Cronologia dei paragrafi

L'invasione di Zerach
L'esortazione di Azaria e l'impegno di fedeltà
Guerra con Israele
Fine del regno
La potenza di Giosafat
Il suo impegno per la legge
L'esercito
L'alleanza con Acab e l'intervento dei profeti
La battaglia. L'intervento di un profeta
Riforme giudiziarie
Una guerra santa
Fine del regno
Regno di Ioram
Regno di Acazia
Il delitto di Atalia
Avvento di Ioas e morte di Atalia
La riforma di Ioiad
Ioas restaura il Tempio
Decadenza di Ioas e castigo
Avvento di Amazia
Guerra contro Edom
Guerra contro Israele
Fine del regno
Prima fase del regno di Ozia
La sua potenza
Orgoglio e castigo
Regno di Iotam
1. Empità di Acaz, padre di Ezechia
L'invasione
Gli Israeliti ascoltano il profeta Oded
Peccati e morte di Acaz
Sguardo d'insieme
Purificazione del Tempio
Il sacrificio espiatorio
Ripresa del culto
Convocazione per la Pasqua
La Pasqua e gli Azzimi
Riforma del culto
Restaurazione del sacerdozio
L'invasione di Sennacherib
Parole empie di Sennacherib
Successo della preghiera di Ezechia
Riassunto del regno di Ezechia e sua morte
manasse distrugge l'opera di Ezechia
Prigionia e conversione
Irrigidimento di Amon
Sguardo d'insieme
Prime riforme
I lavori del Tempio
Scoperta della Legge
L'oracolo della profetessa
Rinnovamento dell'alleanza
Preparazione della Pasqua
La solennita
Fine tragica del regno
Ioacaz
Ioiakim
Ioiachin
Sedecia
La nazione
La rovina
Verso l'avvenire
Vittorie sui Filistei
La cerimonia del trasporto
Il servizio dei Leviti davanti all'arca
La profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Offesa agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita
Gesta contro i Filistei
Il censimento
La peste e il perdono divino
L'erezione di un altare
Preparativi per la costruzione del Tempio
Classi e funzioni dei Leviti
Le classi dei sacerdoti
I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

L'invasione di Zerach (2cr 14,8-99)

14:8 Contro di loro marciò Zerach, l'Etiope, con un milione di soldati e con trecento carri; egli giunse fino a Maresà. 9 Asa gli andò incontro; si schierarono a battaglia nella valle di Sefatà, presso Maresà. 10 Asa domandò al Signore, suo Dio: "Signore, nessuno come te può soccorrere nella lotta fra il potente e chi è senza forza. Soccorrici, Signore nostro Dio, perchè noi confidiamo in te e nel tuo nome marciamo contro questa moltitudine. Signore, tu sei nostro Dio; un uomo non prevalga su di te!". 11 Il Signore sconfisse gli Etiopi di fronte ad Asa e di fronte a Giuda. Gli Etiopi si diedero alla fuga. 12 Asa e quanti erano con lui li inseguirono fino a Gerar. Degli Etiopi ne caddero tanti che non ne restò uno vivo, perchè fatti a pezzi di fronte al Signore e al suo esercito. Riportarono un grande bottino. 13 Conquistarono anche tutte le città intorno a Gerar, poichè il terrore del Signore si era diffuso in esse; saccheggiarono tutte le città, nelle quali c'era grande bottino. 14 Si abbatterono anche sulle tende del bestiame, facendo razzie di pecore e di cammelli in grande quantità, quindi tornarono a Gerusalemme. 15

14:8 14:9 E Zera Etiopo usci', contro a loro con un esercito di mille migliaia d'uomini, e di trecento carri. e venne fino in Maresa. 9 14:10 Ed Asa usci' incontro a lui. ed essi ordinarono la battaglia nella valle di Sefa-ta, proesso di Maresa. 10 14:11 Allora Asa grido' al Signore Iddio suo, e disse: O Signore, appo te non vi e' alcuna differenza di aiutare, cosi' chi non ha forze alcune, come chi ne ha di grandi. soccorrici, o Signore Iddio nostro. perciocche' noi ci siamo appoggiati soproa te, e nel tuo Nome siamo venuti contro a questa moltitudine. tu sei il Signore Iddio nostro. non lasciare che l'uomo proevalga contro a te. 11 14:12 Ed il Signore sconfisse gli Etiopi davanti ad Asa, e davanti a Giuda. e gli Etiopi fuggirono. 12 14:13 Ed Asa, e la gente ch'era con lui, li perseguitarono fino in Gherar. e morirono tanti Etiopi ch'essi non si poterono piu' ristorare. perciocche' furono rotti dal Signore, e dal suo esercito. e ne furono portate spoglie in grandissima quantita'. 13 14:14 Percossero anche tutte le citta' ch 'erano d'intorno a Gherar. perciocche' lo spavento del Signore era soproa loro. e proedarono tutte quelle citta'. perciocche' vi era dentro una grande proeda. 14 14:15 Percossero ancora le tende delle mandre, e ne menarono pecore, e cammelli, in gran numero. Poi se ne tornarono in Gerusalemme. 15

14:8 14:8 Zerah, l'Etiopo, usci' contro di loro con un esercito d'un milione d'uomini e trecento carri, e si avanzo' fino a Maresha. 9 14:9 Asa gli mosse contro, e si disposero in ordine di battaglia nella valle di Tse-fatha proesso Maresha. 10 14:10 Allora Asa invoco' l'Eterno, il suo Dio, e disse: 'O Eterno, per te non v'e' differenza tra il dar soccorso a chi e' in gran numero, e il darlo a chi e' senza forza. soccorrici, o Eterno, o nostro Dio ! poichè su te noi ci appoggiamo, e nel tuo nome siam venuti contro questa moltitudine. Tu sei l'Eterno, il nostro Dio. non la vinca l'uomo a petto di te!' 11 14:11 E l'Eterno sconfisse gli Etiopi davanti ad Asa e davanti a Giuda, e gli Etiopi si diedero alla fuga. 12 14:12 Ed Asa e la gente ch'era con lui li inseguirono fino a Gherar. e degli Etiopi ne caddero tanti, che non ne rimase piu' uno di vivo. poichè furono rotti davanti all'Eterno e davanti al suo esercito. E Asa ed i suoi portaron via un immenso bottino. 13 14:13 e batteron tutte le citta' nei dintorni di Gherar, perchè lo spavento dell'Eterno s'era impadronito d'esse. e quelli saccheggiarono tutte le citta'. perchè v'era molto bottino. 14 14:14 fecero pure man bassa sui chiusi delle mandre, e menaron via gran numero di pecore e di cammelli. Poi tornarono a Gerusalemme. 15

14:8 14:8 Zera, l'Etiope, marciò contro di loro con un esercito di un milione d'uomini e trecento carri, e avanzò fino a Maresa. 9 14:9 Asa uscò contro di lui, e si schierarono a battaglia nella valle di Sefata proesso Maresa. 10 14:10 Allora Asa invocò il suo Dio, e disse: 'SIGNORE, per te non c'è differenza tra il dare soccorso a chi è in gran numero, e il darlo a chi è senza forza. soccorrici, SIGNORE nostro Dio! Poichè su di te noi ci appoggiamo, e nel tuo nome siamo venuti contro questa moltitudine. Tu sei il SIGNORE nostro Dio. non vinca l'uomo contro di te!'. 11 14:11 E il SIGNORE sconfisse gli Etiopi davanti ad Asa e davanti a Giuda, e gli Etiopi si diedero alla fuga. 12 14:12 Asa e la gente che era con lui li inseguirono fino a Gherar. e degli Etiopi ne caddero tanti, che non ne rimase più uno vivo. perchè furono fatti a pezzi davanti al SIGNORE e davanti al suo esercito. Poi Asa e i suoi portarono via un immenso bottino. 13 14:13 E piombarono su tutte le cittó nei dintorni di Ghe-rar, perchè lo spavento del SIGNORE si era impadronito d'esse. e quelli saccheggiarono tutte le cittó. perchè v'era molto bottino. 14 14:14 fecero pure man bassa sui chiusi delle mandrie, e condussero via gran numero di pecore e di cammelli. Poi tornarono a Gerusalemme. 15

14:8 14:8 Asa aveva un esercito di trecentomila uomini di Giuda che portavano scudo e lancia, e di duecentottan-tamila di Beniamino che portavano scudo e tiravano l’arco. tutti questi erano uomini forti e valorosi. 9 14:9 Contro di loro uscì Ze-rah, l’Etiope, con un esercito di un milione di uomini e con trecento carri e giunse fino a Mareshah. 10 14:10 Asa uscì contro di lui, e si disposero in ordine di battaglia nella valle di Tse-fathah proesso Mareshah. 11 14:11 Allora Asa gridò all’Eterno, il suo DIO e disse: ’O Eterno, non c’è nessuno all’infuori di te che possa venire in aiuto nel combattimento tra uno potente e uno che è proivo di forza. Soccorrici, o Eterno, nostro DIO, perchè noi ci appoggiamo su di te e andiamo contro questa moltitudine nel tuo nome. O Eterno, tu sei il nostro DIO. non permettere che l’uomo proevalga su di te!'. 12 14:12 Così l’Eterno colpì gli Etiopi davanti ad Asa e davanti a Giuda, e gli Etiopi si diedero alla fuga. 13 14:13 Allora Asa e la gente che era con lui li inseguirono fino a Gherar. Perciò gli Etiopi furono sconfitti, e di loro non ne rimase neppure uno vivo, perchè essi furono distrutti davanti all’Eterno e davanti al suo esercito. Ed essi portarono via un enorme bottino. 14 14:14 Poi attaccarono tutte le cittó intorno a Gherar, perchè il terrore dell’Eterno era caduto su di esse, e saccheggiarono tutte le cittó, nelle quali c’era molto bottino. 15 14:15 Assalirono pure i recinti del bestiame e portarono via gran numero di pecore e di cammelli. Poi tornarono a Gerusalemme.

14:8 Radunò tutti gli abitanti di Giuda e di Beniamino e quanti, provenienti da Efraim, da Manàsse e da Simeone, abitavano in mezzo a loro come stranieri; difatti da Israele erano venuti da lui in grande numero, avendo constatato che il Signore era con lui. 9 Si radunarono in Gerusalemme nel terzo mese dell'anno quindicesimo del regno di Asa. 10 In quel giorno sacrificarono al Signore parte della preda che avevano riportata: settecento buoi e settemila pecore. 11 Si obbligarono con un'alleanza a ricercare il Signore, Dio dei loro padri, con tutto il cuore e con tutta l'anima. 12 Per chiunque, grande o piccolo, uomo o donna, non avesse ricercato il Signore, Dio di Israele, c'era la morte. 13 Giurarono al Signore a voce alta e con acclamazioni, fra suoni di trombe e di corni. 14 Tutto Giuda gioì per il giuramento, perchè avevano giurato con tutto il cuore e avevano ricercato il Signore con tutto l'ardore e questi si era lasciato trovare da loro e aveva concesso la pace alle frontiere. 15 Il re destituì dalla sua dignità di regina Maaca, madre di Asa, perchè aveva eretto un abominio in onore di Asera. Asa demolì questo abominio, lo fece a pezzi e lo bruciò nel torrente Cedron.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia