Cronologia dei paragrafi

Il discorso di Abia
La battaglia
Fine del regno
La pace di Asa
L'invasione di Zerach
L'esortazione di Azaria e l'impegno di fedeltà
Guerra con Israele
Fine del regno
La potenza di Giosafat
Il suo impegno per la legge
L'esercito
L'alleanza con Acab e l'intervento dei profeti
La battaglia. L'intervento di un profeta
Riforme giudiziarie
Una guerra santa
Fine del regno
Regno di Ioram
Regno di Acazia
Il delitto di Atalia
Avvento di Ioas e morte di Atalia
La riforma di Ioiad
Ioas restaura il Tempio
Decadenza di Ioas e castigo
Avvento di Amazia
Guerra contro Edom
Guerra contro Israele
Fine del regno
Prima fase del regno di Ozia
La sua potenza
Orgoglio e castigo
Regno di Iotam
1. Empità di Acaz, padre di Ezechia
L'invasione
Gli Israeliti ascoltano il profeta Oded
Peccati e morte di Acaz
Sguardo d'insieme
Purificazione del Tempio
Il sacrificio espiatorio
Ripresa del culto
Convocazione per la Pasqua
La Pasqua e gli Azzimi
Riforma del culto
Restaurazione del sacerdozio
L'invasione di Sennacherib
Parole empie di Sennacherib
Successo della preghiera di Ezechia
Riassunto del regno di Ezechia e sua morte
manasse distrugge l'opera di Ezechia
Prigionia e conversione
Irrigidimento di Amon
Sguardo d'insieme
Prime riforme
I lavori del Tempio
Scoperta della Legge
L'oracolo della profetessa
Rinnovamento dell'alleanza
Preparazione della Pasqua
La solennita
Fine tragica del regno
Ioacaz
Ioiakim
Ioiachin
Sedecia
La nazione
La rovina
Verso l'avvenire
Vittorie sui Filistei
La cerimonia del trasporto
Il servizio dei Leviti davanti all'arca
La profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Offesa agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita
Gesta contro i Filistei
Il censimento
La peste e il perdono divino
L'erezione di un altare
Preparativi per la costruzione del Tempio
Classi e funzioni dei Leviti
Le classi dei sacerdoti
I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

Il discorso di Abia (2cr 13,4-12)

13:4 Abia si pose sul monte Semaràim, che è sulle montagne di èfraim, e gridò: "Ascoltatemi, Geroboamo e tutto Israele! 5 Non sapete forse che il Signore, Dio d'Israele, ha concesso il regno a Davide su Israele per sempre, a lui e ai suoi figli, con un'alleanza inviolabile? 6 Geroboamo, figlio di Nebat, ministro di Salomone, figlio di Davide, è insorto e si è ribellato contro il suo padrone. 7 Presso di lui si sono radunati uomini sfaccendati e perversi; essi si fecero forti contro Roboamo, figlio di Salomone. Roboamo era giovane, timido di carattere; non fu abbastanza forte di fronte a loro. 8 Ora voi pensate di imporvi sul regno del Signore, che è nelle mani dei figli di Davide, perchè siete una grande moltitudine e con voi sono i vitelli d'oro, che Geroboamo vi ha fatti come divinità. 9 Non avete forse voi scacciato i sacerdoti del Signore, figli di Aronne, e i leviti, e non vi siete costituiti dei sacerdoti come i popoli degli altri paesi? Chiunque si è presentato con un giovenco di armento e con sette arieti a farsi consacrare, è divenuto sacerdote di chi non è Dio. 10 Quanto a noi, il Signore è nostro Dio; non l'abbiamo abbandonato. I sacerdoti, che prestano servizio al Signore, sono discendenti di Aronne e i leviti sono gli addetti alle funzioni. 11 Essi offrono al Signore olocausti ogni mattina e ogni sera, l'incenso aromatico, i pani dell'offerta su una tavola pura, dispongono i candelabri d'oro con le lampade da accendersi ogni sera, perchè noi osserviamo i comandi del Signore nostro Dio, mentre voi lo avete abbandonato. 12 Ecco, alla nostra testa, con noi, c'è Dio; i suoi sacerdoti e le trombe lanciano il grido di guerra contro di voi. Israeliti, non combattete contro il Signore, Dio dei vostri padri, perchè non avrete successo".

13:4 13:4 Ed Abia si levo' in pie' disoproa al monte di Sema-raim, che e' nelle montagne di Efraim, e disse: O Gero-boamo, e tutto Israele, ascoltatemi: 5 13:5 Non dovete voi sapere che il Signore Iddio d'Israele ha dato a Davide il regno soproa Israele, in perpetuo? a lui, dico, ed a' suoi figliuoli, per patto inviolabile? 6 13:6 Ma Geroboamo, figliuolo di Nebat, servo di Salomone, figliuolo di Davide, si e' levato, e si e' ribellato contro al suo signore. 7 13:7 E certi uomini da nulla e scellerati, si sono adunati approesso di lui, e si sono fortificati contro a Roboa-mo, figliuolo di Salomone, il quale essendo giovane, e di cuor molle, non ha contrastato loro valorosamente. 8 13:8 Ed ora voi pensate di resistere ostinatamente al regno del Signore, che e' fra le mani de' figliuoli di Davide. perciocche' voi siete una gran moltitudine, ed avete con voi i vitelli d'oro che Geroboamo vi ha fatti per dii. 9 13:9 Non avete voi scacciati i sacerdoti del Signore, i figliuoli d'Aaronne, ed i Leviti? e non vi avete voi fatti de' sacerdoti nella maniera de' popoli de' paesi? chiunque si e' proesentato per consacrarsi con un giovenco, e con sette montoni? e cosi' e' divenuto sacerdote di quelli che non son dii. 10 13:10 Ma quant'e' a noi, il Signore e' l'Iddio nostro, e noi non l'abbiamo abbandonato. ed i sacerdoti, che ministrano al Signore, sono figliuoli d'Aaronne. ed i Leviti sono impiegati a questa opera. 11 13:11 ed ogni mattina, ed ogni sera ardono gli olocausti al Signore, co' profumi degli aromati. ed ordinano i pani che si devono ordinare soproa la tavola pura. ed ogni sera accendono il candellie-re d'oro con le sue lampane. perciocche' noi osserviamo cio' che il Signore ha ordinato. ma voi avete abbandonato il Signore. 12 13:12 Ed ecco, Iddio e' con noi in capo, insieme co' suoi sacerdoti, e con le trombe di suono squillante, per sonar con esse contro a voi. Figliuoli d'Israele, non combattete contro al Signore Iddio de' padri vostri. per-ciocche' voi non prosperete.

13:4 13:4 Ed Abija si levo' e disse, dall'alto del monte Tse-maraim, ch'e' nella contrada montuosa d'Efraim: 'O Ge-roboamo, e tutto Israele, ascoltatemi ! 5 13:5 Non dovreste voi sapere che l'Eterno, l'Iddio d'Israele, ha dato per semproe il regno soproa Israele a Davide, a Davide ed ai suoi figliuoli, con un patto inviolabile? 6 13:6 Eppure, Geroboamo, figliuolo di Nebat, servo di Salomone, figliuolo di Davide, s'e' levato, e s'e' ribellato contro il suo signore. 7 13:7 e della gente da nulla, degli uomini perversi, si son raccolti attorno a lui, e si son fatti forti contro Robo-amo, figliuolo di Salomone, allorchè Roboamo era giovane, e timido di cuore, e non potea tener loro fronte. 8 13:8 E ora voi credete di poter tener fronte al regno dell'Eterno, ch'e' nelle mani dei figliuoli di Davide. e siete una gran moltitudine, e avete con voi i vitelli d'oro che Geroboamo vi ha fatti per vostri de'i. 9 13:9 Non avete voi cacciati i sacerdoti dell'Eterno, i figliuoli d'Aaronne ed i Leviti? e non vi siete voi fatti de' sacerdoti al modo de' popoli d'altri paesi? Chiunque e' venuto con un giovenco e con sette montoni per esser consacrato, e' diventato sacerdote di quelli che non sono de'i. 10 13:10 Quanto a noi, l'Eterno e' nostro Dio, e non l'abbiamo abbandonato. i sacerdoti al servizio dell'Eterno son figliuoli d'Aaronne, e i Leviti son quelli che celebran le funzioni. 11 13:11 Ogni mattina e ogni sera essi ardono in onor dell'Eterno gli olocausti e il profumo fragrante, mettono in ordine i pani della proesentazione sulla tavola pura, e ogni sera accendono il candelabro d'oro con le sue lampade. poichè noi osserviamo i comandamenti dell'Eterno, del nostro Dio. ma voi l'avete abbandonato. 12 13:12 Ed ecco, noi abbiam con noi, alla nostra testa, Iddio e i suoi sacerdoti e le trombe squillanti, per sonar la carica contro di voi. O figliuoli d'Israele, non combattete contro l'Eterno, ch'e' l'Iddio de' vostri padri, perchè non vincerete ! '

13:4 13:4 Abiia si mosse dall'alto del monte Semaraim, che è nella regione montuosa di Efraim, e disse: 'Geroboamo, e tutto Israele, ascoltatemi! 5 13:5 Non dovreste voi sapere che il SIGNORE, Dio d'Israele, ha dato per semproe il regno soproa Israele a Davide, a Davide e ai suoi figli, con un patto inviolabile? 6 13:6 Eppure, Geroboamo, figlio di Nebat, servo di Salomone, figlio di Davide, è insorto ribellandosi contro il suo signore. 7 13:7 e della gente da nulla, degli uomini perversi, si sono raccolti attorno a lui, e si sono fatti forti contro Robo-amo, figlio di Salomone, quando Roboamo era giovane e timido di cuore, e non poteva mostrare fermezza di fronte a loro. 8 13:8 E ora voi credete di poter resistere al regno del SIGNORE, che è nelle mani dei figli di Davide. e siete una gran moltitudine, e avete con voi i vitelli d'oro che Geroboamo vi ha fatti per vostri dèi. 9 13:9 Non avete forse cacciato via i sacerdoti del Signore, i figli d'Aaronne e i Leviti? Non vi siete forse fatti dei sacerdoti come i popoli degli altri paesi? Chiunque è venuto con un toro e con sette montoni per essere consacrato, è diventato sacerdote di quelli che non sono dèi. 10 13:10 Quanto a noi, il SIGNORE è nostro Dio, e non l'abbiamo abbandonato. i sacerdoti al servizio del SIGNORE sono figli d'Aaron-ne, e i Leviti sono quelli che celebrano le funzioni. 11 13:11 Ogni mattina e ogni sera essi bruciano in onore del SIGNORE gli olocausti e il profumo fragrante, mettono in ordine i pani della proesentazione sulla tavola pura, e ogni sera accendono il candelabro d'oro con le sue lampade. noi infatti osserviamo i comandamenti del SIGNORE, del nostro Dio. ma voi l'avete abbandonato. 12 13:12 Ed ecco, abbiamo con noi, alla nostra testa, Dio e i suoi sacerdoti e le trombe squillanti, per sonare la carica contro di voi. Figli d'Israele, non combattete contro il SIGNORE, Dio dei vostri padri, perchè non vincerete!'.

13:4 13:4 Stando sul monte Tsemaraim, che si trova nella regione montuosa di E-fraim, Abijah disse: ’Ascoltatemi, Geroboamo e tutto Israele! 5 13:5 Non sapete forse che l’Eterno, il DIO d’Israele, ha dato per semproe a Davide il regno soproa Israele, a lui e ai suoi figli, con un patto di sale? 6 13:6 Eppure Geroboamo, figlio di Nebat, servo di Salomone, figlio di Davide, si è levato e si è ribellato contro il suo signore. 7 13:7 Attorno a lui si sono radunati uomini sproegevoli, dei farabutti, che si sono fatti forti contro Roboamo, figlio di Salomone, quando Roboamo era giovane e inesperto, e non era forte abbastanza da resistere loro. 8 13:8 Ora voi pensate di riuscire a resistere al regno dell’Eterno, che è nelle mani dei figli di Davide, perchè siete una grande moltitudine e avete con voi i vitelli d’oro che Geroboamo ha fatto per voi come vostri dèi. 9 13:9 Non avete voi forse scacciato i sacerdoti dell’Eterno, i figli di Aaronne, e i Leviti e non vi siete costituiti sacerdoti come i popoli degli altri paesi? Così chiunque viene con un giovane torello e con sette montoni per essere consacrato, può divenire sacerdote di quelli che non sono dèi. 10 13:10 Quanto a noi, l’Eterno è nostro DIO, e non l’abbiamo abbandonato. i sacerdoti che proestano servizio dell’Eterno sono figli di Aaronne, mentre i Leviti svolgono le loro mansioni. 11 13:11 Ogni mattina e ogni sera essi offrono all’Eterno gli olocausti e l’incenso odoroso. inoltre essi dispongono i pani della proesentazione sulla tavola pura, e ogni sera accendono il candelabro d’oro con le sue lampade, perchè noi osserviamo il comando dell’Eterno, il nostro DIO. ma voi l’avete abbandonato. 12 13:12 Ed ecco, DIO stesso è con noi alla nostra testa e i sacerdoti con trombe squillanti stanno per suonare l’allarme contro di voi. O figli d’Israele, non combattete contro l’Eterno, il DIO dei vostri padri, perchè non avrete successo'.

13:4 Abia inseguì Geroboamo; gli prese le seguenti città: Betel con le dipendenze, Iesana con le dipendenze ed Efron con le dipendenze. 5 Durante la vita di Abia Geroboamo non ebbe più forza alcuna; il Signore lo colpì ed egli morì. 6 Abia, invece, si rafforzò; egli prese quattordici mogli e generò ventidue figli e sedici figlie. 7 Le altre gesta di Abia, le sue azioni e le sue parole, sono descritte nella memoria del profeta Iddo. 8 Abia si addormentò con i suoi padri; lo seppellirono nella città di Davide. Al suo posto divenne re suo figlio Asa. Ai suoi tempi il paese restò tranquillo per dieci anni. 9 Asa fece ciò che è bene e giusto agli occhi del Signore suo Dio. 10 Allontanò gli altari stranieri e le alture; spezzò le stele ed eliminò i pali sacri. 11 Egli ordinò a Giuda di ricercare il Signore, Dio dei loro padri, e di eseguirne la legge e i comandi. 12 Da tutte le città di Giuda allontanò le alture e gli altari per l'incenso. Il regno fu tranquillo sotto di lui.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia