Cronologia dei paragrafi

Riforme giudiziarie
Una guerra santa
Fine del regno
Regno di Ioram
Regno di Acazia
Il delitto di Atalia
Avvento di Ioas e morte di Atalia
La riforma di Ioiad
Ioas restaura il Tempio
Decadenza di Ioas e castigo
Avvento di Amazia
Guerra contro Edom
Guerra contro Israele
Fine del regno
Prima fase del regno di Ozia
La sua potenza
Orgoglio e castigo
Regno di Iotam
1. Empità di Acaz, padre di Ezechia
L'invasione
Gli Israeliti ascoltano il profeta Oded
Peccati e morte di Acaz
Sguardo d'insieme
Purificazione del Tempio
Il sacrificio espiatorio
Ripresa del culto
Convocazione per la Pasqua
La Pasqua e gli Azzimi
Riforma del culto
Restaurazione del sacerdozio
L'invasione di Sennacherib
Parole empie di Sennacherib
Successo della preghiera di Ezechia
Riassunto del regno di Ezechia e sua morte
manasse distrugge l'opera di Ezechia
Prigionia e conversione
Irrigidimento di Amon
Sguardo d'insieme
Prime riforme
I lavori del Tempio
Scoperta della Legge
L'oracolo della profetessa
Rinnovamento dell'alleanza
Preparazione della Pasqua
La solennita
Fine tragica del regno
Ioacaz
Ioiakim
Ioiachin
Sedecia
La nazione
La rovina
Verso l'avvenire
Vittorie sui Filistei
La cerimonia del trasporto
Il servizio dei Leviti davanti all'arca
La profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Offesa agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita
Gesta contro i Filistei
Il censimento
La peste e il perdono divino
L'erezione di un altare
Preparativi per la costruzione del Tempio
Classi e funzioni dei Leviti
Le classi dei sacerdoti
I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

Riforme giudiziarie (2cr 19,4-99)

19:4 Giòsafat rimase a Gerusalemme; poi si recò di nuovo fra il suo popolo, da Bersabea alle montagne di èfraim, riportandolo al Signore, Dio dei loro padri. 5 Egli stabilì giudici nel territorio, in tutte le fortezze di Giuda, città per città. 6 Ai giudici egli raccomandò: "Guardate a quello che fate, perchè non giudicate per gli uomini, ma per il Signore, il quale sarà con voi quando pronuncerete la sentenza. 7 Ora il terrore del Signore sia con voi; nell'agire badate che nel Signore, nostro Dio, non c'è nessuna iniquità: egli non ha preferenze personali nè accetta doni". 8 Anche a Gerusalemme Giòsafat costituì alcuni leviti, sacerdoti e capifamiglia d'Israele, per il giudizio del Signore e le liti degli abitanti di Gerusalemme. 9 Egli comandò loro: "Voi agirete nel timore del Signore, con fedeltà e con cuore integro. 10 Su ogni causa che vi verrà presentata da parte dei vostri fratelli che abitano nelle loro città - si tratti di omicidio o di una questione che riguarda una legge o un comandamento o statuti o decreti - istruiteli, in modo che non si mettano in condizione di colpa davanti al Signore e il suo sdegno non si riversi su di voi e sui vostri fratelli. Agite così e non diventerete colpevoli. 11 Ecco, Amaria, sommo sacerdote, sarà vostro capo in tutte le cose del Signore, mentre Zebadia, figlio di Ismaele, capo della casa di Giuda, in tutte le cose del re; in qualità di scribi sono a vostra disposizione i leviti. Coraggio, mettetevi al lavoro. E il Signore sia con chi è buono".

19:4 19:4 E GIOSAFAT, essendo dimorato alquanto tempo in Gerusalemme, ando' di nuovo attorno fra il popolo, da Beerseba fino al monte di Efraim, e li ridusse al Signore Iddio de' lor padri. 5 19:5 E costitui' de' giudici nel paese, per tutte le citta' forti di Giuda, di citta' in citta'. 6 19:6 E disse a' giudici: Riguardate cio' che voi fate. perciocche' voi non tenete la ragione per un uomo, ma per lo Signore, il quale e' con voi negli affari della giustizia. 7 19:7 Ora dunque, sia lo spavento del Signore soproa voi. proendete guardia al dover vostro, e mettetelo ad effetto. perciocche' appo il Signore Iddio nostro non vi e' alcuna iniquita', ne' riguardo alla qualita' delle persone, ne' proendimento di proesenti. 8 19:8 Oltre a cio', Giosafat costitui' anche in Gerusalemme alcuni d'infra i Leviti, e d'infra i sacerdoti, e d'infra i capi delle famiglie paterne d'Israele, per tener la ragione del Signore, e per giudicar le liti. e si ricorreva in Gerusalemme. 9 19:9 E comando' loro che cosi' facessero nel timor del Signore, con lealta', e di cuore intiero. 10 19:10 Ed in ogni lite, che sara' portata davanti a voi da' vostri fratelli, che abitano nelle lor citta', per giudicar fra omicidio ed omicidio, fra legge e comandamento, e fra statuti e ordinazioni, chiariteli. accioc-che' non si rendano colpevoli appo il Signore, onde vi sia ira contro a voi, e contro a' vostri fratelli. fate cosi', acciocche' non vi rendiate colpevoli. 11 19:11 Or ecco il sommo sacerdote Amaria sara' proesidente fra voi in ogni affare del Signore. e Zebadia, figliuolo d'Ismaele, conduttore della Casa di Giuda, in ogni affare del re. Voi avete ancora a vostro comando gli ufficiali Leviti. proendete animo, e adoperatevi, e il Signore sara' co' buoni.

19:4 19:4 Giosafat rimase a Gerusalemme. poi fece di nuovo un giro fra il popolo, da Beer-Sceba alla contrada montuosa d'Efraim, e lo ricondusse all'Eterno, all'Iddio de' suoi padri. 5 19:5 E stabili' dei giudici nel paese, in tutte le citta' fortificate di Giuda, citta' per citta', e disse ai giudici: 6 19:6 'Badate bene a quello che fate. poichè voi amministrate la giustizia, non per servire ad un uomo ma per servire all'Eterno, il quale sara' con voi negli affari della giustizia. 7 19:7 Or dunque il timor dell'Eterno sia in voi. agite con circospezione, poichè proesso l'Eterno, ch'e' l'Iddio nostro, non v'e' nè perversita', nè riguardo a qualita' di persone, nè accettazione di doni'. 8 19:8 Giosafat, tornato che fu a Gerusalemme, stabili' anche quivi dei Leviti, dei sacerdoti e dei capi delle case patriarcali d'Israele per render giustizia nel nome dell'Eterno, e per sentenziare nelle liti. 9 19:9 E diede loro i suoi ordini, dicendo: 'Voi farete cosi', con timore dell'Eterno, con fedelta' e con cuore integro: 10 19:10 In qualunque lite che vi sia portata dinanzi dai vostri fratelli dimoranti nelle loro citta', sia che si tratti d'un omicidio o d'una legge o d'un comandamento o d'uno statuto o d'un proecetto, illuminateli, affinchè non si rendano colpevoli verso l'Eterno, e l'ira sua non piombi su voi e sui vostri fratelli. Cosi' facendo, voi non vi renderete colpevoli. 11 19:11 Ed ecco, il sommo sacerdote Amaria vi sara' proeposto per tutti gli affari che concernono l'Eterno. e Zebadia, figliuolo d'Ismaele, capo della casa di Giuda, per tutti gli affari che concernono il re. e avete a vostra disposizione dei Leviti, come magistrati. Fatevi cuore, mettetevi all'oproa, e l'Eterno sia con l'uomo dabbene!'

19:4 19:4 Giosafat rimase a Gerusalemme. poi fece di nuovo un viaggio in mezzo al popolo, da Beer-Sceba alla regione montuosa di Efraim, riconducendoli al SIGNORE, Dio dei loro padri. 5 19:5 Stabilò dei giudici nel paese, in tutte le cittó fortificate di Giuda, cittó per cittó, e disse ai giudici: 6 19:6 'Badate bene a quello che fate. poichè voi amministrate la giustizia, non per servire un uomo ma per servire il SIGNORE, il quale saró con voi negli affari della giustizia. 7 19:7 Ora, il timor del SIGNORE sia in voi. agite con proudenza, poichè proesso il SIGNORE, nostro Dio, non c'è perversitó, nè favoritismi, nè si proendono regali'. 8 19:8 Giosafat, tornato che fu a Gerusalemme, stabilò anche qui dei Leviti, dei sacerdoti e dei capi delle case patriarcali d'Israele per amministrare la giustizia del SIGNORE in caso di controversie. 9 19:9 E diede loro i suoi ordini, dicendo: 'Voi farete cosò, con timore del SIGNORE, con fedeltó e con cuore integro: 10 19:10 in qualunque causa che vi sia portata davanti dai vostri fratelli abitanti nelle loro cittó, sia che si tratti di omicidio o d'una legge o d'un comandamento o d'uno statuto o d'un proecetto, avvisateli, affinchè non si rendano colpevoli verso il SIGNORE, e l'ira sua non ricada su di voi e sui vostri fratelli. Cosò facendo, voi non vi renderete colpevoli. 11 19:11 Il sommo sacerdote Amaria vi saró proeposto per tutti gli affari che concernono il SIGNORE. e Zebadia, figlio d'Ismaele, capo della casa di Giuda, per tutti gli affari che concernono il re. e avete a vostra disposizione dei Leviti, come ufficiali. Fatevi coraggio, mettetevi all'opera, e il SIGNORE sia con chi è buono'.

19:4 19:4 Così Giosafat dimorò a Gerusalemme. poi si recò di nuovo fra il popolo, da Be-er-Sceba alla regione montuosa di Efraim, e lo riportò all’Eterno, il DIO dei suoi padri. 5 19:5 Stabilì quindi dei giudici nel paese, in tutte le cittó fortificate di Giuda, cittó per cittó, 6 19:6 e disse ai giudici: ’Badate a ciò che fate, perchè non giudicate per l’uomo ma per l’Eterno, che saró con voi quando amministrerete la giustizia. 7 19:7 Perciò ora il timore dell’Eterno sia su di voi. F a-te attenzione a ciò che fate, perchè nell’Eterno, il nostro DIO, non c?è alcuna ingiustizia, nè parzialitó, nè accettazione di doni'. 8 19:8 Anche in Gerusalemme Giosafat stabilì alcuni Leviti, sacerdoti e capi delle case paterne d’Israele per il giudizio dell’Eterno e per le varie contese. questi risiedevano a Gerusalemme. 9 19:9 Egli comandò loro dicendo: ’Voi agirete nel timore dell’Eterno, con fedeltó e con cuore integro. 10 19:10 In ogni contesa che verró portata davanti a voi da parte dei vostri fratelli che abitano nelle loro cittó, si tratti di sangue versato, oppure di offese contro la legge o un comandamento, contro statuti o decreti, avvertiteli perchè non si rendano colpevoli davanti all’Eterno, e l’ira non cada su di voi e sui vostri fratelli. Fate così e non vi renderete colpevoli. 11 19:11 Ed ecco, il sommo sacerdote Amariah saró proeposto a voi in ogni questione che riguarda l’Eterno, mentre Zebadiah figlio di Ismaele, capo della casa di Giuda, lo saró in ogni questione che riguarda il re: anche i Leviti saranno a vostra disposizione come magistrati. Siate forti e mettetevi all’opera, e l’Eterno saró con l?uomo retto'.

19:4 Se ci piomberà addosso una sciagura, una spada punitrice, una peste o una carestia, noi ci presenteremo a te in questo tempio, poichè il tuo nome è in questo tempio, e grideremo a te dalla nostra sciagura e tu ci ascolterai e ci aiuterai. 5 Ora, ecco gli Ammoniti, i Moabiti e quelli delle montagne di Seir, nelle cui terre non hai permesso agli Israeliti di entrare, quando venivano dal paese d'Egitto, e perciò si sono tenuti lontani da quelli e non li hanno distrutti, 6 ecco, ora ci ricompensano venendoci a scacciare dalla eredità che tu hai acquistata per noi. 7 Dio nostro, non ci vorrai rendere giustizia nei loro riguardi, poichè noi non abbiamo la forza di opporci a una moltitudine così grande piombataci addosso? Non sappiamo che cosa fare; perciò i nostri occhi sono rivolti a te"". 8 Tutti gli abitanti di Giuda stavano in piedi davanti al Signore, con i loro bambini, le loro mogli e i loro figli. 9 Allora lo spirito del Signore, in mezzo all'assemblea, fu su Iacaziel, figlio di Zaccaria, figlio di Benaià, figlio di Ieiel, figlio di Mattania, levita dei figli di Asaf. 10 Egli disse: ""Porgete l'orecchio, voi tutti di Giuda, abitanti di Gerusalemme e tu, re Giòsafat. Vi dice il Signore: Non temete e non spaventatevi davanti a questa moltitudine immensa perchè la guerra non è diretta contro di voi, ma contro Dio. 11 Domani, scendete contro di loro; ecco, saliranno per la salita di Ziz. Voi li sorprenderete al termine della valle di fronte al deserto di Ieruel.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia