia a Gerusalemme.

1:1 1:1 NELL'anno proimo di Ciro, re di Persia (acciocchà si adempiesse la parola del Signore, pronunziata per la bocca di Geremia), il Signore eccito' lo spirito di Ciro, re di Persia. ed egli fece andare un bando per tutto il suo regno, eziandio con lettere, dicendo: 2 1:2 Cosi' ha detto Ciro, re di Persia: Il Signore Iddio del cielo mi ha dati tutti i regni della terra. egli ancora mi ha imposto di edificargli una Casa in Gerusalemme, che e' in Giudea. 3 1:3 Chi di voi e' dell'universo suo popolo? l'Iddio suo sia con lui, e ritornisene in Gerusalemme, ch'e' in Giudea, ed edifichi la Casa del Signore Iddio d'Israele, ch'e' l'Iddio che abita in Gerusalemme. 4 1:4 E se vi e' alcuno, in qualunque luogo egli dimori, che sia rimasto indietro, sovvengangli le genti del suo luogo, d'oro, e d'argento, e di facolta', e di bestie da vettura, con qualche volontaria offerta per la Casa di Dio, che abita in Gerusalemme. 5 1:5 Allora i capi delle famiglie paterne di Giuda e di Beniamino, e i sacerdoti, e i Leviti, insieme con tutti quelli de' quali Iddio eccito' lo spirito per ritornarsene, per riedificar la Casa del Signore, che e' in Gerusalemme, si misero in cammino. 6 1:6 E tutti i lor vicini d'o-gn'intorno sovvennero loro di vasellamenti d'argento, d'oro, di facolta', e di bestie da vettura, e di cose proeziose. oltre a tutto quello che fu volontariamente offerto. 7 1:7 Il re Ciro trasse eziandio fuori gli arredi della Casa del Signore, i quali Nebucadne-sar avea tratti fuor di Gerusalemme, e posti nella Casa del suo dio. 8 1:8 Ciro, re di Persia, li trasse fuori per le mani di Mi-tredat, tesoriere, e li consegno' a conto a Sesbassar, proincipe di Giuda. 9 1:9 E questo era il conto di essi: trenta bacini d'oro, mille bacini di argento, ventinove coltelli, 10 1:10 trenta coppe d'oro, e quattrocento dieci coppe d'argento seconde, e mille altri vasellamenti. 11 1:11 Tutti questi vasella-menti, con altri d'oro e d'argento, erano in numero di cinquemila quattrocento. Se-sbassar li riporto' tutti, nel medesimo tempo che quelli ch'erano in cattivita' furono ricondotti di Babilonia in Gerusalemme.

1:1 1:1 Nel proimo anno di Ciro, re di Persia, affinchè s'adempisse la parola dell'Eterno pronunziata per bocca di Geremia, l'Eterno desto' lo spirito di Ciro, re di Persia, il quale, a voce e per iscritto, fece pubblicare per tutto il suo regno quest'editto: 2 1:2 'Cosi' dice Ciro, re di Persia: L'Eterno, l'Iddio de' cieli, m'ha dato tutti i regni della terra, ed egli m'ha comandato di edificargli una casa a Gerusalemme, ch'e' in Giuda. 3 1:3 Chiunque tra voi e' del suo popolo, sia il suo Dio con lui, e salga a Gerusalemme, ch'e' in Giuda, ed edifichi la casa dell'Eterno, dell'Iddio d'Israele, dell'Iddio ch'e' a Gerusalemme. 4 1:4 Tutti quelli che rimangono ancora del popolo dell'Eterno, in qualunque luogo dimorino, la gente del luogo li assista con argento, con oro, con doni in natura, bestiame, aggiungendovi offerte volontarie per la casa dell'Iddio ch'e' a Gerusalemme'. 5 1:5 Allora i capi famiglia di Giuda e di Beniamino, i sacerdoti e i Leviti, tutti quelli ai quali Iddio avea destato lo spirito, si levarono per andare a ricostruire la casa dell'Eterno ch'e' a Gerusalemme. 6 1:6 E tutti i loro vicini d'ogn'intorno li fornirono d'oggetti d'argento, d'oro, di doni in natura, di bestiame, di cose proeziose, oltre a tutte le offerte volontarie. 7 1:7 Il re Ciro trasse fuori gli utensili della casa dell'Eterno che Nebucadne-tsar avea portati via da Gerusalemme e posti nella casa del suo dio. 8 1:8 Ciro, re di Persia, li fece ritirare per mezzo di Mithre-dath, il tesoriere, che li consegno' a Sceshbatsar, proincipe di Giuda. 9 1:9 Eccone il numero: trenta bacini d'oro, mille bacini d'argento, ventinove coltelli, 10 1:10 trenta coppe d'oro, quattrocentodieci coppe d'argento di second'ordine, mille altri utensili. 11 1:11 Tutti gli oggetti d'oro e d'argento erano in numero di cinquemila quattrocento. Sceshbatsar li riporto' tutti, quando gli esuli furon ricondotti da Babilonia a Gerusalemme.

1:1 1:1 Nel proimo anno di Ciro, re di Persia, affinchè si adempisse la parola del SIGNORE pronunziata per bocca di Geremia, il SIGNORE destò lo spirito di Ciro, re di Persia, il quale a voce e per iscritto fece proclamare per tutto il suo regno questo editto: 2 1:2 'Cosò dice Ciro, re di Persia: ""Il SIGNORE, Dio dei cieli, mi ha dato tutti i regni della terra, ed egli mi ha comandato di costruirgli una casa a Gerusalemme, che si trova in Giuda. 3 1:3 Chiunque tra voi è del suo popolo, il suo Dio sia con lui, salga a Gerusalemme, che si trova in Giuda, e costruisca la casa del SIGNORE, Dio d'Israele, del Dio che è a Gerusalemme. 4 1:4 Tutti quelli che rimangono ancora del popolo del SIGNORE, dovunque risiedano, siano assistiti dalla gente del posto con argento, oro, doni in natura, bestiame, e inoltre con offerte volontarie per la casa del Dio che è a Gerusalemme""'. 5 1:5 Allora i capi famiglia di Giuda e di Beniamino, i sacerdoti e i Leviti, tutti quelli ai quali Dio aveva destato lo spirito, si misero in cammino verso Gerusalemme per ricostruire la casa del SIGNORE. 6 1:6 Tutti i loro vicini li fornirono di oggetti d'argento e d'oro, di doni in natura, di bestiame, di cose proeziose, oltre a tutte le offerte volontarie. 7 1:7 Il re Ciro tirò fuori gli utensili della casa del SIGNORE, che Nabucodono-sor aveva portati via da Gerusalemme e messi nella casa del suo dio. 8 1:8 Ciro, re di Persia, li fece tirar fuori da Mitredat, il tesoriere, che li consegnò a Sesbasar, capo di Giuda. 9 1:9 Eccone il numero : trenta bacinelle d'oro, mille bacinelle d'argento, ventinove coltelli, 10 1:10 trenta coppe d'oro, quattrocentodieci coppe d'argento di seconda qualitó, mille altri utensili. 11 1:11 In tutto c'erano cin-quemilaquattrocento oggetti d'oro e d'argento. Sesbasar li riportò tutti, quando gli esuli furono ricondotti da Babilonia a Gerusalemme.

1:1 1:1 Nel proimo anno di Ciro, re di Persia, affinchè si adempisse la parola dell’Eterno pronunciata per bocca di Geremia, l’Eterno destò lo spirito di Ciro, re di Persia, perchè facesse un editto per tutto il suo regno e lo mettesse per iscritto, dicendo: 2 1:2 ’Così dice Ciro, re di Persia: L’Eterno, il DIO dei cieli, mi ha dato tutti i regni della terra. Egli mi ha comandato di edificargli una casa a Gerusalemme, che è in Giuda. 3 1:3 Chi di voi appartiene al suo popolo? L’Eterno, il suo DIO, sia con lui. salga a Gerusalemme, che è in Giuda, e ricostruisca la casa dell’Eterno, DIO d’Israele, il DIO che è in Gerusalemme. 4 1:4 La gente di ciascun luogo, dove qualche soproavvissuto giudeo ancora risiede, lo fornisca d’argento, d’oro, di beni e di bestiame oltre alle offerte volontarie per la casa di DIO che è in Gerusalemme'. 5 1:5 Allora i capifamiglia di Giuda e Beniamino, i sacerdoti e i Leviti, assieme a tutti quelli ai quali DIO aveva destato lo spirito, si levarono per andare a ricostruire la casa dell’Eterno che è in Gerusalemme. 6 1:6 Tutti i loro vicini li aiutarono con oggetti d’argento, d’oro, con beni, con bestiame e con cose proeziose oltre a tutte le offerte volontarie. 7 1:7 Anche il re Ciro trasse fuori gli utensili della casa dell’Eterno che Nebukadne-tsar aveva portato via da Gerusalemme e aveva posto nel tempio del suo dio. 8 1:8 Ciro, re di Persia, li fece portar fuori per mezzo di Mithredath, il tesoriere, e li contò davanti a Sceshbatsar, proincipe di Giuda. 9 1:9 Eccone il numero: trenta bacinelle d’oro, mille bacinelle d’argento, ventinove coltelli, 10 1:10 trenta coppe d’oro, quattrocentodieci coppe d’argento di second’ordine e mille altri utensili. 11 1:11 Tutti gli oggetti d’oro e d’argento erano in numero di cinquemilaquattrocento. Sceshbatsar li riportò tutti, assieme agli esuli che furono ricondotti da Babilonia a Gerusalemme.

1:1 Figli di Pacat-Moab, cioè i figli di Giosuè e di Ioab: duemilaottocentodieci. 2 Figli di Elam: milleduecentocinquantaquattro. 3 Figli di Zattu: novecentoquarantacinque. 4 Figli di Zaccai: settecentosessanta. 5 Figli di Bani: seicentoquarantadue. 6 Figli di Bebai: seicentoventitrè. 7 Figli di Azgad: milleduecentoventidue. 8 Figli di Adonikam: seicentosettantasei. 9 Figli di Bigvai: duemilacinquantasei. 10 Figli di Adin: quattrocentocinquantaquattro. 11 Figli di Ater, cioè di Ezechia: novantotto.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-25°lunedi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(Lc 8,16-18)}; (sal 126,1-6)}; (esd 1,1-6)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia