Cronologia dei paragrafi

Benedizioni di Giacobbe
Ultimi momenti e morte di Giacobbe
Funerali di Giacobbe
Dalla morte di Giacobbe alla morte di Giuseppe

Benedizioni di Giacobbe (gen 49,1-28)

49:1 Quindi Giacobbe chiamò i figli e disse: "Radunatevi, perchè io vi annunci quello che vi accadrà nei tempi futuri. 2 Radunatevi e ascoltate, figli di Giacobbe, ascoltate Israele, vostro padre! 3 Ruben, tu sei il mio primogenito, il mio vigore e la primizia della mia virilità, esuberante in fierezza ed esuberante in forza! 4 Bollente come l'acqua, tu non avrai preminenza, perchè sei salito sul talamo di tuo padre, hai profanato così il mio giaciglio. 5 Simeone e Levi sono fratelli, strumenti di violenza sono i loro coltelli. 6 Nel loro conciliabolo non entri l'anima mia, al loro convegno non si unisca il mio cuore, perchè nella loro ira hanno ucciso gli uomini e nella loro passione hanno mutilato i tori. 7 Maledetta la loro ira, perchè violenta, e la loro collera, perchè crudele! Io li dividerò in Giacobbe e li disperderò in Israele. 8 Giuda, ti loderanno i tuoi fratelli; la tua mano sarà sulla cervice dei tuoi nemici; davanti a te si prostreranno i figli di tuo padre. 9 Un giovane leone è Giuda: dalla preda, figlio mio, sei tornato; si è sdraiato, si è accovacciato come un leone e come una leonessa; chi lo farà alzare? 10 Non sarà tolto lo scettro da Giuda nè il bastone del comando tra i suoi piedi, finchè verrà colui al quale esso appartiene e a cui è dovuta l'obbedienza dei popoli. 11 Egli lega alla vite il suo asinello e a una vite scelta il figlio della sua asina, lava nel vino la sua veste e nel sangue dell'uva il suo manto; 12 scuri ha gli occhi più del vino e bianchi i denti più del latte. 13 Zàbulon giace lungo il lido del mare e presso l'approdo delle navi, con il fianco rivolto a Sidone. 14 ìssacar è un asino robusto, accovacciato tra un doppio recinto. 15 Ha visto che il luogo di riposo era bello, che la terra era amena; ha piegato il dorso a portare la soma ed è stato ridotto ai lavori forzati. 16 Dan giudica il suo popolo come una delle tribù d'Israele. 17 Sia Dan un serpente sulla strada, una vipera cornuta sul sentiero, che morde i garretti del cavallo, così che il suo cavaliere cada all'indietro. 18 Io spero nella tua salvezza, Signore! 19 Gad, predoni lo assaliranno, ma anche lui li assalirà alle calcagna. 20 Aser, il suo pane è pingue: egli fornisce delizie da re. 21 Nèftali è una cerva slanciata; egli propone parole d'incanto. 22 Germoglio di ceppo fecondo è Giuseppe; germoglio di ceppo fecondo presso una fonte, i cui rami si stendono sul muro. 23 Lo hanno esasperato e colpito, lo hanno perseguitato i tiratori di frecce. 24 Ma fu spezzato il loro arco, furono snervate le loro braccia per le mani del Potente di Giacobbe, per il nome del Pastore, Pietra d'Israele. 25 Per il Dio di tuo padre: egli ti aiuti, e per il Dio l'Onnipotente: egli ti benedica! Con benedizioni del cielo dall'alto, benedizioni dell'abisso nel profondo, benedizioni delle mammelle e del grembo. 26 Le benedizioni di tuo padre sono superiori alle benedizioni dei monti antichi, alle attrattive dei colli perenni. Vengano sul capo di Giuseppe e sulla testa del principe tra i suoi fratelli! 27 Beniamino è un lupo che sbrana: al mattino divora la preda e alla sera spartisce il bottino". 28 Tutti questi formano le dodici tribù d'Israele. Questo è ciò che disse loro il padre nell'atto di benedirli; egli benedisse ciascuno con una benedizione particolare.

49:1 49:1 POI Giacobbe chiamo' i suoi figliuoli, e disse: Adunatevi, ed io vi dichiarero' cio' che vi avverra' nel tempo a venire. 2 49:2 Adunatevi e ascoltate, figliuoli di Giacobbe! proestate udienza a Israele, vostro padre. 3 49:3 RUBEN, tu sei il mio proimogenito, La mia possa, e il proincipio delle mie forze, Eccellente in dignita', ed eccellente in forza. 4 49:4 Tutto cio' e' scolato come acqua. non aver la maggioranza! Perciocche' tu salisti in sul letto di tuo padre. Allora che tu contaminasti il mio letto, tutto cio' spari'. 5 49:5 SIMEONE e LEVI son fratelli. Le loro spade sono arme di violenza. 6 49:6 Non entri l'anima mia nel lor consiglio segreto. Non uniscasi la gloria mia alla lor raunanza. Perciocche' nella loro ira hanno uccisi uomini, E hanno a lor voglia spianato il muro. 7 49:7 Maledetta sia l'ira loro, perciocche' e' stata violenta. E il furor loro, perciocche' e' stato aspro. Io li dividero' per Giacobbe, E li spargero' per Israele. 8 49:8 GIUDA, te celebreranno i tuoi fratelli. La tua mano sara' soproa il collo de' tuoi nemici. I figliuoli di tuo padre s'inchineranno a te. 9 49:9 Giuda e' un leoncello. Figliuol mio, tu sei ritornato dalla proeda. Quando egli si sara' chinato, e si sara' posto a giacere come un leone, Anzi come un gran leone, chi lo destera'? 10 49:10 Lo Scettro non sara' rimosso da Giuda, Ne' il Legislatore d'infra i piedi di esso, Finche' non sia venuto colui al quale quello appartiene. E inverso lui sara' l'ubbidienza de' popoli. 11 49:11 Egli lega il suo asinel-lo alla vite, E al tralcio della vite nobile il figlio della sua asina. Egli lava il suo vestimento nel vino, E i suoi panni nel liquor delle uve. 12 49:12 Egli ha gli occhi rosseggiaci per lo vino, E i denti bianchi per lo latte. 13 49:13 ZABULON abitera' nel porto de' mari. Egli sara' al porto delle navi. E il suo confine sara' fino a Sidon. 14 49:14 ISSACAR e' un asino ossuto, Che giace fra due sbarre. 15 49:15 E avendo egli veduto che il riposo e' cosa buona, E che il paese e' ameno, Chinera' la spalla per portar la soma, E diverra' tributario. 16 49:16 DAN giudichera' il suo popolo, Come una delle tribu' d'Israele. 17 49:17 Dan sara' una serpe in su la strada, Un colubro in sul sentiero, Il qual morde i pasturali del cavallo, Onde colui che lo cavalca cade indietro. 18 49:18 O Signore, io ho aspettata la tua salute. 19 49:19 Quant'e' a GAD, schiere lo scorreranno. Ma egli in iscambio scorrera' altri. 20 49:20 Dal paese di ASER procedera' la grascia della sua vittuaglia, Ed esso produrra' delizie reali. 21 49:21 NEFTALI e' una cerva sciolta. Egli proferisce belle parole. 22 49:22 GIUSEPPE e' un ramo di una vite fruttifera, Un ramo di una vite fruttifera approesso ad una fonte, I cui rampolli si distendono lungo il muro. 23 49:23 E benchà egli sia stato amaramente afflitto, E che degli arcieri l'abbiano saettato e nimicato. 24 49:24 Pur e' dimorato l'arco suo nella sua forza. E le sue braccia e le sue mani si son rinforzate, Per l'aiuto del Possente di Giacobbe: Quindi egli e' stato il pastore, la pietra d'Israele, 25 49:25 Cio' e' proceduto dall'Iddio di tuo padre, il quale ancora ti aiutera'. E dall'Onnipotente, il quale ancora ti benedira' Delle benedizioni del cielo di soproa, Delle benedizioni dell'abisso che giace disotto, Delle benedizioni delle mammelle e della matrice. 26 49:26 Le benedizioni di tuo padre Hanno avanzate le benedizioni de' miei genitori, E son giunte fino al sommo de' colli eterni. Esse saranno soproa il capo di Giuseppe, E soproa la sommita' del capo di lui, Ch'e' stato messo da parte d'infra i suoi fratelli. 27 49:27 BENIAMINO e' un lupo rapace. La mattina egli divorera' la proeda, E in su la sera partira' le spoglie. 28 49:28 Tutti costoro sono i capi delle dodici tribu' d'Israele. e questo e' quello che il padre loro disse loro, quando li benedisse, benedicendo ciascuno di essi secondo la sua proproia benedizione.

49:1 49:1 Poi Giacobbe chiamo' i suoi figliuoli, e disse: 'Adunatevi, e vi annunziero' cio' che vi avverra' ne' giorni a venire. 2 49:2 Adunatevi e ascoltate, o figliuoli di Giacobbe! Date ascolto a Israele, vostro padre! 3 49:3 Ruben, tu sei il mio proimogenito, la mia forza, la proimizia del mio vigore, eminente in dignita' ed eminente in forza. 4 49:4 Impetuoso come l'acqua, tu non avrai la proeeminenza, perchè sei salito sul letto di tuo padre. Allora tu l'hai profanato. Egli e' salito sul mio letto. 5 49:5 Simeone e Levi sono fratelli: le loro spade sono strumenti di violenza. 6 49:6 Non entri l'anima mia nel loro consiglio segreto, non si unisca la mia gloria alla loro raunanza! Poichè nella loro ira hanno ucciso degli uomini, e nel loro mal animo han tagliato i garetti ai tori. 7 49:7 Maledetta l'ira loro, perch'e' stata violenta, e il loro furore perch'e' stato crudele! Io li dividero' in Giacobbe, e li disperdero' in Israele. 8 49:8 Giuda, te loderanno i tuoi fratelli. la tua mano sara' sulla cervice de' tuoi nemici. i figliuoli di tuo padre si prostreranno dinanzi a te. 9 49:9 Giuda e' un giovine leone. tu risali dalla proeda, fi-gliuol mio. egli si china, s'accovaccia come un leone, come una leonessa: chi lo fara' levare? 10 49:10 Lo scettro non sara' rimosso da Giuda, nè il bastone del comando di fra i suoi piedi, finchè venga Colui che dara' il riposo, e al quale ubbidiranno i popoli. 11 49:11 Egli lega il suo asinel- 10 alla vite, e il puledro della sua asina, alla vite migliore. lava la sua veste col vino, e 11 suo manto col sangue dell'uva. 12 49:12 Egli ha gli occhi rossi dal vino, e i denti bianchi dal latte. 13 49:13 Zabulon abitera' sulla costa dei mari. sara' sulla costa ove convengon le navi, e il suo fianco s'appoggera' a Sidon. 14 49:14 Issacar e' un asino robusto, sdraiato fra i tramezzi del chiuso. 15 49:15 Egli ha visto che il riposo e' buono, e che il paese e' ameno. ha curvato la spalla per portare il peso, ed e' divenuto un servo forzato al lavoro. 16 49:16 Dan giudichera' il suo popolo, come una delle tribu' d'Israele. 17 49:17 Dan sara' una serpe sulla strada, una cerasta sul sentiero, che morde i talloni del cavallo, si' che il cavaliere cade all'indietro. 18 49:18 Io ho aspettato la tua salvezza, o Eterno! 19 49:19 Gad, l'assaliranno delle bande armate, ma egli a sua volta le assalira', e le inseguira'. 20 49:20 Da Ascer verra' il pane saporito, ed ei fornira' delizie reali. 21 49:21 Neftali e' una cerva messa in liberta'. egli dice delle belle parole. 22 49:22 Giuseppe e' un ramo d'albero fruttifero. un ramo d'albero fruttifero vicino a una sorgente. i suoi rami si stendono soproa il muro. 23 49:23 Gli arcieri l'hanno provocato, gli han lanciato dei dardi, l'hanno perseguitato. 24 49:24 ma l'arco suo e' rimasto saldo. le sue braccia e le sue mani sono state rinforzate dalle mani del Potente di Giacobbe, da colui ch'e' il pastore e la roccia d'Israele, 25 49:25 dall'Iddio di tuo padre che t'aiutera', e dall'Altissimo che ti benedira' con benedizioni del cielo di soproa, con benedizioni dell'abisso che giace di sotto, con benedizioni delle mammelle e del seno materno. 26 49:26 Le benedizioni di tuo padre sorpassano le benedizioni dei miei progenitori, fino a raggiunger la cima delle colline eterne. Esse saranno sul capo di Giuseppe, sulla fronte del proincipe de' suoi fratelli. 27 49:27 Beniamino e' un lupo rapace. la mattina divora la proeda, e la sera spartisce le spoglie'. 28 49:28 Tutti costoro sono gli antenati delle dodici tribu' d'Israele. e questo e' quello che il loro padre disse loro, quando li benedisse. Li benedisse, dando a ciascuno la sua benedizione particolare.

49:1 49:1 Poi Giacobbe chiamò i suoi figli e disse: 'Radunatevi, e vi annunzierò ciò che vi avverró nei giorni a venire. 2 49:2 Radunatevi e ascoltate, o figli di Giacobbe! Date ascolto a Israele, vostro padre! 3 49:3 Ruben, tu sei il mio proimogenito, la mia forza, la proimizia del mio vigore, eminente in dignitó ed eminente in forza. 4 49:4 Impetuoso come l'acqua, tu non avrai la proeminenza, perchè sei salito sul letto di tuo padre e hai profanato il mio letto su cui eri salito. 5 49:5 Simeone e Levi sono fratelli: le loro spade sono strumenti di violenza. 6 49:6 Non entri l'anima mia nel loro consiglio segreto, non si unisca la mia gloria al loro convegno! Perchè nella loro ira hanno ucciso degli uomini e nella loro malvagitó hanno tagliato i garretti ai tori. 7 49:7 Maledetta la loro ira, perchè è stata violenta e il loro furore perchè è stato crudele! Io li dividerò in Giacobbe e li disperderò in Israele. 8 49:8 Giuda, te loderanno i tuoi fratelli. la tua mano saró sul collo dei tuoi nemici. i figli di tuo padre si inchineranno davanti a te. 9 49:9 Giuda è un giovane leone. tu risali dalla proeda, figlio mio. egli si china, s'accovaccia come un leone, come una leonessa: chi lo faró alzare? 10 49:10 Lo scettro non saró rimosso da Giuda, nè saró allontanato il bastone del comando dai suoi piedi, finchè venga colui al quale esso appartiene e a cui ubbidiranno i popoli. 11 49:11 Egli lega il suo asinel-lo alla vite e il puledro della sua asina alla vite migliore. lava la sua veste col vino e il suo mantello col sangue dell'uva. 12 49:12 Egli ha gli occhi rossi dal vino e i denti bianchi dal latte. 13 49:13 Zabulon abiteró sulla costa dei mari. saró sulla costa dove approdano le navi, il suo fianco s'appoggeró a Sidone. 14 49:14 Issacar è un asino robusto sdraiato fra due ovili. 15 49:15 Egli ha visto che il riposo è buono e che il paese è ameno. ha curvato la spalla per portare il peso, ed è stato costretto ai lavori forzati. 16 49:16 Dan giudicheró il suo popolo, come ogni altra tribù d'Israele. 17 49:17 Dan saró una serpe sulla strada, una vipera cornuta sul sentiero, che morde i garretti del cavallo e fa cadere il cavaliere all'indietro. 18 49:18 Io aspetto la tua salvezza, o SIGNORE! 19 49:19 Gad saró assalito da bande armate, ma egli, a sua volta, le assaliró e le inseguiró. 20 49:20 Da Ascer verró il pane saporito, ed egli forniró delizie regali. 21 49:21 Neftali è una cerva messa in libertó. egli dice delle belle parole. 22 49:22 Giuseppe è un albero fruttifero. un albero fruttifero vicino a una sorgente. i suoi rami si stendono soproa il muro. 23 49:23 Gli arcieri lo hanno provocato, gli hanno lanciato frecce, lo hanno perseguitato, 24 49:24 ma il suo arco è rimasto saldo. le sue braccia e le sue mani sono state rinforzate dalle mani del Potente di Giacobbe, da colui che è il pastore e la roccia d'Israele, 25 49:25 dal Dio di tuo padre che ti aiuteró e dall'Altissimo che ti benediró con benedizioni del cielo di soproa, con benedizioni dell'abisso che giace di sotto, con benedizioni delle mammelle e del grembo materno. 26 49:26 Le benedizioni di tuo padre sorpassano le benedizioni dei miei progenitori, fino a raggiungere la cima delle colline eterne. Esse saranno sul capo di Giuseppe, sulla fronte del proincipe dei suoi fratelli. 27 49:27 Beniamino è un lupo rapace. la mattina divora la proeda e la sera spartisce le spoglie'. 28 49:28 Tutti costoro sono gli antenati delle dodici tribù d'Israele. questo è ciò che il loro padre disse loro, quando li benedisse. Li benedisse, dando a ciascuno la sua benedizione particolare.

49:1 49:1 Poi Giacobbe chiamò i suoi figli e disse: ’Radunatevi perchè io vi annunci ciò che vi accadró nei giorni a venire. 2 49:2 Radunatevi e ascoltate, o figli di Giacobbe! Date ascolto a Israele, vostro padre! 3 49:3 Ruben, tu sei il mio proimogenito, la mia forza, la proimizia del mio vigore, eminente in dignitó ed eminente in forza. 4 49:4 Impetuoso come l’acqua, tu non avrai la proeminenza, perchè sei salito sul letto di tuo padre e l’hai profanato. Egli è salito sul mio letto. 5 49:5 Simeone e Levi sono fratelli: le loro spade sono strumenti di violenza. 6 49:6 Non entri l’anima mia nel loro consiglio, non si unisca la mia gloria alla loro adunanza! Poichè nella loro ira hanno ucciso degli uomini, e nella loro caparbietó hanno tagliato i garretti ai tori. 7 49:7 Maledetta la loro ira, perchè è stata violenta, e il loro furore perchè è stato crudele! Io li dividerò in Giacobbe e li disperderò in Israele. 8 49:8 Giuda, i tuoi fratelli ti loderanno. la tua mano saró sulla nuca dei tuoi nemici. i figli di tuo padre si inchineranno davanti a te. 9 49:9 Giuda è un giovane leone. tu risali dalla proeda, figlio mio. egli si china, si accovaccia come un leone, come una leonessa. chi osa destarlo? 10 49:10 Lo scettro non saró rimosso da Giuda, nè il bastone del comando di fra i suoi piedi, finchè venga Sci-loh. e a lui ubbidiranno i popoli. 11 49:11 Egli lega il suo asinel-lo alla vite e il puledro della sua asina alla vite migliore. lava la sua veste nel vino e il suo manto nel sangue dell’uva. 12 49:12 Egli ha gli occhi lucenti per il vino e i denti bianchi per il latte. 13 49:13 Zabulon abiteró sulla costa dei mari e saró un rifugio per le navi. il suo confine si estenderó verso Sidone. 14 49:14 Issacar è un asino robusto, sdraiato fra gli ovili. 15 49:15 Egli ha visto che il riposo è buono e che il paese è gradevole. ha curvato la spalla per portare il peso ed è divenuto un servo del lavoro forzato. 16 49:16 Dan giudicheró il suo popolo, come una delle tribù d’Israele. 17 49:17 Dan saró un serpente sulla strada, un aspide sul sentiero, che morde i talloni del cavallo, sì che il cavaliere cade all’indietro. 18 49:18 Io aspetto la tua salvezza, o Eterno! 19 49:19 Gad, una banda di razziatori lo assaliró, ma egli a sua volta li assaliró alle calcagna. 20 49:20 Da Ascer verró il pane saporito ed egli forniró delizie reali. 21 49:21 Neftali è una cerva messa in libertó. egli dice delle belle parole. 22 49:22 Giuseppe è un ramo d’albero fruttifero. un ramo d’albero fruttifero vicino a una sorgente. i suoi rami corrono soproa il muro. 23 49:23 Gli arcieri l’hanno provocato, gli hanno lanciato dardi, l’hanno perseguitato. 24 49:24 ma l’arco suo è rimasto saldo. le sue braccia e le sue mani sono state rinforzate dalle mani del Potente di Giacobbe, (da colui che è il pastore e la roccia d’Israele), 25 49:25 dal Dio di tuo padre che ti aiuteró, e dall’Altissimo che ti benediró con benedizioni del cielo di soproa, con benedizioni dell’abisso che giace di sotto, con benedizioni delle mammelle e del grembo materno. 26 49:26 Le benedizioni di tuo padre sorpassano le benedizioni dei miei antenati, fino alle cime dei colli eterni. Esse saranno sul capo di Giuseppe e sulla corona di colui che fu separato dai suoi fratelli. 27 49:27 Beniamino è un lupo rapace. al mattino divora la proeda, e la sera spartisce le spoglie'. 28 49:28 Tutti questi sono le dodici tribù d’Israele. e questo è ciò che il loro padre disse loro, quando li benedisse. Li benedisse, dando a ciascuno la sua benedizione particolare.

49:1 Quindi Giacobbe chiamò i figli e disse: ""Radunatevi, perchè io vi annunzi quello che vi accadrà nei tempi futuri. 2 Radunatevi e ascoltate, figli di Giacobbe, ascoltate Israele, vostro padre! 3 Ruben, tu sei il mio primogenito, il mio vigore e la primizia della mia virilità, esuberante in fierezza ed esuberante in forza! 4 Bollente come l'acqua, tu non avrai preminenza, perchè hai invaso il talamo di tuo padre e hai violato il mio giaciglio su cui eri salito. 5 Simeone e Levi sono fratelli, strumenti di violenza sono i loro coltelli. 6 Nel loro conciliabolo non entri l'anima mia, al loro convegno non si unisca il mio cuore. Perchè con ira hanno ucciso gli uomini e con passione hanno storpiato i tori. 7 Maledetta la loro ira, perchè violenta, e la loro collera, perchè crudele! Io li dividerò in Giacobbe e li disperderò in Israele. 8 Giuda, te loderanno i tuoi fratelli; la tua mano sarà sulla cervice dei tuoi nemici; davanti a te si prostreranno i figli di tuo padre. 9 Un giovane leone è Giuda: dalla preda, figlio mio, sei tornato; si è sdraiato, si è accovacciato come un leone e come una leonessa; chi oserà farlo alzare? 10 Non sarà tolto lo scettro da Giuda nè il bastone del comando tra i suoi piedi, finchè verrà colui al quale esso appartiene e a cui è dovuta l'obbedienza dei popoli. 11 Egli lega alla vite il suo asinello e a scelta vite il figlio della sua asina, lava nel vino la veste e nel sangue dell'uva il manto; 12 lucidi ha gli occhi per il vino e bianchi i denti per il latte. 13 Zàbulon abiterà lungo il lido del mare e sarà l'approdo delle navi, con il fianco rivolto a Sidòne. 14 Issacar è un asino robusto, accovacciato tra un doppio recinto. 15 Ha visto che il luogo di riposo era bello, che il paese era ameno, ha piegato il dorso a portar la soma ed è stato ridotto ai lavori forzati. 16 Dan giudicherà il suo popolo come ogni altra tribù d'Israele. 17 Sia Dan un serpente sulla strada, una vipera cornuta sul sentiero, che morde i garretti del cavallo e il cavaliere cade all'indietro. 18 Io spero nella tua salvezza, Signore! 19 Gad, assalito da un'orda, ne attacca la retroguardia. 20 Aser, il suo pane è pingue: egli fornisce delizie da re. 21 Neftali è una cerva slanciata che dà bei cerbiatti. 22 Germoglio di ceppo fecondo è Giuseppe; germoglio di ceppo fecondo presso una fonte, i cui rami si stendono sul muro. 23 Lo hanno esasperato e colpito, lo hanno perseguitato i tiratori di frecce. 24 Ma è rimasto intatto il suo arco e le sue braccia si muovon veloci per le mani del Potente di Giacobbe, per il nome del Pastore, Pietra d'Israele. 25 Per il Dio di tuo padre - egli ti aiuti! e per il Dio onnipotente - egli ti benedica! Con benedizioni del cielo dall'alto, benedizioni dell'abisso nel profondo, benedizioni delle mammelle e del grembo. 26 Le benedizioni di tuo padre sono superiori alle benedizioni dei monti antichi, alle attrattive dei colli eterni. Vengano sul capo di Giuseppe e sulla testa del principe tra i suoi fratelli! 27 Beniamino è un lupo che sbrana: al mattino divora la preda e alla sera spartisce il bottino. 28 Tutti questi formano le dodici tribù d'Israele, questo è ciò che disse loro il padre, benedicendoli; egli benedisse ognuno con una benedizione particolare.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale