Cronologia dei paragrafi

L'alleanza con Acab e l'intervento dei profeti
La battaglia. L'intervento di un profeta
Riforme giudiziarie
Una guerra santa
Fine del regno
Regno di Ioram
Regno di Acazia
Il delitto di Atalia
Avvento di Ioas e morte di Atalia
La riforma di Ioiad
Ioas restaura il Tempio
Decadenza di Ioas e castigo
Avvento di Amazia
Guerra contro Edom
Guerra contro Israele
Fine del regno
Prima fase del regno di Ozia
La sua potenza
Orgoglio e castigo
Regno di Iotam
1. Empità di Acaz, padre di Ezechia
L'invasione
Gli Israeliti ascoltano il profeta Oded
Peccati e morte di Acaz
Sguardo d'insieme
Purificazione del Tempio
Il sacrificio espiatorio
Ripresa del culto
Convocazione per la Pasqua
La Pasqua e gli Azzimi
Riforma del culto
Restaurazione del sacerdozio
L'invasione di Sennacherib
Parole empie di Sennacherib
Successo della preghiera di Ezechia
Riassunto del regno di Ezechia e sua morte
manasse distrugge l'opera di Ezechia
Prigionia e conversione
Irrigidimento di Amon
Sguardo d'insieme
Prime riforme
I lavori del Tempio
Scoperta della Legge
L'oracolo della profetessa
Rinnovamento dell'alleanza
Preparazione della Pasqua
La solennita
Fine tragica del regno
Ioacaz
Ioiakim
Ioiachin
Sedecia
La nazione
La rovina
Verso l'avvenire
Vittorie sui Filistei
La cerimonia del trasporto
Il servizio dei Leviti davanti all'arca
La profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Offesa agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita
Gesta contro i Filistei
Il censimento
La peste e il perdono divino
L'erezione di un altare
Preparativi per la costruzione del Tempio
Classi e funzioni dei Leviti
Le classi dei sacerdoti
I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

L'alleanza con Acab e l'intervento dei profeti (2cr 18,1-27)

18:1 Giòsafat, che aveva ricchezza e gloria in abbondanza, si imparentò con Acab. 2 Dopo alcuni anni scese da Acab a Samaria; Acab uccise per lui e per la gente del suo seguito pecore e buoi in quantità e lo persuase ad attaccare con lui Ramot di Gàlaad. 3 Acab, re d'Israele, disse a Giòsafat, re di Giuda: "Verresti con me contro Ramot di Gàlaad?". Gli rispose: "Conta su di me come su te stesso, sul mio popolo come sul tuo; sarò con te in battaglia". 4 Giòsafat disse al re d'Israele: "Consulta, per favore, oggi stesso la parola del Signore". 5 Il re d'Israele radunò i profeti, quattrocento persone, e domandò loro: "Dobbiamo andare contro Ramot di Gàlaad o devo rinunciare?". Risposero: "Attacca; Dio la metterà in mano al re". 6 Giòsafat disse: "Non c'è qui ancora un profeta del Signore da consultare?". 7 Il re d'Israele rispose a Giòsafat: "C'è ancora un uomo, per consultare tramite lui il Signore, ma io lo detesto perchè non mi profetizza il bene, ma sempre il male: è Michea, figlio di Imla". Giòsafat disse: "Il re non parli così". 8 Il re d'Israele, chiamato un cortigiano, gli ordinò: "Convoca subito Michea, figlio di Imla!". 9 Il re d'Israele e Giòsafat, re di Giuda, sedevano ognuno sul suo trono, vestiti dei loro mantelli, nello spiazzo all'ingresso della porta di Samaria; tutti i profeti profetizzavano davanti a loro. 10 Sedecìa, figlio di Chenaanà, che si era fatto corna di ferro, affermava: "Così dice il Signore: "Con queste cozzerai contro gli Aramei sino a finirli"". 11 Tutti i profeti profetizzavano allo stesso modo: "Assali Ramot di Gàlaad, avrai successo. Il Signore la metterà in mano al re". 12 Il messaggero, che era andato a chiamare Michea, gli disse: "Ecco, le parole dei profeti concordano sul successo del re; ora la tua parola sia come quella degli altri: preannuncia il successo". 13 Michea rispose: "Per la vita del Signore, annuncerò quanto il mio Dio mi dirà". 14 Si presentò al re, che gli domandò: "Michea, dobbiamo andare in guerra contro Ramot di Gàlaad o rinunciare?". Gli rispose: "Attaccàtela, avrete successo; i suoi abitanti saranno messi nelle vostre mani". 15 Il re gli disse: "Quante volte ti devo scongiurare di non dirmi altro se non la verità nel nome del Signore?". 16 Egli disse: "Vedo tutti gli Israeliti vagare sui monti come pecore che non hanno pastore. Il Signore dice: "Questi non hanno padrone; ognuno torni a casa sua in pace!"". 17 Il re d'Israele disse a Giòsafat: "Non te l'avevo detto che costui non mi profetizza il bene, ma solo il male?". 18 Michea disse: "Perciò, ascoltate la parola del Signore. Io ho visto il Signore seduto sul trono; tutto l'esercito del cielo stava alla sua destra e alla sua sinistra. 19 Il Signore domandò: "Chi ingannerà Acab, re d'Israele, perchè salga contro Ramot di Gàlaad e vi perisca?". Chi rispose in un modo e chi in un altro. 20 Si fece avanti uno spirito che, presentatosi al Signore, disse: "Lo ingannerò io". "Come?", gli domandò il Signore. 21 Rispose: "Andrò e diventerò spirito di menzogna sulla bocca di tutti i suoi profeti". Gli disse: "Lo ingannerai; certo riuscirai: va' e fa' così". 22 Ecco, dunque, il Signore ha messo uno spirito di menzogna sulla bocca di questi tuoi profeti, ma il Signore a tuo riguardo parla di sciagura". 23 Allora Sedecìa, figlio di Chenaanà, si avvicinò e percosse Michea sulla guancia dicendo: "Per quale via lo spirito del Signore è passato da me per parlare a te?". 24 Michea rispose: "Ecco, lo vedrai nel giorno in cui passerai di stanza in stanza per nasconderti". 25 Il re d'Israele disse: "Prendete Michea e conducetelo da Amon, governatore della città, e da Ioas, figlio del re. 26 Direte loro: "Così dice il re: Mettete costui in prigione e nutritelo con il minimo di pane e di acqua finchè tornerò in pace"". 27 Michea disse: "Se davvero tornerai in pace, il Signore non ha parlato per mezzo mio". E aggiunse: "Popoli tutti, ascoltate!".

18:1 18:1 ORA Giosafat, avendo di gran ricchezze e gloria, s'imparento' con Achab, 2 18:2 e in capo di alquanti anni egli ando' ad Achab in Samaria. Ed Achab fece ammazzar pecore e buoi, in grandissimo numero, per lui, e per la gente ch'era con lui. e l'indusse ad andar contro a Ramot di Galaad. 3 18:3 Ed Achab, re d'Israele, disse a Giosafat, re di Giuda: Andrai tu meco contro a Ramot di Galaad? Ed egli gli disse: Fa' conto di me come di te, e della mia gente come della tua. noi saremo teco in questa guerra. 4 18:4 Poi Giosafat disse al re d'Israele: Deh! domanda oggi la parola del Signore. 5 18:5 E il re d'Israele aduno' i profeti, in numero di quat-trocent'uomini, e disse loro: Andremo noi alla guerra contro a Ramot di Galaad, o me ne rimarro' io? Ed essi dissero: Va'. perciocche' Iddio la dara' nelle mani del re. 6 18:6 Ma Giosafat disse: Non evvi qui piu' alcun profeta del Signore, il quale domandiamo? 7 18:7 E il re d'Israele disse a Giosafat: Ei vi e' bene ancora un uomo, per lo quale potremmo domandare il Signore. ma io l'odio. per-ciocche' egli non mi profetizza giammai in bene, ma semproe in male. egli e' Mica, figliuolo d'Imla. E Giosafat disse: Il re non dica cosi'. 8 18:8 Allora il re d'Israele chiamo' un eunuco, e gli disse: Fa' proestamente venir Mica, figliuolo di Imla. 9 18:9 Or il re d'Israele, e Giosafat, re di Giuda, sedevano ciascuno soproa il suo seggio, vestiti di vestimenti reali, nell'aia ch 'e' all'entrata della porta di Samaria. e tutti i profeti profetizzavano in proesenza loro. 10 18:10 E Sedechia, figliuolo di Chenaana, si avea fatte delle corna di ferro, e disse: Cosi' ha detto il Signore: Con queste corna tu cozzerai i Sirii, finche' tu li abbi distrutti. 11 18:11 E tutti quei profeti profetizzavano in quella stessa maniera, dicendo: Sali contro a Ramot di Ga-laad, e tu prospererai. e il Signore la dara' nelle mani del re. 12 18:12 Or il messo ch'era andato a chiamar Mica, gli parlo', dicendo: Ecco, le parole de' profeti, come d'una medesima bocca, proedicono del bene al re. deh! sia dunque il tuo parlare conforme al parlare dell'uno di essi, proedicig/i del bene. 13 18:13 Ma Mica disse: Come il Signore vive, io diro' cio' che l'Iddio mio mi avra' detto. 14 18:14 Egli adunque venne al re. E il re gli disse: Mica, andremo noi alla guerra contro a Ramot di Galaad, o me ne rimarro' io? Ed egli gli disse: Andate pure, e voi prospererete, ed essi vi saranno dati nelle mani. 15 18:15 E il re gli disse: Fino a quante volte ti scongiurero' io, che tu non mi dica altro che la verita' nel Nome del Signore? 16 18:16 Allora egli disse: Io vedeva tutto Israele sparso su per li monti, come pecore che non hanno pastore. E il Signore diceva: Costoro son senza signore. ritornisene ciascuno a casa sua in pace. 17 18:17 E il re d'Israele disse a Giosafat: Non ti dissi io ch'egli non mi profetizzerebbe bene alcuno, anzi del male? 18 18:18 E Mica disse: Percio', ascoltate la parola del Signore: Io vedeva il Signore assiso soproa il suo trono, e tutto l'esercito del cielo, che gli stava approesso a destra ed a sinistra. 19 18:19 E il Signore diceva: Chi indurra' Achab, re d'Israele, acciocche' salga contro a Ramot di Galaad, e vi muoia? Poi Mica disse: L'uno diceva in una maniera, e l'altro in un'altra. 20 18:20 Allora uno spirito usci' fuori, e si proesento' davanti al Signore, e disse: Io ce l'indurro'. E il Signore gli disse: Come? 21 18:21 Ed egli disse: Io usciro' fuori, e saro' spirito di menzogna nella bocca di tutti i suoi profeti. E il Signore disse: Si', tu l'indurrai, ed anche ne verrai a capo. esci pur fuori, e fa' cosi'. 22 18:22 Ora dunque, ecco, il Signore ha messo uno spirito di menzogna nella bocca di questi tuoi profeti. ma il Signore ha pronunziato del male contro a te. 23 18:23 Allora Sedechia, figliuolo di Chenaana, si fece avanti, e percosse Mica in su la guancia, e disse: Per qual via si e' partito lo Spirito del Signore da me, per parlar teco? 24 18:24 E Mica disse: Ecco, tu il vedrai al giorno che tu te n'entrerai di camera in camera, per appiattarti. 25 18:25 E il re d'Israele disse: Pigliate Mica, e menatelo ad Amon, capitano della citta', ed a Gioas, figliuolo del re. 26 18:26 E dite loro: Cosi' ha detto il re: Mettete costui in proigione, e cibatelo di pane e d'acqua, strettamente, fin-che' io ritorni in pace. 27 18:27 E Mica disse: Se pur tu ritorni in pace, il Signore non avra' parlato per me. Poi disse: Voi popoli tutti, ascoltate.

18:1 18:1 Giosafat ebbe ricchezze e gloria in abbondanza, e contrasse parentela con A-chab. 2 18:2 In capo a qualche anno, scese a Samaria da A-chab. e Achab fece uccidere per lui e per la gente ch'era con lui un gran numero di pecore e di buoi, e lo indusse a salir seco contro Ra-moth di Galaad. 3 18:3 Achab, re d'Israele, disse a Giosafat, re di Giuda: 'Vuoi venire con me a Ramoth di Galaad?' Giosafat gli rispose: 'Fa' conto di me come di te stesso, della mia gente come della tua, e verremo con te alla guerra'. 4 18:4 E Giosafat disse al re d'Israele: 'Ti proego, consulta oggi la parola dell'Eterno'. 5 18:5 Allora il re d'Israele raduno' i profeti, in numero di quattrocento, e disse loro: 'Dobbiam noi andare a far guerra a Ramoth di Galaad, o no?' Quelli risposero: 'Va', e Dio la dara' nelle mani del re'. 6 18:6 Ma Giosafat disse: 'Non v'ha egli qui alcun altro profeta dell'Eterno da poter consultare?' 7 18:7 Il re d'Israele rispose a Giosafat: 'V'e' ancora un uomo per mezzo del quale si potrebbe consultare l'Eterno. ma io l'odio perchè non mi proedice mai nulla di buono, ma semproe del male: e' Micaiah, figliuolo d'Imla'. E Giosafat disse: 'Il re non dica cosi''. 8 18:8 Allora il re d'Israele chiamo' un eunuco, e gli disse: 'Fa' venir proesto Mi-caiah, figliuolo d'Imla'. 9 18:9 Or il re d'Israele e Giosafat, re di Giuda, sedevano ciascuno sul suo trono, vestiti de' loro abiti reali, nell'aia ch'e' all'ingresso della porta di Samaria. e tutti i profeti profetavano dinanzi ad essi. 10 18:10 Sedekia, figliuolo di Kenaana, s'era fatto delle corna di ferro, e disse: 'Cosi' dice l'Eterno: - Con queste corna darai di cozzo ne' Siri finchè tu li abbia completamente distrutti'. 11 18:11 E tutti i profeti profetavano nello stesso modo, dicendo: 'Sali contro Ramoth di Galaad, e vincerai. l'Eterno la dara' nelle mani del re'. 12 18:12 Or il messo ch'era andato a chiamar Micaiah, gli parlo' cosi': 'Ecco, i profeti tutti, ad una voce, proedicono del bene al re. ti proego, sia il tuo parlare come quello d'ognun d'essi, e proedici del bene!' 13 18:13 Ma Micaiah rispose: 'Com'e' vero che l'Eterno vive, io diro' quel che l'Eterno mi dira''. 14 18:14 E, come fu giunto dinanzi al re, il re gli disse: 'Micaiah, dobbiamo noi andare a far guerra a Ramoth di Galaad, o no?' Quegli rispose: 'Andate pure, e vincerete. i nemici saranno dati nelle vostre mani'. 15 18:15 E il re gli disse: 'Quante volte dovro' io scongiurarti di non dirmi se non la verita' nel nome dell'Eterno?' 16 18:16 Micaiah rispose: 'Ho veduto tutto Israele disperso su per i monti, come pecore che non hanno pastore. e l'Eterno ha detto: - Questa gente non ha padrone. se ne torni ciascuno in pace a casa sua'. - 17 18:17 E il re d'Israele disse a Giosafat: 'Non te l'ho io detto che costui non mi proedirebbe nulla di buono, ma soltanto del male?' 18 18:18 E Micaiah replico': 'Percio' ascoltate la parola dell'Eterno. Io ho veduto l'Eterno che sedeva sul suo trono, e tutto l'esercito celeste che gli stava a destra e a sinistra. 19 18:19 E l'Eterno disse: -Chi sedurra' Achab, re d'Israele, affinchè salga a Ramoth di Galaad e vi perisca? - E uno rispose in un modo e l'altro in un altro. 20 18:20 Allora si fece avanti uno spirito, il quale si proesento' dinanzi all'Eterno, e disse: - Lo sedurro' io. -L'Eterno gli disse: - E come? - 21 18:21 Quegli rispose: - Io usciro', e saro' spirito di menzogna in bocca a tutti i suoi profeti. - L'Eterno gli disse: - Si', riuscirai a sedurlo. esci, e fa' cosi'. - 22 18:22 Ed ora ecco che l'Eterno ha posto uno spirito di menzogna in bocca a questi tuoi profeti. ma l'Eterno ha pronunziato del male contro di te'. 23 18:23 Allora Sedekia, figliuolo di Kenaana, si accosto', diede uno schiaffo a Micaiah, e disse: 'Per dove e' passato lo spirito dell'Eterno quand'e' uscito da me per parlare a te?' 24 18:24 Micaiah rispose: 'Lo vedrai il giorno che andrai di camera in camera per nasconderti ! ' 25 18:25 E il re d'Israele disse ai suoi servi: 'proendete Mi-caiah, menatelo da Amon, governatore della citta', e da Joas, figliuolo del re, 26 18:26 e dite loro: - Cosi' dice il re: Mettete costui in proigione, nutritelo di pan d'afflizione e d'acqua d'afflizione, finch'io ritorni sano e salvo'. 27 18:27 E Micaiah disse: 'Se tu ritorni sano e salvo, non sara' l'Eterno quegli che avra' parlato per bocca mia'. E aggiunse: 'Udite questo, o voi, popoli tutti! '

18:1 18:1 Giosafat ebbe ricchezze e gloria in abbondanza, e contrasse parentela con Acab. 2 18:2 Dopo qualche anno scese a Samaria da Acab. e Acab fece uccidere per lui e per la gente che era con lui un gran numero di pecore e buoi, e lo convinse a marciare con lui contro Ramot di Galaad. 3 18:3 Acab, re d'Israele, disse a Giosafat, re di Giuda: 'Vuoi venire con me a Ramot di Galaad?'. Giosafat gli rispose: 'Conta su di me come su te stesso, sulla mia gente come sulla tua, e verremo con te alla guerra'. 4 18:4 E Giosafat disse al re d'Israele: 'Ti proego, consulta oggi la parola del SIGNORE'. 5 18:5 Allora il re d'Israele radunò i profeti, in numero di quattrocento, e disse loro: 'Dobbiamo andare a far guerra a Ramot di Galaad, o no?'. Quelli risposero: 'Vó, e Dio la daró nelle mani del re'. 6 18:6 Ma Giosafat disse: 'Non c'è qui nessun altro profeta del SIGNORE da poter consultare?'. 7 18:7 Il re d'Israele rispose a Giosafat: 'C'è ancora un uomo per mezzo del quale si potrebbe consultare il SIGNORE. ma io lo odio perchè non mi proedice mai nulla di buono, ma semproe del male: è Micaia, figlio d'Im-la'. E Giosafat disse: 'Non dica cosò il re'. 8 18:8 Allora il re d'Israele chiamò un eunuco, e gli disse: 'Fó subito venire Mi-caia, figlio d'Imla'. 9 18:9 Il re d'Israele e Giosa-fat, re di Giuda, sedevano ciascuno sul suo trono, vestiti dei loro abiti regali, nell'aia che è all'ingresso della porta di Samaria. tutti i profeti profetizzavano davanti a loro. 10 18:10 Sedechia, figlio di Chenaana, si era fatto delle corna di ferro, e disse: 'Cosò dice il SIGNORE: ""Con queste corna colpirai i Siri finchè tu li abbia completamente distrutti""'. 11 18:11 E tutti i profeti profetizzavano nello stesso modo, dicendo: 'Sali contro Ramot di Galaad, e vincerai. il SIGNORE la daró nelle mani del re'. 12 18:12 Il messaggero che era andato a chiamare Micaia, gli parlò cosò: 'Tutti i profeti, a una voce, proedicono del bene al re. ti proego, le tue parole siano concordi con le loro, e proedici del bene!'. 13 18:13 Ma Micaia rispose: 'Com'è vero che il SIGNORE vive, io dirò quel che il SIGNORE mi diró'. 14 18:14 Quando giunse davanti al re, il re gli disse: 'Micaia, dobbiamo andare a far guerra a Ramot di Gala-ad, o no?'. Egli rispose: 'Andate pure, e vincerete. i nemici saranno dati nelle vostre mani'. 15 18:15 Il re gli disse: 'Quante volte dovrò scongiurarti di non dirmi altro che la veritó nel nome del SIGNORE?'. 16 18:16 Micaia rispose: 'Ho visto tutto Israele disperso su per i monti, come pecore che non hanno pastore. e il SIGNORE ha detto: ""Questa gente non ha padrone. se ne torni ciascuno in pace a casa sua""'. 17 18:17 Il re d'Israele disse a Giosafat: 'Non te l'avevo detto che costui non mi avrebbe proedetto nulla di buono, ma soltanto del male?'. 18 18:18 Micaia replicò: 'Perciò ascoltate la parola del SIGNORE. Io ho visto il SIGNORE seduto sul suo trono, e tutto l'esercito del cielo che gli stava a destra e a sinistra. 19 18:19 E il SIGNORE disse: ""Chi sedurró Acab, re d'Israele, affinchè salga contro Ramot di Galaad e vi perisca?"". Ci fu chi rispose in un modo e chi rispose in un altro. 20 18:20 Allora si fece avanti uno spirito, il quale si proesentò davanti al SIGNORE, e disse: ""Lo sedurrò io"". Il SIGNORE gli disse: ""E come?"". 21 18:21 Quello rispose: ""Io uscirò, e sarò spirito di menzogna in bocca a tutti i suoi profeti"". Il SIGNORE gli disse: ""Sò, riuscirai a sedurlo. esci, e fó cosò"". 22 18:22 E ora, ecco, il SIGNORE ha messo uno spirito di menzogna in bocca a questi tuoi profeti. ma il SIGNORE ha pronunziato del male contro di te'. 23 18:23 Allora Sedechia, figlio di Chenaana, si accostò, diede uno schiaffo a Micaia, e disse: 'Per dove è passato lo Spirito del SIGNORE quand'è uscito da me per parlare a te?'. 24 18:24 Micaia rispose: 'Lo vedrai il giorno che andrai di camera in camera per nasconderti!'. 25 18:25 Il re d'Israele disse: 'proendete Micaia, portatelo da Amon, governatore della cittó, e da Ioas, figlio del re, 26 18:26 e dite loro: ""Cosò dice il re: Rinchiudete costui in proigione, nutritelo di pane d'afflizione e d'acqua d'afflizione finchè io torni sano e salvo""'. 27 18:27 Micaia disse: 'Se tu torni sano e salvo, non è stato il SIGNORE che ha parlato per bocca mia'. E aggiunse: 'Udite questo, popoli tutti!'.

18:1 18:1 Giosafat ebbe grandi ricchezze e gloria e si imparentò con Achab. 2 18:2 Dopo alcuni anni egli scese a Samaria da Achab. Allora Achab fece uccidere per lui e per la gente che era con lui un gran numero di pecore e di buoi e lo persuase a salire con lui contro Ramoth di Galaad. 3 18:3 Così Achab, re d’Israele, disse a Giosafat, re di Giuda: ’Verresti con me contro Ramoth di Galaad?'. Giosafat gli rispose: ’Conta su di me come su te stesso, sulla mia gente come sulla tua. verremo con te alla guerra'. 4 18:4 Poi Giosafat disse al re d’Israele: ’Ti proego, consulta oggi stesso la parola dell’Eterno'. 5 18:5 Allora il re d’Israele convocò i profeti, quattrocento uomini, e disse loro: ’Dobbiamo andare a combattere contro Ramoth di Galaad, oppure devo rinunciarvi?'. Quelli risposero: ’Vó pure, perchè DIO la daró nelle mani del re'. 6 18:6 Ma Giosafat disse: ’Non c?è qui un altro profeta dell’Eterno che possiamo consultare?'. 7 18:7 Il re d’Israele rispose a Giosafat: ’C?è ancora un uomo, Mikaiah, figlio di Imla, per mezzo del quale si potrebbe consultare l’Eterno. io però lo odio perchè non profetizza mai nulla di buono nei miei confronti, ma soltanto del male'. Gio-safat disse: ’Il re non parli così'. 8 18:8 Allora il re d’Israele chiamò un eunuco e gli disse: ’Fó venire subito Mi-kaiah, figlio di Imla'. 9 18:9 Or il re d’Israele e Gio-safat, re di Giuda, sedevano ciascuno sul suo trono, vestiti dei loro abiti reali. essi erano seduti nell’aia che si trova all’ingresso della porta di Samaria. e tutti i profeti profetizzavano davanti a loro. 10 18:10 Sedekia, figlio di Ke-naanah, che si era fatto delle corna di ferro, disse: ’Così dice l’Eterno: ""Con queste corna trafiggerai i Siri fino a distruggerli completamente""'. 11 18:11 Tutti i profeti profetizzavano allo stesso modo, dicendo: ’Sali contro Ramoth di Galaad e riuscirai, perchè l’Eterno la daró nelle mani del re'. 12 18:12 Il messaggero, che era andato a chiamare Mi-kaiah, gli parlò, dicendo: ’Ecco, le parole dei profeti sono concordi nel dichiarare cose buone al re. ti proego quindi che la tua parola sia come la parola di ognuno di loro. dichiara anche tu cose buone'. 13 18:13 Ma Mikaiah rispose: ’Come è vero che l’Eterno vive, qualunque cosa il mio DIO diró io la dichiarerò'. 14 18:14 Come giunse davanti al re, il re gli disse: ’Mi-kaiah, dobbiamo andare a combattere contro Ramoth di Galaad, oppure devo rinunciarvi?'. Egli rispose: ’Andate pure e riuscirete, perchè essi saranno dati nelle vostre mani'. 15 18:15 Allora il re gli disse: ’Quante volte ti devo scongiurare di non dirmi se non la veritó nel nome dell’Eterno?'. 16 18:16 Mikaiah rispose: ’Ho visto tutto Israele disperso sui monti, come pecore che non hanno pastore. e l’Eterno ha detto: ""Essi non hanno più padrone. se ne torni ciascuno in pace a casa sua""'. 17 18:17 Il re d’Israele disse a Giosafat: ’Non ti avevo io detto che nei miei confronti costui non avrebbe profetizzato nulla di buono, ma soltanto del male?'. 18 18:18 Allora Mikaiah disse: ’Perciò ascolta la parola dell’Eterno. Io ho visto l’Eterno assiso sul suo trono, mentre tutto l’esercito celeste stava alla sua destra e alla sua sinistra. 19 18:19 L’Eterno disse: ""Chi sedurró Achab, re d’Israele, perchè salga e perisca a Ramoth di Galaad?"". Chi rispose in un modo e chi in un altro. 20 18:20 Allora si fece avanti uno spirito che si proesentò davanti all’Eterno e disse: ""Lo sedurrò io"". L’Eterno gli disse: ""In che modo?"". 21 18:21 Egli rispose: ""Io uscirò e sarò spirito di menzogna in bocca a tutti i suoi profeti"". L?Eterno gli disse: ""Riuscirai certamente a sedurlo. vó e fó così"". 22 18:22 Perciò ecco, l’Eterno ha posto uno spirito di menzogna in bocca a questi tuoi profeti, ma l’Eterno pronuncia sciagura contro di te'. 23 18:23 Allora Sedekia, figlio di Kenaanah, si avvicinò e diede uno schiaffo a Mi-kaiah, e disse: ’Per dove è passato lo Spirito dell’Eterno quando è uscito da me per parlare a te?'. 24 18:24 Mikaiah rispose: ’Ecco, lo vedrai il giorno in cui andrai in una stanza interna a nasconderti!'. 25 18:25 Allora il re d’Israele disse: ’proendete Mikaiah e conducetelo da Amon, governatore della cittó, e da Joas, figlio del re, 26 18:26 e dite loro: Così dice il re: ""Mettete costui in proigione e nutritelo con pane e acqua di afflizione, finchè ritornerò sano e salvo""'. 27 18:27 Mikaiah disse: ’Se tu dovessi mai ritornare sano e salvo, significa che l’Eterno non ha parlato per mio mezzo'. E aggiunse: ’Ascoltate, o voi popoli tutti!'.

18:1 Il re di Israele disse a Giòsafat: ""Non te l'avevo forse detto che non mi avrebbe predetto nulla di buono, ma solo il male?"". 2 Michea disse: ""Pertanto, ascoltate la parola del Signore. Io ho visto il Signore seduto sul trono; tutto l'esercito celeste stava alla sua destra e alla sua sinistra. 3 Il Signore domandò: Chi ingannerà Acab re di Israele, perchè marci contro Ramot di Gàlaad e vi perisca? Chi rispose in un modo e chi in un altro. 4 Si fece avanti uno spirito che - presentatosi al Signore - disse: Io lo ingannerò. Il Signore gli domandò: Come? 5 Rispose: Andrò e diventerò uno spirito di menzogna sulla bocca di tutti i suoi profeti. Quegli disse: Lo ingannerai; certo riuscirai; vó e fó così. 6 Ecco, dunque, il Signore ha messo uno spirito di menzogna nella bocca di tutti questi tuoi profeti, ma il Signore a tuo riguardo preannunzia una sciagura"". 7 Allora Sedecia figlio di Chenaana si avvicinò e percosse Michea sulla guancia dicendo: ""Per quale via lo spirito del Signore è passato da me per venire a parlare in te?"". 8 Michea rispose: ""Ecco lo vedrai quando passerai di stanza in stanza per nasconderti"". 9 Il re di Israele disse: ""Prendete Michea e conducetelo ad Amon capo della città e a Ioas figlio del re. 10 Riferite loro: Il re ordina: Mettetelo in prigione e mantenetelo con il minimo di pane e di acqua finchè tornerò in pace"". 11 Michea disse: ""Se tu tornerai in pace, il Signore non ha parlato per mezzo mio"". 12 Il re di Israele e Giòsafat re di Giuda marciarono su Ramot di Gàlaad. 13 Il re di Israele disse a Giòsafat: ""Io mi travestirò per andare in battaglia. Tu resta con i tuoi abiti"". Il re di Israele si travestì ed entrarono in battaglia. 14 Il re di Aram aveva ordinato ai suoi capi dei carri: ""Non combattete contro nessuno, piccolo o grande, ma unicamente contro il re di Israele!"". 15 Quando i capi dei carri videro Giòsafat dissero: ""è il re di Israele!"". Lo circondarono per assalirlo; Giòsafat gridò e il Signore gli venne in aiuto e Dio li allontanò dalla sua persona. 16 Quando si accorsero che non era il re di Israele, i capi dei carri si allontanarono da lui. 17 Ma uno, teso a caso l'arco, colpì il re di Israele fra le maglie dell'armatura e la corazza. Il re disse al suo cocchiere: ""Gira, portami fuori dalla mischia, perchè sono ferito"". 18 La battaglia infuriò per tutto quel giorno; il re di Israele stette sul carro di fronte agli Aramei sino alla sera e morì al tramonto del sole. 19 Giòsafat, re di Giuda, tornò in pace a casa in Gerusalemme. 20 Il veggente Ieu, figlio di Canàni, gli andò incontro e disse a Giòsafat: ""Si doveva forse recare aiuto a un empio? Potevi dunque amare coloro che odiano il Signore? Per questo lo sdegno del Signore è contro di te. 21 Tuttavia in te si sono trovate cose buone, perchè hai bruciato i pali sacri nella regione e hai rivolto il tuo cuore alla ricerca di Dio"". 22 Giòsafat, dopo un soggiorno in Gerusalemme, si recò di nuovo fra il suo popolo da Bersabea alle montagne di Efraim, riportandolo al Signore, Dio dei loro padri. 23 Egli stabilì giudici nella regione, in tutte le fortezze di Giuda, città per città. 24 Ai giudici egli raccomandò: ""Guardate a quello che fate, perchè non giudicate per gli uomini, ma per il Signore, il quale sarà con voi quando pronunzierete la sentenza. 25 Ora il timore del Signore sia con voi; nell'agire badate che nel Signore nostro Dio non c'è nessuna iniquità; egli non ha preferenze personali nè accetta doni"". 26 Anche in Gerusalemme Giòsafat costituì alcuni leviti, sacerdoti e capifamiglia di Israele, per dirimere le questioni degli abitanti di Gerusalemme. 27 Egli comandò loro: ""Voi agirete nel timore del Signore, con fedeltà e con cuore integro.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia