Cronologia dei paragrafi

Oppressione degli Ebrei
Nascita di mosè
Fuga si mosè in Madian
Vocazione di mosè
Il roveto ardente
Missione di mosè
Rivelazione del nome divino
Istruzioni sulla missione di mosè
Spogliazione degli Egiziani
Potere taumaturgico concesso a mosè
Aronne interprete di mosè
Ritorno di mosè in Egitto. Partenza da Madiam
Circoncisione del figlio di mosè
Incontro con Aronne
Primo incontro con il Faraone
Istruzioni ai capi dei lavori forzati
Recriminazione degli scribi e del popolo
Nuovo racconto della vocazione di mosè
Genealogia di mosè e di Aronne
Ripresa del racconto della vocazione di mosè
Il bastone cambiato in serpente
1a piaga: l'acqua cambiata in sangue
2a piaga: le rane
3a piaga: le zanzare
4a piaga: i mosconi
5a piaga: mortalità' del bestiame
6a piaga: le ulcere
7a piaga: la grandine
8a piaga: le cavallette
9a piaga: le tenebre
Annuncio della morte dei primogeniti
La pasqua
La festa degli azzimi
Prescrizioni per la pasqua
1a piaga: morte dei primogeniti
Spogliazione degli Egiziani
Partenza di Israele
Prescrizioni sulla pasqua
I primogeniti e gli azzimi
Ancora i primogeniti
Partenza degli Israeliti
Da Etam al mar Rosso
Gli Egiziani inseguono Israele
Miracolo del mare
Canto di vittoria
Mara
La manna e le quaglie
L'acqua scaturita dalla roccia
Combattimento contro Amalek
Incontro di Ietro e di mosè
Istituzione dei giudici
Arrivo al Sinai
Promessa dell'alleanza
Preparazione dell'alleanza
La teofania
Il decalogo
Legge dell'altare
Leggi sugli schiavi
Omicidio
Colpi e ferite
Furti di animali
Delitti che esigono un indennizzo
Violenza a una vergine
Leggi morali e religiose
Primizie e primogeniti
La giustizia. I doveri verso i nemici
Anno sabbatico e sabato
Feste d'Israele
Promesse e istruzioni per l'ingresso in Canaan
3. Conclusione dell'alleanza
mosè sul monte
Contributo per il santuario
La tenda e il suo arredamento. L'arca
Tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
La dimora. Le stoffe e la copertura
Il legname
Il velo
L'altare degli olocausti
L'atrio
L'olio per il candelabro
Gli abiti dei sacerdoti
L'efod
Il pettorale
Il manto
Il segno della consacrazione
Abiti dei sacerdoti
Consacrazione di Aronne e dei suoi figli. Preparazione
Purificazione. Abiti indossati. Unzione
Offerte
Investitura dei sacerdoti
Pasto sacro
Consacrazione dell'altare degli olocausti
Olocausto quotidiano
Altare dei profumi
Imposta per il censimento
La conca
L'olio dell'unzione
Il profumo
Gli operai del santuario
Riposo sabbatico
Consegna a mosè delle tavole della legge
Il vitello d'oro
Il Signore avverte mosè
Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

Oppressione degli Ebrei (eso 1,8-99)

1:8 Allora sorse sull'Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe. 9 Egli disse al suo popolo: "Ecco che il popolo dei figli d'Israele è più numeroso e più forte di noi. 10 Cerchiamo di essere avveduti nei suoi riguardi per impedire che cresca, altrimenti, in caso di guerra, si unirà ai nostri avversari, combatterà contro di noi e poi partirà dal paese". 11 Perciò vennero imposti loro dei sovrintendenti ai lavori forzati, per opprimerli con le loro angherie, e così costruirono per il faraone le città-deposito, cioè Pitom e Ramses. 12 Ma quanto più opprimevano il popolo, tanto più si moltiplicava e cresceva, ed essi furono presi da spavento di fronte agli Israeliti. 13 Per questo gli Egiziani fecero lavorare i figli d'Israele trattandoli con durezza. 14 Resero loro amara la vita mediante una dura schiavitù, costringendoli a preparare l'argilla e a fabbricare mattoni, e ad ogni sorta di lavoro nei campi; a tutti questi lavori li obbligarono con durezza. 15 Il re d'Egitto disse alle levatrici degli Ebrei, delle quali una si chiamava Sifra e l'altra Pua: 16 "Quando assistete le donne ebree durante il parto, osservate bene tra le due pietre: se è un maschio, fatelo morire; se è una femmina, potrà vivere". 17 Ma le levatrici temettero Dio: non fecero come aveva loro ordinato il re d'Egitto e lasciarono vivere i bambini. 18 Il re d'Egitto chiamò le levatrici e disse loro: "Perchè avete fatto questo e avete lasciato vivere i bambini?". 19 Le levatrici risposero al faraone: "Le donne ebree non sono come le egiziane: sono piene di vitalità. Prima che giunga da loro la levatrice, hanno già partorito!". 20 Dio beneficò le levatrici. Il popolo aumentò e divenne molto forte. 21 E poichè le levatrici avevano temuto Dio, egli diede loro una discendenza. 22 Allora il faraone diede quest'ordine a tutto il suo popolo: "Gettate nel Nilo ogni figlio maschio che nascerà, ma lasciate vivere ogni femmina".

1:8 1:8 Or sorse un nuovo re soproa l'Egitto, il qual non avea conosciuto Giuseppe. 9 1:9 Costui disse al suo popolo: Ecco, il popolo de' figliuoli d'Israele e' piu' grande e piu' possente di noi. 10 1:10 Ora procediamo saggiamente intorno ad esso. che talora non moltiplichi. onde, se alcuna guerra avvenisse, egli non si congiunga anche esso co' nostri nemici, e non guerreggi contro a noi, o se ne vada via dal paese. 11 1:11 Furono adunque costituiti soproa il popolo d'Israele commissari d'angherie, per affliggerlo con le lor gravezze. E il popolo edifico' a Faraone delle citta' da magazzini, cioe', Pitom e Raamses. 12 1:12 Ma quanto piu' l'affliggevano, tanto piu' cresceva, e tanto piu' moltiplicava fuor di modo. onde gli Egizj portavano gran noia de' figliuoli d'Israele. 13 1:13 E gli Egizj facevano servire i figliuoli d'Israele con asproezza. 14 1:14 E li facevano vivere in amaritudine, con dura servitu', adoperandoli intorno all'argilla, e a' mattoni, e ad ogni servigio de' campi. tutta la servitu', nella quale li adoperavano, era con asproezza. 15 1:15 Il re di Egitto disse ancora alle levatrici delle donne Ebree, il nome dell'una delle quali era Sifra, e quel dell'altra Pua: 16 1:16 Quando voi ricoglierete i parti delle donne Ebree, e le vedrete in su la seggiola, se il parto e' un figliuol maschio, uccidetelo. ma se e' una figliuola femmina, lasciatela vivere. 17 1:17 Ma quelle levatrici temettero Iddio, e non fecero secondo che il re di Egitto avea loro detto. anzi lasciarono vivere i fanciulli. 18 1:18 E il re di Egitto chiamo' le levatrici, e disse loro: Perche' avete voi fatto questo, di lasciar vivere i fanciulli? 19 1:19 E le levatrici dissero a Faraone: Le donne Ebree non sono come l'Egizie, perciocche' sono vigorose. avanti che la levatrice sia venuta a loro, hanno partorito. 20 1:20 E Iddio fece del bene a quelle levatrici. e il popolo crebbe, e divenne grandemente possente. 21 1:21 E perche' quelle levatrici temettero Iddio, egli edifico' loro delle case. 22 1:22 Allora Faraone comando' a tutto il suo popolo, dicendo: Gittate nel fiume ogni figliuol maschio che nascera', e lasciate vivere tutte le figliuole femmine.

1:8 1:8 Or sorse soproa l'Egitto un nuovo re, che non avea conosciuto Giuseppe. 9 1:9 Egli disse al suo popolo: 'Ecco, il popolo de' figliuoli d'Israele e' piu' numeroso e piu' potente di noi. 10 1:10 Orsu', usiamo proudenza con essi. che non abbiano a moltiplicare e, in caso di guerra, non abbiano a unirsi ai nostri nemici e combattere contro di noi e poi andarsene dal paese'. 11 1:11 Stabilirono dunque soproa Israele de' soproastanti ai lavori, che l'opproimessero con le loro angherie. Ed esso edifico' a Faraone le citta' di approvvigionamento, Pi-thom e Raamses. 12 1:12 Ma piu' l'opproimevano, e piu' il popolo moltiplicava e s'estendeva. e gli Egiziani proesero in avversione i figliuoli d'Israele, 13 1:13 e fecero servire i figliuoli d'Israele con asproezza, 14 1:14 e amareggiaron loro la vita con una dura servitu', adoproandoli nei lavori d'argilla e di mattoni, e in ogni sorta di lavori nei campi. E imponevano loro tutti questi lavori, con asproezza. 15 1:15 Il re d'Egitto parlo' anche alle levatrici degli Ebrei, delle quali l'una si chiamava Scifra e l'altra Pua. E disse: 16 1:16 'Quando assisterete le donne ebree al tempo del parto, e le vedrete sulla seggiola, se e' un maschio, uccidetelo. ma se e' una femmina, lasciatela vivere'. 17 1:17 Ma le levatrici temettero Iddio, e non fecero quello che il re d'Egitto aveva ordinato loro. lasciarono vivere i maschi. 18 1:18 Allora il re d'Egitto chiamo' le levatrici, e disse loro: 'Perchè avete fatto questo, e avete lasciato vivere i maschi?' 19 1:19 E le levatrici risposero a Faraone: 'Egli e' che le donne ebree non sono come le egiziane, sono vigorose, e, proima che la levatrice arrivi da loro, hanno partorito'. 20 1:20 E Dio fece del bene a quelle levatrici. e il popolo moltiplico' e divenne oltremodo potente. 21 1:21 E perchè quelle levatrici temettero Iddio, egli fece prosperare le loro case. 22 1:22 Allora Faraone diede quest'ordine al suo popolo: 'Ogni maschio che nasce, gettatelo nel fiume. ma lasciate vivere tutte le femmine'.

1:8 1:8 Sorse soproa l'Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe. 9 1:9 Egli disse al suo popolo: 'Ecco, il popolo dei figli d'Israele è più numeroso e più potente di noi. 10 1:10 Usiamo proudenza con esso, affinchè non si moltiplichi e, in caso di guerra, non si unisca ai nostri nemici per combattere contro di noi e poi andarsene dal paese'. 11 1:11 Stabilirono dunque soproa Israele dei sorveglianti ai lavori, per opproimerlo con le loro angherie. Israele costruò al faraone le cittó che servivano da magazzini, Pi-tom e Ramses. 12 1:12 Ma quanto più lo opproimevano, tanto più il popolo si moltiplicava e si estendeva. e gli Egiziani nutrirono avversione per i figli d'Israele. 13 1:13 Cosò essi obbligarono i figli d'Israele a lavorare duramente. 14 1:14 Amareggiarono la loro vita con una rigida schiavitù, adoperandoli nei lavori d'argilla e di mattoni e in ogni sorta di lavori nei campi. Imponevano loro tutti questi lavori con asproezza. 15 1:15 Il re d'Egitto parlò anche alle levatrici ebree, delle quali una si chiamava Sifra e l'altra Pua, e disse: 16 1:16 'Quando assisterete le donne ebree al tempo del parto, quando sono sulla sedia, se è un maschio, fatelo morire. se è una femmina, lasciatela vivere'. 17 1:17 Ma le levatrici temettero Dio, non fecero quello che il re d'Egitto aveva ordinato loro e lasciarono vivere anche i maschi. 18 1:18 Allora il re d'Egitto chiamò le levatrici e disse loro: 'Perchè avete fatto questo e avete lasciato vivere i maschi?'. 19 1:19 Le levatrici risposero al faraone: 'Le donne ebree non sono come le egiziane. esse sono vigorose e, proima che la levatrice arrivi da loro, hanno partorito'. 20 1:20 Dio fece del bene a quelle levatrici. Il popolo si moltiplicò e divenne molto potente. 21 1:21 Poichè quelle levatrici avevano temuto Dio, egli fece prosperare le loro case. 22 1:22 Allora il faraone diede quest'ordine al suo popolo: 'Ogni maschio che nasce, gettatelo nel Fiume, ma lasciate vivere tutte le femmine'.

1:8 1:8 Or sorse soproa l’Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe. 9 1:9 Egli disse al suo popolo: ’Ecco, il popolo dei figli d’Israele è più numeroso e più forte di noi. 10 1:10 Orsù, usiamo astuzia nei loro confronti, perchè non si moltiplichino e, in caso di guerra non abbiano a unirsi ai nostri nemici e combattere contro di noi, e poi andarsene dal paese'. 11 1:11 Stabilirono dunque su di loro dei sovrintendenti ai lavori, che li opproimessero con le loro angherie. Così essi costruirono al Faraone le cittó-deposito, Pithom e Ra-amses. 12 1:12 Ma più li opproimevano, più essi moltiplicavano e si estendevano. per questo gli Egiziani giunsero a temere grandemente i figli d’Israele, 13 1:13 e gli Egiziani costrinsero i figli d’Israele a servire con asproezza, 14 1:14 e amareggiarono la loro vita con una dura schiavitù, nei lavori d’argilla e di mattoni e in ogni sorta di lavori nei campi. Li obbligavano a fare tutti questi lavori con asproezza. 15 1:15 Il re d’Egitto parlò anche alle levatrici ebree, delle quali una si chiamava Sci-frah e l’altra si chiamava Puah, e disse: 16 1:16 ’Quando assisterete le donne ebree partorienti, e le vedrete sul sedile del parto, se è un maschio, uccidetelo. ma se è una femmina, lasciatela vivere'. 17 1:17 Ma le levatrici ebbero timore di DIO e non fecero come il re d’Egitto aveva loro comandato, e lasciarono in vita i bambini maschi. 18 1:18 Allora il re d’Egitto chiamò le levatrici e disse loro: ’Perchè avete fatto questo e avete lasciato in vita i bambini maschi?'. 19 1:19 Le levatrici risposero al Faraone: ’Perchè le donne ebree non sono come le egiziane, ma sono vigorose e, proima che la levatrice arrivi da loro, hanno gió partorito'. 20 1:20 Or DIO fece del bene a quelle levatrici. e il popolo moltiplicò e divenne straordinariamente forte. 21 1:21 Così, perchè quelle levatrici temevano DIO, egli diede loro famiglie in proproio. 22 1:22 Allora il Faraone diede quest’ordine a tutto il suo popolo dicendo: ’Ogni maschio che nasce, gettatelo nel fiume. ma lasciate in vita tutte le femmine'.

1:8 Allora sorse sull'Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe. 9 E disse al suo popolo: ""Ecco che il popolo dei figli d'Israele è più numeroso e più forte di noi. 10 Prendiamo provvedimenti nei suoi riguardi per impedire che aumenti, altrimenti, in caso di guerra, si unirà ai nostri avversari, combatterà contro di noi e poi partirà dal paese"". 11 Allora vennero imposti loro dei sovrintendenti ai lavori forzati per opprimerli con i loro gravami, e così costruirono per il faraone le città-deposito, cioè Pitom e Ramses. 12 Ma quanto più opprimevano il popolo, tanto più si moltiplicava e cresceva oltre misura; si cominciò a sentire come un incubo la presenza dei figli d'Israele. 13 Per questo gli Egiziani fecero lavorare i figli d'Israele trattandoli duramente. 14 Resero loro amara la vita costringendoli a fabbricare mattoni di argilla e con ogni sorta di lavoro nei campi: e a tutti questi lavori li obbligarono con durezza. 15 Poi il re d'Egitto disse alle levatrici degli Ebrei, delle quali una si chiamava Sifra e l'altra Pua: 16 ""Quando assistete al parto delle donne ebree, osservate quando il neonato è ancora tra le due sponde del sedile per il parto: se è un maschio, lo farete morire; se è una femmina, potrà vivere"". 17 Ma le levatrici temettero Dio: non fecero come aveva loro ordinato il re d'Egitto e lasciarono vivere i bambini. 18 Il re d'Egitto chiamò le levatrici e disse loro: ""Perchè avete fatto questo e avete lasciato vivere i bambini?"". 19 Le levatrici risposero al faraone: ""Le donne ebree non sono come le egiziane: sono piene di vitalità: prima che arrivi presso di loro la levatrice, hanno già partorito!"". 20 Dio beneficò le levatrici. Il popolo aumentò e divenne molto forte. 21 E poichè le levatrici avevano temuto Dio, egli diede loro una numerosa famiglia. 22 Allora il faraone diede quest'ordine a tutto il suo popolo: ""Ogni figlio maschio che nascerà agli Ebrei, lo getterete nel Nilo, ma lascerete vivere ogni figlia"".

Mappa

Commento di un santo

Consideriamo noi stessi, o fratelli: siamo stati tratti fuori dall'Egitto, dove eravamo schiavi del diavolo come i giudei del Faraone, dove, asserviti ai desideri terreni, attendevamo ad opere di fango, logorando le nostre forze. E infatti, come se fossimo a fabbricare mattoni, Cristo ci ha gridato: Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi (Mt 11, 28). Tratti fuori di là mediante il battesimo, come attraverso il Mar Rosso rosso perchè consacrato dal sangue di Cristo , morti tutti i nostri nemici che c'inseguivano distrutti cioè tutti i nostri peccati , siamo riusciti a passare.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-15°lunedi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(mat 10,34-42.11,1-1)}; (Eso 1,8-14.1,22-99)}; (sal 124,1-8)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia