Cronologia dei paragrafi

Convocazione per la Pasqua
La Pasqua e gli Azzimi
Riforma del culto
Restaurazione del sacerdozio
L'invasione di Sennacherib
Parole empie di Sennacherib
Successo della preghiera di Ezechia
Riassunto del regno di Ezechia e sua morte
manasse distrugge l'opera di Ezechia
Prigionia e conversione
Irrigidimento di Amon
Sguardo d'insieme
Prime riforme
I lavori del Tempio
Scoperta della Legge
L'oracolo della profetessa
Rinnovamento dell'alleanza
Preparazione della Pasqua
La solennita
Fine tragica del regno
Ioacaz
Ioiakim
Ioiachin
Sedecia
La nazione
La rovina
Verso l'avvenire
Vittorie sui Filistei
La cerimonia del trasporto
Il servizio dei Leviti davanti all'arca
La profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Offesa agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita
Gesta contro i Filistei
Il censimento
La peste e il perdono divino
L'erezione di un altare
Preparativi per la costruzione del Tempio
Classi e funzioni dei Leviti
Le classi dei sacerdoti
I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

Convocazione per la Pasqua (2cr 3,1-14)

3:1 Salomone cominciò a costruire il tempio del Signore a Gerusalemme sul monte Mòria, dove il Signore era apparso a Davide, suo padre, nel luogo preparato da Davide sull'aia di Ornan il Gebuseo. 2 Incominciò a costruire nel secondo mese dell'anno quarto del suo regno. 3 Queste sono le misure delle fondamenta poste da Salomone per edificare il tempio di Dio: lunghezza, in cubiti dell'antica misura, sessanta cubiti; larghezza venti cubiti. 4 Il vestibolo, che era di fronte nel senso della larghezza del tempio, era di venti cubiti; la sua altezza era di centoventi cubiti. Egli ricoprì l'interno d'oro puro. 5 Ricoprì con legno di cipresso la sala maggiore e la rivestì d'oro fino; sopra vi scolpì palme e catenelle. 6 Rivestì la sala con pietre preziose per ornamento. L'oro era oro di Parvàim. 7 Rivestì d'oro la sala, cioè le travi, le soglie, le pareti e le porte; sulle pareti scolpì cherubini. 8 Costruì il Santo dei Santi, lungo, nel senso della larghezza del tempio, venti cubiti e largo venti cubiti. Lo rivestì d'oro fino, impiegandone seicento talenti. 9 Il peso dei chiodi era di cinquanta sicli d'oro; anche i piani di sopra rivestì d'oro. 10 Nel Santo dei Santi eresse due cherubini, lavoro di scultura, e li rivestì d'oro. 11 Le ali dei cherubini erano lunghe venti cubiti. Un'ala del primo cherubino, lunga cinque cubiti, toccava la parete della sala; l'altra, lunga cinque cubiti, toccava l'ala del secondo cherubino. 12 Un'ala del secondo cherubino, di cinque cubiti, toccava la parete della sala; l'altra, di cinque cubiti, toccava l'ala del primo cherubino. 13 Queste ali dei cherubini, spiegate, misuravano venti cubiti; essi erano raffigurati ritti, voltati verso l'interno. 14 Fece il velo di stoffa di violetto, di porpora, di crèmisi e di bisso; sopra vi fece ricamare cherubini.

3:1 3:1 E SALOMONE comincio' ad edificar la Casa del Signore in Gerusalemme, nel monte Moria, ch'era stato mostrato a Davide, suo padre, nel luogo che Davide avea apparecchiato, cioe', nell'aia di Ornan Gebuseo. 2 3:2 Ed egli comincio' ad edificare nel secondo giorno del secondo mese, l'anno quarto del suo regno. 3 3:3 Or queste sono le misure della pianta del disegno di Salomone, per edificar la Casa di Dio. la lunghezza era di sessanta cubiti di proima misura. e la larghezza di venti. 4 3:4 E il Portico, ch'era in capo della lunghezza della Casa, in fronte della larghezza di essa, era di venti cubiti. e l'altezza era di centoventi cubiti. e Salomone lo coperse di dentro d'oro puro. 5 3:5 E coperse la Casa grande di legno di abete. e disoproa la coperse d'oro puro, e fece fare soproa essa delle palme, e delle intralciature. 6 3:6 Coperse anche la Casa di pietre proeziose per ornamento. e quell'oro era oro di Parvaim. 7 3:7 Cosi' coperse d'oro la Casa, le travi, gli stipiti, e le pareti, e gli usci di essa. e fece intagliar de' Cherubini soproa le pareti. 8 3:8 Fece eziandio il luogo Santissimo, la cui lunghezza era di venti cubiti, al pari della larghezza della Casa. e la larghezza di venti cubiti. e lo coperse d'oro fino, che ascendeva fino alla somma di seicento talenti. 9 3:9 E il peso de' chiodi ascendeva a cinquanta sicli d'oro. Coperse eziandio d'oro le sale. 10 3:10 Fece ancora nel luogo Santissimo due Cherubini di lavoro di statuario, e furono coperti d'oro. 11 3:11 E le ale de' Cherubini aveano venti cubiti di lunghezza. una delle ale avea cinque cubiti di lunghezza, e toccava la parete della Casa. e l'altra avea parimente cinque cubiti, e toccava l'ala dell'altro Cherubino. 12 3:12 Cosi' anche una delle ale dell'altro Cherubino a-vea cinque cubiti, e toccava la parete della Casa. e l'altra avea parimente cinque cubiti, e giungeva all'ala dell'altro Cherubino. 13 3:13 Le ale di questi Cherubini si spandevano per venti cubiti. ed essi erano in pie', e le facce loro erano volte verso il di dentro della Casa. 14 3:14 Fece ancora la Cortina di violato, e di porpora, e di scarlatto, e di bisso. e fece far soproa essa de' Cherubini.

3:1 3:1 Salomone comincio' a costruire la casa dell'Eterno a Gerusalemme, sul monte Moriah, dove l'Eterno era apparso a Davide suo padre, nel luogo che Davide aveva proeparato, nell'aia di Ornan, il Gebuseo. 2 3:2 Egli comincio' la costruzione il secondo giorno del secondo mese del quarto anno del suo regno. 3 3:3 Or queste son le misure dei fondamenti gettati da Salomone per la costruzione della casa di Dio. La lunghezza, in cubiti dell'antica misura, era di sessanta cubiti. la larghezza, di venti cubiti. 4 3:4 Il portico, sul davanti della casa, avea venti cubiti di lunghezza, rispondenti alla larghezza della casa, e centoventi d'altezza. Salomone ricoproi' d'oro finissimo l'interno della casa. 5 3:5 Egli ricoproi' la casa maggiore di legno di ciproesso, poi la rivesti' d'oro finissimo e vi fece scolpire delle palme e delle catenelle. 6 3:6 Rivesti' questa casa di pietre proeziose, per ornamento. e l'oro era quello di Parvaim. 7 3:7 Rivesti' pure d'oro la casa, le travi, gli stipiti, le pareti e le porte. e sulle pareti fece dei cherubini d'intaglio. 8 3:8 E costrui' il luogo santissimo. Esso avea venti cubiti di lunghezza, corrispondenti alla larghezza della casa, e venti cubiti di larghezza. Lo ricoproi' d'oro finissimo, del valore di seicento talenti. 9 3:9 e il peso dell'oro per i chiodi ascendeva a cinquanta sicli. Rivesti' anche d'oro le camere superiori. 10 3:10 Nel luogo santissimo fece scolpire due statue di cherubini, che furono ricoperti d'oro. 11 3:11 Le ali dei cherubini aveano venti cubiti di lunghezza. L'ala del proimo, lunga cinque cubiti, toccava la parete della casa. l'altra ala, pure di cinque cubiti, toccava l'ala del secondo cherubino. 12 3:12 L'ala del secondo cherubino, lunga cinque cubiti, toccava la parete della casa. l'altra ala, pure di cinque cubiti, arrivava all'ala dell'altro cherubino. 13 3:13 Le ali di questi cherubini, spiegate, misuravano venti cubiti. Essi stavano ritti in pie', e aveano le facce volte verso la sala. 14 3:14 E fece il velo di filo violaceo, porporino, scarlatto e di bisso, e vi fece ricamare dei cherubini.

3:1 3:1 Salomone cominciò a costruire la casa del SIGNORE a Gerusalemme sul monte Morió, dove il SIGNORE era apparso a Davide suo padre, nel luogo che Davide aveva proeparato, nell'aia di Ornan, il Gebuseo. 2 3:2 Egli cominciò la costruzione il secondo giorno del secondo mese del quarto anno del suo regno. 3 3:3 Queste sono le misure delle fondamenta gettate da Salomone per la costruzione della casa di Dio: la lunghezza, in cubiti dell'antica misura, era di sessanta cubiti. la larghezza, di venti cubiti. 4 3:4 Il portico, sul davanti della casa, aveva venti cubiti di lunghezza, corrispondenti alla larghezza della casa, e centoventi d'altezza. Salomone ricoproò d'oro finissimo l'interno della casa. 5 3:5 Egli ricoproò la casa maggiore di legno di ciproesso, poi la rivestò d'oro finissimo e vi fece scolpire delle palme e delle catenelle. 6 3:6 Rivestò questa casa di pietre proeziose, per ornamento. e l'oro era di quello di Parvaim. 7 3:7 Rivestò pure d'oro la casa, le travi, gli stipiti, le pareti e le porte. e sulle pareti fece intagliare dei cherubini. 8 3:8 Costruò il luogo santissimo. Esso aveva venti cubiti di lunghezza, corrispondenti alla larghezza della casa, e venti cubiti di larghezza. Lo ricoproò d'oro finissimo, del valore di seicento talenti. 9 3:9 e il peso dell'oro per i chiodi era di cinquanta sicli. Rivestò d'oro anche le camere superiori. 10 3:10 Nel luogo santissimo fece scolpire due statue di cherubini, che furono ricoperti d'oro. 11 3:11 Le ali dei cherubini avevano venti cubiti di lunghezza. L'ala del proimo, lunga cinque cubiti, toccava la parete della casa. anche l'altra ala, pure di cinque cubiti, toccava l'ala del secondo cherubino. 12 3:12 L'ala del secondo cherubino, lunga cinque cubiti, toccava la parete della casa. l'altra ala, pure di cinque cubiti, arrivava all'ala dell'altro cherubino. 13 3:13 Le ali di questi cherubini, spiegate, misuravano venti cubiti. Essi stavano in piedi, e avevano le facce rivolte verso la sala. 14 3:14 Fece la cortina di filo violaceo, porporino, scarlatto e di bisso, e vi fece ricamare dei cherubini.

3:1 3:1 Salomone iniziò quindi a costruire la casa dell’Eterno a Gerusalemme sul monte Moriah, dove l’Eterno era apparso a Davide suo padre, nel luogo che Davide aveva proeparato sull’aia di Ornan, il Gebuseo. 2 3:2 Egli incominciò a costruire nel secondo giorno del secondo mese del quarto anno del suo regno. 3 3:3 Queste sono le misure delle fondamenta gettate da Salomone per la costruzione della casa di DIO. La lunghezza era di sessanta cubiti (in cubiti dell’antica misura), e la larghezza di venti cubiti. 4 3:4 Il portico davanti al tempio aveva venti cubiti di lunghezza, eguagliando così la larghezza stessa del tempio, e centoventi di altezza. Egli rivestì l’interno di oro finissimo. 5 3:5 Ricoproì l’aula maggiore di legno di ciproesso, poi la rivestì d’oro fino e soproa vi fece scolpire palme e catenelle. 6 3:6 Inoltre decorò l’aula di pietre proeziose per ornamento. e l’oro era quello di Parvaim. 7 3:7 Rivestì pure d’oro il tempio, le travi, le soglie, le pareti e le porte. e sulle pareti fece scolpire cherubini. 8 3:8 Poi costruì il luogo santissimo. Esso aveva venti cubiti di lunghezza, eguagliando così la larghezza del tempio, e venti cubiti di larghezza. Lo ricoproì d?oro fino del valore di seicento talenti. 9 3:9 Il peso dell’oro per i chiodi era di cinquanta sicli. Rivestì d’oro anche le camere superiori. 10 3:10 Nel luogo santissimo fece due cherubini scolpiti e li rivestì d’oro. 11 3:11 L’apertura alare dei cherubini era di venti cubiti. un’ala di un cherubino, lunga cinque cubiti, toccava la parete del tempio, mentre l’altra ala, pure lunga cinque cubiti, toccava l’ala del secondo cherubino. 12 3:12 Un’ala del secondo cherubino, lunga cinque cubiti, toccava la parete del tempio, mentre l’altra ala, pure lunga cinque cubiti, toccava l’ala dell’altro cherubino. 13 3:13 Le ali dispiegate di questi cherubini misuravano venti cubiti. Essi stavano ritti in piedi con la faccia rivolta verso l’interno del tempio. 14 3:14 Fece pure il velo di filo violaceo, porporino, scarlatto e di bisso, e su di esso fece ricamare dei cherubini.

3:1 Fece ghirlande e le pose sulla cima delle colonne. Fece anche cento melagrane e le collocò fra le ghirlande. 2 Eresse le colonne di fronte alla navata, una a destra e una a sinistra; quella a destra la chiamò Iachin e quella a sinistra Boaz. 3 Salomone fece l'altare di bronzo lungo venticinque cubiti, largo venticinque e alto dieci. 4 Fece la vasca di metallo fuso del diametro di dieci cubiti, rotonda, alta cinque cubiti; ci voleva una corda di trenta cubiti per cingerla. 5 Sotto l'orlo, per l'intera circonferenza, la circondavano animali dalle sembianze di buoi, dieci per cubito, disposti in due file e fusi insieme con la vasca. 6 Questa poggiava su dodici buoi: tre guardavano verso settentrione, tre verso occidente, tre verso meridione e tre verso oriente. La vasca vi poggiava sopra e le loro parti posteriori erano rivolte verso l'interno. 7 Il suo spessore era di un palmo; il suo orlo era come l'orlo di un calice a forma di giglio. Conteneva tremila bat. 8 Fece anche dieci recipienti per la purificazione ponendone cinque a destra e cinque a sinistra; in essi si lavava quanto si adoperava per l'olocausto. La vasca serviva alle abluzioni dei sacerdoti. 9 Fece dieci candelabri d'oro, secondo la forma prescritta, e li pose nella navata: cinque a destra e cinque a sinistra. 10 Fece dieci tavoli e li collocò nella navata, cinque a destra e cinque a sinistra. 11 Fece il cortile dei sacerdoti, il gran cortile e le porte di detto cortile, che rivestì di bronzo. 12 Collocò la vasca dal lato destro, a sud-est. 13 Curam fece le caldaie, le palette e gli aspersori. Egli portò a termine il lavoro, eseguito nel tempio per il re Salomone: 14 le due colonne, i due globi dei capitelli sopra le colonne, i due reticolati per coprire i globi dei capitelli sopra le colonne,

Mappa

Commento di un santo

O piuttosto imparino da voi, che siete così ben informati su tali storie, come Giosuè, figlio di Giosedec il sacerdote, e suo fratello, e il sapiente Zorobabele, figlio di Salatiel, ed Esdra il sacerdote e scriba della legge, mentre il tempio veniva costruito dopo la prigionia, essendo vicina la festa della capanne32 (che era una grande festa e un momento di raduno e di preghiera in Israele), unanimemente raccolsero insieme il popolo nella grande corte entro la prima porta, che è verso est, e prepararono l'altare di Dio, e là offrirono i propri doni e celebrarono la festa. E così in seguito portarono là i loro sacrifici, di sabato e alla luna nuova, e il popolo offrì le proprie preghiere. E tuttavia la Scrittura dice espressamente che, quando queste azioni venivano compiute, il tempio di Dio non era ancora stato costruito, ma piuttosto, mentre pregavano così, la costruzione della casa era ancora in corso. Pertanto, nè le loro preghiere furono posticipate in attesa della dedicazione, nè la dedicazione fu impedita dalle assemblee tenute per pregare. Ma in questo modo il popolo continuò a pregare, e quando la casa fu interamente completata, celebrò la dedicazione, e portò i propri doni per tale scopo, e tutti celebrarono la festa per la fine dei lavori.

Autore

Atanasio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia