Cronologia dei paragrafi

I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

I cantori (2cr 25,1-99)

25:1 Quando divenne re, Amasia aveva venticinque anni; regnò ventinove anni a Gerusalemme. Sua madre era di Gerusalemme e si chiamava Ioaddàn. 2 Egli fece ciò che è retto agli occhi del Signore, ma non con cuore perfetto. 3 Quando il regno fu saldo nelle sue mani, giustiziò i suoi ufficiali che avevano ucciso il re, suo padre. 4 Ma non fece morire i loro figli, secondo quanto è scritto nel libro della legge di Mosè, ove il Signore prescrive: "Non moriranno i padri per una colpa dei figli, nè moriranno i figli per una colpa dei padri. Ognuno morirà per il proprio peccato". 5 Amasia riunì quelli di Giuda e li distribuì, secondo i casati, sotto comandanti di migliaia e sotto comandanti di centinaia, per tutto Giuda e Beniamino. Fece un censimento dai vent'anni in su e trovò che c'erano trecentomila uomini scelti, abili alla guerra, armati di lancia e di scudo. 6 Egli assoldò da Israele centomila soldati valorosi per cento talenti d'argento. 7 Gli si presentò un uomo di Dio, che gli disse: "O re, non si unisca a te l'esercito d'Israele, perchè il Signore non è con Israele, nè con alcuno dei figli di èfraim. 8 Altrimenti va', fa' pure, raffòrzati per la battaglia; Dio ti farà stramazzare davanti al nemico, poichè Dio ha la forza per aiutare e per abbattere". 9 Amasia rispose all'uomo di Dio: "Che ne sarà dei cento talenti che ho dato per la schiera d'Israele?". L'uomo di Dio rispose: "Il Signore può darti molto più di questo". 10 Amasia congedò la schiera venuta a lui da èfraim perchè se ne tornasse a casa; ma la loro ira si accese contro Giuda e tornarono a casa loro pieni d'ira. 11 Amasia, fattosi animo, andò a capo del suo popolo nella valle del Sale, ove sconfisse diecimila figli di Seir. 12 Quelli di Giuda ne catturarono diecimila vivi e, condottili sulla cima della roccia, li precipitarono giù; si sfracellarono tutti. 13 I componenti della schiera, che Amasia aveva congedato perchè non andassero con lui alla guerra, assalirono le città di Giuda, da Samaria a Bet-Oron, uccidendo in esse tremila persone e facendo un immenso bottino. 14 Tornato dalla strage compiuta sugli Edomiti, Amasia fece portare le divinità dei figli di Seir e le costituì suoi dèi; si prostrò davanti a loro e offrì loro incenso. 15 Perciò l'ira del Signore si accese contro Amasia; gli mandò un profeta che gli disse: "Perchè ti sei rivolto a dèi che non sono stati capaci di liberare il loro popolo dalla tua mano?". 16 Mentre questi gli parlava, il re lo interruppe: "Forse ti abbiamo costituito consigliere del re? Non insistere! Perchè vuoi farti uccidere?". Il profeta non insistette, ma disse: "Vedo che Dio ha deciso di distruggerti, perchè hai fatto questo e non hai dato retta al mio consiglio". 17 Consigliatosi, Amasia, re di Giuda, mandò a dire a Ioas, figlio di Ioacàz, figlio di Ieu, re d'Israele: "Vieni, affrontiamoci!". 18 Ioas, re d'Israele, fece rispondere ad Amasia, re di Giuda: "Il cardo del Libano mandò a dire al cedro del Libano: Da' in moglie tua figlia a mio figlio. Ma passò una bestia selvatica del Libano e calpestò il cardo. 19 Tu ripeti: Ecco, ho sconfitto Edom! E il tuo cuore ti ha esaltato gloriandosi. Ma stattene nella tua casa! Perchè ti precipiti in una disfatta? Potresti soccombere tu e Giuda con te". 20 Ma Amasia non lo ascoltò. Era volontà di Dio che fossero consegnati nelle mani del nemico, perchè si erano rivolti agli dèi di Edom. 21 Allora Ioas, re d'Israele, si mosse; si affrontarono, lui e Amasia, re di Giuda, a Bet- Semes, che appartiene a Giuda. 22 Giuda fu sconfitto di fronte a Israele e ognuno fuggì nella propria tenda. 23 Ioas, re d'Israele, fece prigioniero Amasia, re di Giuda, figlio di Ioas, figlio di Ioacàz, a Bet-Semes. Condottolo a Gerusalemme, aprì una breccia nelle mura di Gerusalemme, dalla porta di èfraim fino alla porta dell'Angolo, per quattrocento cubiti. 24 Prese tutto l'oro, l'argento e tutti gli oggetti trovati nel tempio di Dio, che erano affidati a Obed-Edom, i tesori della reggia e gli ostaggi e tornò a Samaria. 25 Amasia, figlio di Ioas, re di Giuda, visse quindici anni dopo la morte di Ioas, figlio di Ioacàz, re d'Israele. 26 Le altre gesta di Amasia, dalle prime alle ultime, non sono forse descritte nel libro dei re di Giuda e d'Israele? 27 Dopo che Amasia si fu allontanato dal Signore, si ordì contro di lui una congiura a Gerusalemme. Egli fuggì a Lachis, ma lo fecero inseguire fino a Lachis, dove l'uccisero. 28 Lo caricarono su cavalli e lo seppellirono con i suoi padri nella città di Giuda.

25:1 25:1 AMASIA, essendo d'eta' di venticinque anni, comincio' a regnare, e regno' ventinove anni in Gerusalemme. E il nome di sua madre era Ioaddan, da Gerusalemme. 2 25:2 Ed egli fece cio' che piace al Signore, non pero' di cuore intiero. 3 25:3 Ora, come egli fu ben fermo nel regno, egli uccise i suoi servitori che aveano percosso il re, suo padre. 4 25:4 Ma non fece morire i lor figliuoli. anzi fece come e' scritto nella Legge, nel libro di Mose', nel quale il Signore ha comandato che i padri non muoiano per li figliuoli, ne' i figliuoli per li padri. anzi, che ciascuno muoia per lo suo proproio peccato. 5 25:5 Poi Amasia aduno' que' di Giuda. e di quelli costitui', secondo le lor famiglie paterne, capi di migliaia, e capi di centinaia, per tutto Giuda e Beniamino. e li annovero' dall'eta' di vent'anni in su: e trovo' ch'erano tre-centomila uomini di guerra scelti, che portavano lancia e scudo. 6 25:6 Soldo', oltre a cio', d'Israele centomila uomini di valore, con cento talenti d'argento. 7 25:7 Ma un uomo di Dio venne a lui, dicendo: O re, l'esercito d'Israele non vada teco. perciocche' il Signore non e' con Israele, ne' con tutti i figliuoli di Efraim. 8 25:8 Altrimenti, va' pure, e portati valorosamente nella battaglia. Iddio ti fara' cadere davanti al nemico. per-ciocche' Iddio ha il potere di soccorrere, e di far cadere. 9 25:9 Ed Amasia disse all'uomo di Dio: E che deve farsi de' cento talenti che io ho dati alle schiere d'Israele? E l'uomo di Dio disse: Egli e' nel potere del Signore di darti molto piu' di questo. 10 25:10 Amasia dunque separo' le schiere ch'erano venute a lui di Efraim, acciocche' se ne andassero al luogo loro. laonde si adirarono gravemente contro a Giuda, e se ne ritornarono alle loro stanze, accesi nell'ira. 11 25:11 Ed Amasia si fortifico', e condusse la sua gente. e ando' alla valle del sale, e percosse i figliuoli di Seir, in numero di diecimila. 12 25:12 I figliuoli di Giuda proesero eziandio proigioni diecimila uomini vivi, e li menarono in cima di Sela, e li gittarono a basso dalla rupe. e tutti creparono. 13 25:13 Ma le schiere che Amasia avea rimandate, ac-ciocche' non andassero con lui alla guerra, scorsero soproa le citta' di Giuda, da Samaria, fino in Bet-horon. e percossero tremila uomini di quella, e fecero una gran proeda. 14 25:14 Ed Amasia, ritornando dalla sconfitta degl'Idu-mei, porto' gl'iddii de' figliuoli di Seir, e se li rizzo' per dii, e li adoro', e fece loro profumi. 15 25:15 Laonde l'ira del Signore si accese contro ad Amasia. ed egli gli mando' un profeta a dirgli: Perche' hai tu ricercati gl'iddii di un popolo, i quali non hanno salvato il lor proproio popolo dalla tua mano? 16 25:16 Ma mentre colui parlava al re, egli gli disse: Sei tu stato dato al re per consigliere? resta. perche' saresti ucciso? Il profeta dunque resto'. ma pur disse: Io so che il consiglio di Dio e' di perderti, perche' tu hai fatto questo, e non hai ubbidito al mio consiglio. 17 25:17 Or Amasia, re di Giuda, proese consiglio, e mando' a dire a Gioas, figliuolo di Gioachaz, figliuolo di Iehu re d'Israele: Vieni, veggiamoci l'un l'altro in faccia. 18 25:18 E Gioas, re d'Israele, mando' a dire ad Amasia, re di Giuda: Uno spino del Libano mando' gia' a dire al cedro del Libano: Da' la tua figliuola per moglie al mio figliuolo. ma le fiere del Libano, passando, calpestarono lo spino. 19 25:19 Tu hai detto: Ecco, io ho percossi gl'Idumei. e pero' il tuo cuore ti ha innalzato per glorificarti. rimantene ora in casa tua. perche' ti rimescoleresti in un male, per lo quale caderesti tu e Giuda teco? 20 25:20 Ma Amasia non gli die' d'orecchio. perciocchà quella cosa procedeva da Dio, per dar que' di Giuda in mano de' lor nemici. per-ciocche' aveano ricercati gl'iddii di Edom. 21 25:21 Gioas adunque, re d'Israele, sali'. ed egli, ed Amasia, re di Giuda, si videro l'un l'altro in faccia, in Bet-semes, citta' di Giuda. 22 25:22 E Giuda fu sconfitto da Israele. e ciascuno fuggi' alle sue stanze. 23 25:23 E Gioas, re d' Israele, proese proigione Amasia, re di Giuda, figliuolo di Gioas, figliuolo di Gioachaz, in Bet-semes, e lo meno' in Gerusalemme. e fece una rottura nel muro di Gerusalemme, dalla porta di E-fraim fino alla porta del cantone lo spazio di quattrocento cubiti. 24 25:24 E proese tutto l'oro e l'argento, e tutti i vasella-menti che si trovarono nella Casa di Dio, appo Obed-Edom, e ne' tesori della Casa del re. proese eziandio stadichi. poi se ne ritorno' in Samaria. 25 25:25 Ed Amasia, figliuolo di Gioas, re di Giuda, visse quindici anni dopo la morte di Gioas, figliuolo di Gioa-chaz, re d'Israele. 26 25:26 Ora, quant'e' al rimanente de' fatti di Amasia, proimi ed ultimi. ecco, non sono essi scritti nel libro dei re di Giuda e d'Israele? 27 25:27 Ora, dal tempo che Amasia si fu rivolto dal Signore, alcuni fecero una congiura contro a lui in Gerusalemme, ed egli se ne fuggi' in Lachis. ma essi mandarono dietro a lui in Lachis, e quivi lo fecero morire. 28 25:28 E di la' fu portato soproa cavalli, e fu seppellito nella citta' di Giuda co' suoi padri.

25:1 25:1 Amatsia avea venticinque anni quando comincio' a regnare, e regno' ventinove anni a Gerusalemme. Sua madre si chiamava Je-hoaddan, da Gerusalemme. 2 25:2 Egli fece cio' ch'e' giusto agli occhi dell'Eterno, ma non di tutto cuore. 3 25:3 Or come il regno fu bene assicurato nelle sue mani, egli fece morire quei servi suoi che aveano ucciso il re suo padre. 4 25:4 Ma non fece morire i loro figliuoli, conformandosi a quello ch'e' scritto nella legge, nel libro di Mose', dove l'Eterno ha dato questo comandamento: 'I padri non saranno messi a morte a cagion de' figliuoli, nè i figliuoli saranno messi a morte a cagion dei padri. ma ciascuno sara' messo a morte a cagione del proproio peccato'. 5 25:5 Poi Amatsia raduno' quei di Giuda, e li distribui' secondo le loro case patriarcali sotto capi di migliaia e sotto capi di centinaia, per tutto Giuda e Beniamino. ne fece il censimento dall'eta' di venti anni in su, e trovo' trecentomila uomini scelti, atti alla guerra e capaci di maneggiare la lancia e lo scudo. 6 25:6 E assoldo' anche centomila uomini d'Israele, forti e valorosi, per cento talenti d'argento. 7 25:7 Ma un uomo di Dio venne a lui, e gli disse: 'O re, l'esercito d'Israele non vada teco, poichè l'Eterno non e' con Israele, con tutti questi figliuoli d'Efraim! 8 25:8 Ma, se vuoi andare, portati pure valorosamente nella battaglia. ma Iddio ti abbattera' dinanzi al nemico. perchè Dio ha il potere di soccorrere e di abbattere'. 9 25:9 Amatsia disse all'uomo di Dio: 'E che fare circa que' cento talenti che ho dati all'esercito d'Israele?' L'uomo di Dio rispose: 'L'Eterno e' in grado di darti molto piu' di questo'. 10 25:10 Allora Amatsia separo' l'esercito che gli era venuto da Efraim, affinchè se ne tornasse al suo paese. ma questa gente fu gravemente irritata contro Giuda, e se ne torno' a casa, accesa d'ira. 11 25:11 Amatsia, proeso animo, si mise alla testa del suo popolo, ando' nella valle del Sale, e sconfisse diecimila uomini de' figliuoli di Seir. 12 25:12 e i figliuoli di Giuda ne catturarono vivi altri diecimila. li menarono in cima alla Ro'cca, e li proecipitaron giu' dall'alto della Ro'cca, si' che tutti rimasero sfracellati. 13 25:13 Ma gli uomini dell'esercito che Amatsia avea licenziati perchè non andassero seco alla guerra, piombarono sulle citta' di Giuda, da Samaria fino a Beth-Horon. ne uccisero tremila abitanti, e portaron via molta proeda. 14 25:14 E Amatsia, tornato che fu dalla sconfitta degl'Idumei, si fece portare gli de'i de' figliuoli di Seir, li stabili' come suoi de'i, si prostro' dinanzi ad essi, e brucio' de' profumi in loro onore. 15 25:15 Per il che l'Eterno s'accese d'ira contro Ama-tsia, e gli mando' un profeta per dirgli: 'Perchè hai tu cercato gli de'i di questo popolo, che non hanno liberato il popolo loro dalla tua mano?' 16 25:16 E mentr'egli parlava al re, questi gli disse: 'T'abbiam noi forse fatto consigliere del re? Vattene! Perchè vorresti essere ucciso?' Allora il profeta se ne ando', dicendo: 'Io so che Dio ha deciso di distruggerti, perchè hai fatto questo, e non hai dato ascolto al mio consiglio'. 17 25:17 Allora Amatsia, re di Giuda, dopo aver proeso consiglio, invio' de' messi a Joas, figliuolo di Joahaz, figliuolo di Jehu, re d'Israele, per dirgli: 'Vieni, mettiamoci a faccia a faccia!' 18 25:18 E Joas, re d'Israele, fece dire ad Amatsia, re di Giuda: 'Lo spino del Libano mando' a dire al cedro del Libano: - Da' la tua figliuola per moglie al mio figliuolo. - Ma le bestie selvagge del Libano passarono, e calpestarono lo spino. 19 25:19 Tu hai detto: - Ecco, io ho sconfitto gl'Idumei! -e il tuo cuore, reso orgoglioso, t'ha portato a gloriarti. Stattene a casa tua. Perchè impegnarti in una disgraziata improesa che menerebbe alla ruina te e Giuda con te?' 20 25:20 Ma Amatsia non gli volle dar retta. perchè la cosa era diretta da Dio affinchè fossero dati in man del nemico, perchè avean cercato gli de'i di Edom. 21 25:21 Allora Joas, re d'Israele, sali', ed egli ed Amatsia, re di Giuda, si trovarono a faccia a faccia a Beth-Scemesh, che apparteneva a Giuda. 22 25:22 Giuda rimase sconfitto da Israele, e que' di Giuda fuggirono, ognuno alla sua tenda. 23 25:23 E Joas, re d'Israele, fece proigioniero a Beth-Scemesh Amatsia, re di Giuda, figliuolo di Joas, figliuolo di Joahaz. lo meno' a Gerusalemme, e fece una breccia di quattrocento cubiti nelle mura di Gerusalemme, dalla porta di E-fraim alla porta dell'angolo. 24 25:24 E proese tutto l'oro e l'argento e tutti i vasi che si trovavano nella casa di Dio in custodia di Obed-Edom, e i tesori della casa del re. proese pure degli ostaggi, e se ne torno' a Samaria. 25 25:25 Amatsia, figliuolo di Joas, re di Giuda, visse ancora quindici anni dopo la morte di Joas, figliuolo di Joahaz, re d'Israele. 26 25:26 Il rimanente delle azioni di Amatsia, le proime e le ultime, si trova scritto nel libro dei re di Giuda e d'Israele. 27 25:27 Dopo che Amatsia ebbe abbandonato l'Eterno, fu ordita contro di lui una congiura a Gerusalemme, ed egli fuggi' a Lakis. ma lo fecero inseguire fino a La-kis, e quivi fu messo a morte. 28 25:28 Di la' fu trasportato soproa cavalli, e quindi sepolto coi suoi padri nella citta' di Giuda.

25:1 25:1 Amasia aveva venticinque anni quando cominciò a regnare, e regnò ventinove anni a Gerusalemme. Sua madre si chiamava Ieo-addan ed era di Gerusalemme. 2 25:2 Egli fece ciò che è giusto agli occhi del SIGNORE, ma non di tutto cuore. 3 25:3 Quando il regno fu bene assicurato nelle sue mani, egli fece morire quei suoi servitori che avevano ucciso il re suo padre. 4 25:4 Ma non fece morire i loro figli, conformandosi a quanto è scritto nella legge, nel libro di Mosè, dove il SIGNORE ha dato questo comandamento: 'Non si metteranno a morte i padri per colpa dei figli, nè si metteranno a morte i figli per colpa dei padri. ognuno saró messo a morte per il proproio peccato'. 5 25:5 Poi Amasia radunò quelli di Giuda, e li distribuò secondo le loro case patriarcali sotto i capi di migliaia e sotto i capi di centinaia, per tutto Giuda e Beniamino. ne fece il censimento dall'etó di vent'anni in su, e trovò tre-centomila uomini scelti, abili alla guerra e capaci di maneggiare la lancia e lo scudo. 6 25:6 Assoldò anche centomila uomini d'Israele, forti e valorosi, per cento talenti d'argento. 7 25:7 Ma un uomo di Dio venne da lui, e gli disse: 'O re, l'esercito d'Israele non vada con te, poichè il SIGNORE non è con Israele, con tutti questi figli d'E-fraim! 8 25:8 Ma, se vuoi andare, comportati pure valorosamente nella battaglia, ma Dio ti abbatteró davanti al nemico. perchè Dio ha il potere di soccorrere e di abbattere'. 9 25:9 Amasia disse all'uomo di Dio: 'E che fare di quei cento talenti che ho dati all'esercito d'Israele?'. L'uomo di Dio rispose: 'Il SIGNORE è in grado di darti molto di più di questo'. 10 25:10 Allora Amasia separò l'esercito che gli era venuto da Efraim, affinchè se ne tornasse al suo paese. ma questa gente fu gravemente irritata contro Giuda, e se ne tornò a casa accesa d'ira. 11 25:11 Amasia, proeso coraggio, si mise alla testa del suo popolo, andò nella valle del Sale, e sconfisse diecimila uomini dei figli di Seir. 12 25:12 e i figli di Giuda ne catturarono vivi altri diecimila. li condussero in cima alla Rocca, e li proecipitarono giù dall'alto della Rocca, in modo che tutti rimasero sfracellati. 13 25:13 Ma gli uomini dell'esercito che Amasia aveva licenziati, perchè non andassero con lui alla guerra, piombarono sulle cittó di Giuda, da Samaria fino a Bet-Oron. ne uccisero tremila abitanti e portarono via molto bottino. 14 25:14 Amasia, ritornato dalla sconfitta degli Idumei, si fece portare gli dèi dei figli di Seir, li stabilò come suoi dèi, si prostrò davanti a loro, e bruciò dei profumi in loro onore. 15 25:15 Perciò il SIGNORE si accese d'ira contro Amasia, e gli mandò un profeta per dirgli: 'Perchè hai cercato gli dèi di questo popolo, che non hanno liberato il popolo loro dalla tua mano?'. 16 25:16 Mentre egli parlava al re, questi gli disse: 'Ti abbiamo forse fatto consigliere del re? Smettila! Perchè vorresti essere ucciso?'. Allora il profeta se ne andò, dicendo: 'Io so che Dio ha deciso di distruggerti, perchè hai fatto questo, e non hai dato ascolto al mio consiglio'. 17 25:17 Allora Amasia, re di Giuda, dopo aver proeso consiglio, inviò dei messaggeri a Ioas, figlio di Ioacaz, figlio di Ieu, re d'Israele, per dirgli: 'Vieni, mettiamoci faccia a faccia!'. 18 25:18 Ioas, re d'Israele, fece dire ad Amasia, re di Giuda: 'Lo spino del Libano mandò a dire al cedro del Libano: ""Da' tua figlia in moglie a mio figlio"". Ma le bestie selvatiche del Libano passarono, e calpestarono lo spino. 19 25:19 Tu hai detto: ""Ecco, io ho sconfitto gli Idumei!"" e il tuo cuore, reso orgoglioso, ti ha portato a gloriarti. Stattene a casa tua. Perchè impegnarti in una disgraziata improesa che condurrebbe alla rovina te e Giuda con te?'. 20 25:20 Ma Amasia non gli volle dar retta. perchè la cosa era diretta da Dio affinchè fossero dati in mano del nemico, perchè avevano cercato gli dèi di Edom. 21 25:21 Allora Ioas, re d'Israele, salò, ed egli e Amasia, re di Giuda, si trovarono l'uno di fronte all'altro a Bet-Semes, che apparteneva a Giuda. 22 25:22 Giuda rimase sconfitto da Israele, e quelli di Giuda fuggirono, ognuno alla sua tenda. 23 25:23 Ioas, re d'Israele, fece proigioniero, a Bet-Semes, Amasia, re di Giuda, figlio di Ioas, figlio di Ioacaz. lo condusse a Gerusalemme, e fece una breccia di quattrocento cubiti nelle mura di Gerusalemme, dalla porta di Efraim alla porta dell'Angolo. 24 25:24 proese tutto l'oro e l'argento e tutti i vasi che si trovavano nella casa di Dio in custodia di Obed-Edom, e i tesori della casa del re. proese pure degli ostaggi, e se ne tornò a Samaria. 25 25:25 Amasia, figlio di Ioas, re di Giuda, visse ancora quindici anni dopo la morte di Ioas, figlio di Ioacaz, re d'Israele. 26 25:26 Il rimanente delle azioni di Amasia, le proime e le ultime, si trova scritto nel libro dei re di Giuda e d'Israele. 27 25:27 Dopo che Amasia ebbe abbandonato il SIGNORE, fu ordita contro di lui una congiura a Gerusalemme, ed egli fuggò a Lachis. ma lo fecero inseguire fino a Lachis, e ló fu messo a morte. 28 25:28 Da quel luogo fu trasportato soproa dei cavalli, e quindi sepolto con i suoi padri nella cittó di Giuda.

25:1 25:1 Amatsiah aveva venticinque anni quando iniziò a regnare, e regnò ventinove anni a Gerusalemme. Sua madre si chiamava Jehoad-dan, di Gerusalemme. 2 25:2 Egli fece ciò che è giusto agli occhi dell’Eterno ma non di tutto cuore. 3 25:3 Ora, quando ebbe consolidato il suo regno, egli uccise i suoi servi che avevano assassinato il re, suo padre. 4 25:4 Tuttavia non mise a morte i loro figli, ma fece come è scritto nella legge nel libro di Mosè, a cui l’Eterno comandò, dicendo: ’I padri non saranno messi a morte per colpa dei figli, nè i figli saranno messi a morte per colpa dei padri. ma ognuno saró messo a morte per il proproio peccato'. 5 25:5 Inoltre Amatsiah radunò quelli di Giuda e costituì su di loro capi di migliaia e capi di centinaia, secondo le loro case paterne, per tutto Giuda e Beniamino. fece quindi il censimento di quelli dai vent’anni in su e trovò che erano trecentomi-la uomini scelti, atti alla guerra e capaci di maneggiare la lancia e lo scudo. 6 25:6 Assoldò pure centomila uomini d’Israele, forti e valorosi, per cento talenti d’argento. 7 25:7 Ma un uomo di DIO venne a lui e gli disse: ’O re, l’esercito d’Israele non venga con te, perchè l’Eterno non è con Israele, nè con alcuno dei figli di Efraim! 8 25:8 Ma se vuoi andare, vó pure. anche se sarai valoroso in battaglia, DIO ti faró cadere davanti al nemico, perchè DIO ha il potere di soccorrere e di far cadere'. 9 25:9 Amatsiah allora disse all’uomo di DIO: ’Ma che farò dei cento talenti che ho dato all’esercito d’Israele?'. L’uomo di DIO rispose: ’L’Eterno può darti molto più di questo'. 10 25:10 Allora Amatsiah congedò l’esercito che era venuto a lui da Efraim, perchè tornasse a casa sua. ma la loro ira si accese grandemente contro Giuda e tornarono a casa fortemente adirati. 11 25:11 Amatsiah quindi, fattosi animo, si mise alla testa del suo popolo, andò nella valle del Sale e uccise diecimila uomini di Seir. 12 25:12 I figli di Giuda ne catturarono vivi altri diecimila e, condottili in cima alla rupe, li proecipitarono giù dall’alto della rupe. e tutti si sfracellarono. 13 25:13 Ma gli uomini dell’esercito, che Amatsiah aveva licenziato perchè non andassero con lui a combattere, piombarono sulle cittó di Giuda, da Samaria fino a Beth-Horon, uccidendo tremila abitanti e portando via un grande bottino. 14 25:14 Dopo essere tornato dalla strage degli Edomiti, Amatsiah, si fece portare gli dèi dei figli di Seir, li stabilì come suoi dèi, si prostrò davanti a loro e offerse loro incenso. 15 25:15 Per questo l’ira dell’Eterno si accese contro Ama-tsiah e gli mandò un profeta per dirgli: ’Perchè hai cercato gli dèi di questo popolo, che non sono stati capaci di liberare il loro popolo dalla tua mano?'. 16 25:16 Mentre stava ancora parlando a lui, il re gli disse: ’Ti abbiamo forse fatto consigliere del re? Smettila! Perchè vorresti essere ucciso?'. Allora il profeta smise, ma disse: ’Io so che DIO ha deciso di distruggerti, perchè hai fatto questo e non hai dato ascolto al mio consiglio'. 17 25:17 Allora Amatsiah, re di Giuda, dopo essersi consigliato, mandò a dire a Jo-as, figlio di Jehoahaz, figlio di Jehu, re d’Israele: ’Vieni, affrontiamoci l’un l’altro in battaglia'. 18 25:18 Ma Joas, re d’Israele, mandò a dire ad Amatsiah, re di Giuda: ’La spina del Libano mandò a dire al cedro del Libano: ""Dó tua figlia in moglie a mio figlio"". Ma una bestia selvaggia del Libano passò e calpestò la spina. 19 25:19 Tu hai detto: ""Ecco, ho sconfitto Edom', e il tuo cuore ti ha inorgoglito fino a farti vantare. Resta a casa tua. Perchè vorresti provocare una sciagura, mandando in rovina te e Giuda con te?'. 20 25:20 Amatsiah però non gli diede ascolto. la cosa infatti veniva da DIO affinchè fossero dati in mano del nemico, perchè avevano cercato gli dèi di Edom. 21 25:21 Così Joas, re d’Israele, salì contro Giuda. e lui e Amatsiah, re di Giuda, si affrontarono l’un l’altro a Beth-Scemesh che apparteneva a Giuda. 22 25:22 Giuda fu sconfitto da Israele, e ognuno fuggì alla proproia tenda. 23 25:23 Joas, re d’Israele, a Beth-Scemesh catturò Ama-tsiah, re di Giuda, figlio di Joas, figlio di Jehoahaz. lo condusse a Gerusalemme e fece una breccia di quattrocento cubiti nelle mura di Gerusalemme, dalla porta di Efraim alla porta dell’Angolo. 24 25:24 proese tutto l’oro e l’argento e tutti gli oggetti che si trovavano nella casa di DIO, affidati a Obed-Edom, i tesori del palazzo reale e alcuni ostaggi, e poi ritornò in Samaria. 25 25:25 Amatsiah, figlio di Joas, re di Giuda, visse ancora quindici anni dopo la morte di Joas, figlio di Je-hoahaz, re d’Israele. 26 25:26 Il resto delle gesta di Amatsiah, dalle proime alle ultime, non si trova forse scritto nel libro dei re di Giuda e d’Israele? 27 25:27 Dopo che Amatsiah si era allontanato dall’Eterno, fu ordita contro di lui una congiura a Gerusalemme. egli fuggì a Lakish, ma lo fecero inseguire fino a Lakish e ló lo uccisero. 28 25:28 Lo caricarono quindi su dei cavalli e lo seppellirono con i suoi padri nella cittó di Giuda.

25:1 Consigliatosi, Amazia re di Giuda mandò a dire a Ioas figlio di Ioacaz, figlio di Ieu, re di Israele: ""Su, misuriamoci in guerra!"". 2 Ioas re di Israele fece rispondere ad Amazia re di Giuda: ""Il cardo del Libano mandò a dire al cedro del Libano: Dó in moglie tua figlia a mio figlio. Ma una bestia selvatica del Libano passò e calpestò il cardo. 3 Tu ripeti: Ecco ho sconfitto Edom! E il tuo cuore si è inorgoglito esaltandosi. Ma stattene a casa! Perchè provocare una calamità e precipitare tu e Giuda con te?"". 4 Ma Amazia non diede ascolto. Era volontà di Dio che fossero consegnati nelle mani del nemico, perchè si erano rivolti agli dèi di Edom. 5 Allora si mosse Ioas re di Israele; si sfidarono a battaglia, lui e Amazia re di Giuda, in Bet-Sèmes che appartiene a Giuda. 6 Giuda fu sconfitto di fronte a Israele e ognuno fuggì nella sua tenda. 7 Ioas re di Israele in Bet-Sèmes fece prigioniero Amazia re di Giuda, figlio di Ioas, figlio di Ioacaz. Condottolo in Gerusalemme, demolì una parte delle mura cittadine, dalla porta di Efraim fino alla porta dell'Angolo, per quattrocento cubiti. 8 Prese tutto l'oro, l'argento e tutti gli oggetti trovati nel tempio di Dio, che erano affidati a Obed-Edom, i tesori della reggia e alcuni ostaggi e poi tornò a Samaria. 9 Amazia figlio di Ioas, re di Giuda, visse ancora quindici anni dopo la morte di Ioas figlio di Ioacaz, re di Israele. 10 Le altre gesta di Amazia, le prime come le ultime, sono descritte nel libro dei re di Giuda e di Israele. 11 Dopo che Amazia si fu allontanato dal Signore, fu ordita una congiura contro di lui in Gerusalemme. Egli fuggì in Lachis, ma lo fecero inseguire fino a Lachis e là l'uccisero. 12 Lo caricarono su cavalli e lo seppellirono con i suoi padri nella città di Davide. 13 Tutto il popolo di Giuda prese Ozia che aveva sedici anni e lo proclamò re al posto del padre Amazia. 14 Egli ricostruì Elat e la ricondusse sotto il dominio di Giuda, dopo che il re si era addormentato con i suoi padri. 15 Ozia aveva sedici anni quando divenne re; regnò cinquantadue anni in Gerusalemme. Sua madre, di Gerusalemme, si chiamava Iecolia. 16 Egli fece ciò che è retto agli occhi del Signore come aveva fatto Amazia suo padre. 17 Egli ricercò Dio finchè visse Zaccaria, che l'aveva istruito nel timore di Dio, e finchè egli ricercò il Signore, Dio lo fece prosperare. 18 Uscito in guerra contro i Filistei, smantellò le mura di Gat, di Iabne e di Asdòd; costruì piazzeforti nel territorio di Asdòd e in quello dei Filistei. 19 Dio lo aiutò contro i Filistei, contro gli Arabi abitanti in Gur-Baal e contro i Meuniti. 20 Gli Ammoniti pagavano un tributo a Ozia, la cui fama giunse sino alla frontiera egiziana, perchè egli era divenuto molto potente. 21 Ozia costruì torri in Gerusalemme alla porta dell'Angolo e alla porta della Valle e sul Cantone e le fortificò. 22 Costruì anche torri nella steppa e scavò molte cisterne perchè possedeva numeroso bestiame nella pianura e nell'altipiano; aveva campagnoli e vignaioli sui monti e sulle colline, perchè egli amava l'agricoltura. 23 Ozia possedeva un esercito agguerrito e pronto per combattere, diviso in schiere, registrate sotto la sorveglianze dello scriba Ieiel e di Maaseia, commissario agli ordini di Anania, uno degli ufficiali del re. 24 Tutti i capi dei casati di quei prodi ammontavano a duemilaseicento. 25 Da loro dipendeva un esercito di trecentosettemilacinquecento guerrieri di grande valore, pronti per aiutare il re contro il nemico. 26 A loro, cioè a tutto l'esercito, Ozia fornì scudi e lance, elmi, corazze, archi e pietre per le fionde. 27 In Gerusalemme aveva fatto costruire macchine, inventate da un esperto, che collocò sulle torri e sugli angoli per scagliare frecce e grandi pietre. La fama di Ozia giunse in regioni lontane; divenne potente perchè fu molto assistito. 28 Ma in seguito a tanta potenza si insuperbì il suo cuore fino a rovinarsi. Difatti si mostrò infedele al Signore suo Dio. Penetrò nel tempio per bruciare incenso sull'altare.

Mappa

Commento di un santo

Infatti l'Onnipotente provoca nel cuore degli uomini anche il moto della loro volontà, cosicchè realizza per mezzo di ''si quello che per mezzo di essi egli stes so ha voluto realizzare: ed egli assolutamente non sa volere qualcosa d'ingiusto. Ecco quello che un uomo di Dio disse al re Amessia: Non venga con te un esercito 'Amie, infatti il Signore non è con Israe m nessuno dei figli di Efrem; perchè il Signore ti volgerà in fuga davanti ai ne mici, perchè è facoltà di Dio sia sostene re sia volgere in fuga. Per qual motivo la potenza di Dio sostiene alcuni in guerra col dare loro la fiducia, mentre altri li volge in fuga ispirando loro timore, se non è perchè Colui che in cielo e in terra compie qualunque cosa vuole (cf. Sai 135,6), opera anche sui cuori degli uomini? Possiamo leggere quello che disse Ioas re d'I sraele, quando mandò un nunzio al re Amessia che voleva combattere con lui. Infatti dopo altre parole dice: Ora rimani nella tua casa. Perchè ti aizzi il male e vuoi cadere tu e Giuda con te? (2 Re 14, 10). Poi la Scrittura aggiunge: E Amessia non dette ascolto; perchè era volere di Dio che egli fosse consegnato in mano a Ioas, perchè avevano onorato gli dèi di Edom. Ecco: Dio, volendo punire il peccato di idolatria, operò tutto questo nel cuore di colui contro il quale era certo giustamente irato, ed egli non udì il monito di salvezza, ma lo disprezzo per andare in una guerra dove cadde con il suo esercito.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia