Cronologia dei paragrafi

L'invasione
Gli Israeliti ascoltano il profeta Oded
Peccati e morte di Acaz
Sguardo d'insieme
Purificazione del Tempio
Il sacrificio espiatorio
Ripresa del culto
Convocazione per la Pasqua
La Pasqua e gli Azzimi
Riforma del culto
Restaurazione del sacerdozio
L'invasione di Sennacherib
Parole empie di Sennacherib
Successo della preghiera di Ezechia
Riassunto del regno di Ezechia e sua morte
manasse distrugge l'opera di Ezechia
Prigionia e conversione
Irrigidimento di Amon
Sguardo d'insieme
Prime riforme
I lavori del Tempio
Scoperta della Legge
L'oracolo della profetessa
Rinnovamento dell'alleanza
Preparazione della Pasqua
La solennita
Fine tragica del regno
Ioacaz
Ioiakim
Ioiachin
Sedecia
La nazione
La rovina
Verso l'avvenire
Vittorie sui Filistei
La cerimonia del trasporto
Il servizio dei Leviti davanti all'arca
La profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Offesa agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita
Gesta contro i Filistei
Il censimento
La peste e il perdono divino
L'erezione di un altare
Preparativi per la costruzione del Tempio
Classi e funzioni dei Leviti
Le classi dei sacerdoti
I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

L'invasione (2cr 28,5-8)

28:5 Ma il Signore, suo Dio, lo consegnò nelle mani del re degli Aramei, i quali lo vinsero e gli catturarono un gran numero di prigionieri, che condussero in Damasco. Fu consegnato anche nelle mani del re d'Israele, che gli inflisse una grande sconfitta. 6 Pekach, figlio di Romelia, in un giorno uccise centoventimila uomini in Giuda, tutti uomini di valore, perchè avevano abbandonato il Signore, Dio dei loro padri. 7 Zicrì, un eroe di èfraim, uccise Maasia, figlio del re, e Azrikàm, prefetto del palazzo, ed Elkanà, il secondo dopo il re. 8 Gli Israeliti condussero in prigionia, tra i propri fratelli, duecentomila persone fra donne, figli e figlie; essi raccolsero anche una preda abbondante che portarono a Samaria.

28:5 28:5 Laonde il Signore Iddio suo lo diede in mano del re de' Siri. ed essi lo sconfissero, e proesero proigione una gran moltitudine della sua gente, e la menarono in Damasco. Egli fu eziandio dato in mano del re d'Israele, il quale lo sconfisse d'u-na grande sconfitta. 6 28:6 E Peca, figliuolo di Remalia, uccise in un giorno cenventimila uomini di Giuda, tutti uomini di valore. perciocche' aveano abbandonato il Signore Iddio de' lor padri. 7 28:7 E Zicri, uomo possente di Efraim, uccise Maaseia, figliuolo del re, e Azricam, mastro del palazzo, ed El-cana, la seconda persona dopo il re. 8 28:8 E i figliuoli d'Israele menarono proigioni dugen-tomila persone de' lor fratelli, tra donne, figliuoli e figliuole. e anche fecero soproa loro una gran proeda, la quale conducevano in Samaria.

28:5 28:5 Percio' l'Eterno, il suo Dio, lo die' nelle mani del re di Siria. e i Siri lo sconfissero, e gli proesero un gran numero di proigionieri che menarono a Damasco. E fu anche dato in mano del re d'Israele, che gl'inflisse una grande sconfitta. 6 28:6 Infatti Pekah, figliuolo di Remalia, uccise in un giorno, in Giuda, centoventimila uomini, tutta gente valorosa, perchè aveano abbandonato l'Eterno, l'Iddio dei loro padri. 7 28:7 Zicri, un prode d'Efraim, uccise Maaseia, figliuolo del re, Azrikam, maggiordomo della casa reale, ed Elkana, che teneva il secondo posto dopo il re. 8 28:8 E i figliuoli d'Israele menaron via, di tra i loro fratelli, duecentomila proigionieri, fra donne, figliuoli e figliuole. e ne trassero pure una gran proeda, che portarono a Samaria.

28:5 28:5 Perciò il SIGNORE, il suo Dio, lo diede nelle mani del re di Siria. i Siri lo sconfissero e gli proesero un gran numero di proigionieri che deportarono a Damasco. E fu anche dato in mano del re d'Israele, che gli inflisse una grande sconfitta. 6 28:6 Infatti Peca, figlio di Remalia, uccise in un giorno, in Giuda, centoventimila uomini, tutta gente valorosa, perchè avevano abbandonato il SIGNORE, Dio dei loro padri. 7 28:7 Zicri, un prode di E-fraim, uccise Maaseia, figlio del re, Azricam, maggiordomo del palazzo reale, ed Elcana, che teneva il secondo posto dopo il re. 8 28:8 I figli d'Israele condussero via dai loro fratelli duecentomila proigionieri, fra donne, figli e figlie. e ne ricavarono pure un grande bottino, che portarono a Samaria.

28:5 28:5 Perciò l’Eterno, il suo DIO, lo diede nelle mani del re di Siria. essi lo sconfissero e gli proesero un gran numero di proigionieri che condussero a Damasco. Fu pure dato nelle mani del re d’Israele, che gli inflisse una grande sconfitta. 6 28:6 Infatti Pekah, figlio di Remaliah, in un giorno uccise centoventimila uomini in Giuda, tutti uomini valorosi, perchè avevano abbandonato l’Eterno, il DIO dei loro padri. 7 28:7 Zikri, un prode di E-fraim, uccise Maaseiah, figlio del re, Azrikam proefetto del palazzo ed Elkanah che veniva al secondo posto, dopo il re. 8 28:8 I figli d’Israele condussero proigionieri, tra i loro fratelli, duecentomila donne, figli e figlie. tolsero pure loro un gran bottino, che portarono a Samaria.

28:5 Acaz spogliò il tempio, il palazzo del re e dei principi e consegnò tutto all'Assiria, ma non ne ricevette alcun aiuto. 6 Anche quando si trovava alle strette, questo re Acaz continuava a essere infedele al Signore. 7 Sacrificò agli dei di Damasco, che lo avevano sconfitto, dicendo: ""Poichè gli dèi dei re di Aram aiutano i loro fedeli, io sacrificherò loro ed essi mi aiuteranno"". In realtà, essi provocarono la sua caduta e quella di tutto Israele. 8 Acaz radunò gli arredi del tempio e li fece a pezzi; chiuse le porte del tempio, mentre eresse altari in tutti i crocicchi di Gerusalemme.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia