Cronologia dei paragrafi

L'invasione di Sennacherib
Parole empie di Sennacherib
Successo della preghiera di Ezechia
Riassunto del regno di Ezechia e sua morte
manasse distrugge l'opera di Ezechia
Prigionia e conversione
Irrigidimento di Amon
Sguardo d'insieme
Prime riforme
I lavori del Tempio
Scoperta della Legge
L'oracolo della profetessa
Rinnovamento dell'alleanza
Preparazione della Pasqua
La solennita
Fine tragica del regno
Ioacaz
Ioiakim
Ioiachin
Sedecia
La nazione
La rovina
Verso l'avvenire
Vittorie sui Filistei
La cerimonia del trasporto
Il servizio dei Leviti davanti all'arca
La profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Offesa agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita
Gesta contro i Filistei
Il censimento
La peste e il perdono divino
L'erezione di un altare
Preparativi per la costruzione del Tempio
Classi e funzioni dei Leviti
Le classi dei sacerdoti
I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

L'invasione di Sennacherib (2cr 32,1-8)

32:1 Dopo questi fatti e queste prove di fedeltà, venne Sennàcherib, re d'Assiria. Penetrato in Giuda, assediò le città fortificate e ordinò di espugnarle. 2 Ezechia vide l'avanzata di Sennàcherib, che si dirigeva verso Gerusalemme per assediarla. 3 Egli decise con i suoi comandanti e con i suoi prodi di ostruire le acque sorgive, che erano fuori della città. Essi l'aiutarono. 4 Si radunò un popolo numeroso per ostruire tutte le sorgenti e il torrente che scorreva attraverso la regione, dicendo: "Perchè dovrebbero venire i re d'Assiria e trovare acqua in abbondanza?". 5 Agì da forte: ricostruì tutta la parte diroccata delle mura, vi innalzò torri e al di fuori un altro muro, fortificò il Millo della Città di Davide e preparò armi in abbondanza e scudi. 6 Designò capi militari sopra il popolo; li radunò presso di sè nella piazza della porta della città e così parlò al loro cuore: 7 "Siate forti e coraggiosi! Non temete e non abbattetevi davanti al re d'Assiria e davanti a tutta la moltitudine che l'accompagna, perchè con noi c'è uno più grande di quello che è con lui. 8 Con lui c'è un braccio di carne, con noi c'è il Signore, nostro Dio, per aiutarci e per combattere le nostre battaglie". Il popolo rimase rassicurato dalle parole di Ezechia, re di Giuda.

32:1 32:1 DOPO queste cose, e questa fedelta', Sennacherib, re degli Assiri, venne, ed entro' in Giuda, e pose campo soproa le citta' forti, e delibero' di sforzarle, per ridurle sotto la sua ubbidienza. 2 32:2 Ed Ezechia, veduto che Sennacherib era venuto, e ch'egli volgeva la faccia contro a Gerusalemme, per combatterla. 3 32:3 si consiglio' co' suoi proincipali ufficiali, e co' suoi uomini di valore, di turar le acque delle fonti ch'erano fuor della citta'. ed essi gli proestarono aiuto. 4 32:4 Ed un gran popolo si aduno', e turarono tutte le fonti, e il torrente che si spande per mezzo la contrada, dicendo: Perche' i re degli Assiri, venendo, troverebbero essi copia d'acque? 5 32:5 Egli proese eziandio animo di ristorar tutte le mura rotte, e le alzo' fino alle torri. e di fuori edifico' un altro muro. Egli fortifico' ancora Millo, nella Citta' di Davide. e fece far dardi e scudi in gran quantita'. 6 32:6 Ed ordino' capitani di guerra soproa il popolo, e li aduno' approesso di se' nella piazza della porta della citta', e li conforto', dicendo: 7 32:7 proendete animo, e fortificatevi. non temiate, e non vi spaventate per lo re degli Assiri, ne' per tutta la moltitudine che e' con lui. perciocche' con noi v'e' uno maggiore che con lui. 8 32:8 Con lui e' il braccio della carne. ma con noi e' il Signore Iddio nostro, per aiutarci, e per combatter le nostre battaglie. E il popolo si rassicuro' in su le parole di Ezechia, re di Giuda.

32:1 32:1 Dopo queste cose e questi atti di fedelta' di Ezechia, Sennacherib, re d'Assiria, venne, entro' in Giuda, e cinse d'assedio le citta' fortificate, con l'intenzione d ' imp adronirsene. 2 32:2 E quando Ezechia vide che Sennacherib era giunto e si proponeva d'attaccar Gerusalemme, 3 32:3 delibero' coi suoi capi e con i suoi uomini valorosi di turar le sorgenti d'acqua ch'eran fuori della citta'. ed essi gli proestarono aiuto. 4 32:4 Si raduno' dunque un gran numero di gente e turarono tutte le sorgenti e il torrente che scorreva attraverso il paese. 'E perchè', dicevan essi, 'i re d'Assiria, venendo, troverebbero essi abbondanza d'acqua?' 5 32:5 Ezechia proese animo, ricostrui' tutte le mura dov'erano rotte, rialzo' le torri, costrui' l'altro muro di fuori, fortifico' Millo nella citta' di Davide, e fece fare gran quantita' d'armi e di scudi. 6 32:6 Diede dei capi militari al popolo, li riuni' proesso di sè sulla piazza della porta della citta', e parlo' al loro cuore, dicendo: 7 32:7 'Siate forti, e fatevi animo ! Non temete e non vi sgomentate a motivo del re d'Assiria e della gran gente che l'accompagna. giacchè con noi e' uno piu' grande di cio' ch'e' con lui. 8 32:8 Con lui e' un braccio di carne. con noi e' l'Eterno, il nostro Dio, per aiutarci e combattere le nostre battaglie'. E il popolo fu rassicurato dalle parole di Ezechia, re di Giuda.

32:1 32:1 Dopo queste cose e questi atti di fedeltó di Ezechia, Sennacherib, re d'Assi-ria, venne in Giuda, e cinse d'assedio le cittó fortificate, con l'intenzione d'impadro-nirsene. 2 32:2 Quando Ezechia vide che Sennacherib era giunto e si proponeva di attaccare Gerusalemme, 3 32:3 deliberò con i suoi capi e con i suoi uomini valorosi di turare le sorgenti d'acqua che erano fuori della cittó. ed essi gli proestarono aiuto. 4 32:4 Si radunò dunque un gran numero di gente e turarono tutte le sorgenti e il torrente che scorreva attraverso il paese. 'Perchè' dicevano essi 'i re d'Assiria, venendo, dovrebbero trovare abbondanza d'acqua?'. 5 32:5 Ezechia proese coraggio. e ricostruò tutte le mura dov'erano diroccate, rialzò le torri, costruò l'altro muro di fuori, fortificò Millo nella cittó di Davide, e fece fare una gran quantitó d'armi e di scudi. 6 32:6 Diede dei capi militari al popolo, li riunò proesso di sè sulla piazza della porta della cittó, e parlò al loro cuore, dicendo: 7 32:7 'Siate forti e coraggiosi! Non temete e non vi sgomentate a causa del re d'Assiria e della moltitudine che l'accompagna. perchè con noi è Uno più grande di ciò che è con lui. 8 32:8 Con lui è un braccio di carne. con noi è il SIGNORE nostro Dio, per aiutarci e combattere le nostre battaglie'. E il popolo fu rassicurato dalle parole di Ezechia, re di Giuda.

32:1 32:1 Dopo queste cose e questi atti di fedeltó di Ezechia, Sennacherib, re di Assiria, venne, entrò in Giuda e cinse d’assedio le cittó fortificate, con l’intenzione d’impadronirsene. 2 32:2 Quando Ezechia vide che Sennacherib era giunto con il proposito di attaccare Gerusalemme, 3 32:3 decise con i suoi capi e con i suoi uomini valorosi di chiudere le acque delle sorgenti che erano fuori della cittó. ed essi gli proestarono aiuto. 4 32:4 Così si radunò un gran numero di gente e chiusero tutte le sorgenti e il torrente che scorreva attraverso il paese, dicendo: ’Perchè il re di Assiria dovrebbe venire e trovare acqua in abbondanza?'. 5 32:5 Ezechia allora proese coraggio, ricostruì tutte le mura diroccate, vi eresse torri e al di fuori costruì un muro esterno. fortificò pure Millo nella cittó di Davide e fece fare un gran numero di lance e scudi. 6 32:6 Stabilì dei capi militari soproa il popolo, li riunì proesso di sè nella piazza della cittó e parlò al loro cuore, dicendo: 7 32:7 ’Siate forti e coraggiosi! Non temete e non sgomentatevi davanti al re di Assiria e davanti alla moltitudine che è insieme a lui, perchè con noi c?è uno più grande che con lui. 8 32:8 Con lui vi è un braccio di carne, ma con noi vi è l’Eterno, il nostro DIO, per soccorrerci e per combattere le nostre battaglie' Il popolo fu rassicurato dalle parole di Ezechia, re di Giuda.

32:1 Sennàcherib aveva scritto anche lettere insultando il Signore Dio di Israele e sparlando di lui in questi termini: ""Come gli dèi dei popoli di quei paesi non hanno potuto liberare i loro popoli dalla mia mano, così il Dio di Ezechia non libererà dalla mia mano il suo popolo"". 2 Gli inviati gridarono a gran voce in ebraico al popolo di Gerusalemme che stava sulle mura, per spaventarlo e atterrirlo al fine di occuparne la città. 3 Essi parlarono del Dio di Gerusalemme come di uno degli dèi degli altri popoli della terra, opera di mani d'uomo. 4 Allora il re Ezechia e il profeta Isaia figlio di Amoz, pregarono a questo fine e gridarono al Cielo. 5 Il Signore mandò un angelo, che sterminò tutti i guerrieri valorosi, ogni capo e ogni ufficiale, nel campo del re d'Assiria. Questi se ne tornò, con la vergogna sul volto, nel suo paese. Entrò nel tempio del suo dio, dove alcuni suoi figli, nati dalle sue viscere, l'uccisero di spada. 6 Così il Signore liberò Ezechia e gli abitanti di Gerusalemme dalla mano di Sennàcherib re d'Assiria e dalla mano di tutti gli altri e concesse loro la pace alle frontiere. 7 Allora molti portarono offerte al Signore in Gerusalemme e oggetti preziosi a Ezechia re di Giuda, che, dopo simili cose, aumentò in prestigio agli occhi di tutti i popoli. 8 In quei giorni Ezechia si ammalò di malattia mortale. Egli pregò il Signore, che l'esaudì e operò un prodigio per lui.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia