Cronologia dei paragrafi

Discorso di Salomone al popolo
Preghiera personale di Salomone
Preghiera per il popolo
Conclusione della preghiera
La dedicazione
Avvertimento divino
Conclusione: termine delle costruzioni
Gloria di Salomone
Morte di Salomone
Lo scisma
Attivitàdi Roboamo
I sacerdoti si schierano con Roboamo
La famiglia di Roboamo
L'infedeltà di Roboamo
La guerra
Il discorso di Abia
La battaglia
Fine del regno
La pace di Asa
L'invasione di Zerach
L'esortazione di Azaria e l'impegno di fedeltà
Guerra con Israele
Fine del regno
La potenza di Giosafat
Il suo impegno per la legge
L'esercito
L'alleanza con Acab e l'intervento dei profeti
La battaglia. L'intervento di un profeta
Riforme giudiziarie
Una guerra santa
Fine del regno
Regno di Ioram
Regno di Acazia
Il delitto di Atalia
Avvento di Ioas e morte di Atalia
La riforma di Ioiad
Ioas restaura il Tempio
Decadenza di Ioas e castigo
Avvento di Amazia
Guerra contro Edom
Guerra contro Israele
Fine del regno
Prima fase del regno di Ozia
La sua potenza
Orgoglio e castigo
Regno di Iotam
1. Empità di Acaz, padre di Ezechia
L'invasione
Gli Israeliti ascoltano il profeta Oded
Peccati e morte di Acaz
Sguardo d'insieme
Purificazione del Tempio
Il sacrificio espiatorio
Ripresa del culto
Convocazione per la Pasqua
La Pasqua e gli Azzimi
Riforma del culto
Restaurazione del sacerdozio
L'invasione di Sennacherib
Parole empie di Sennacherib
Successo della preghiera di Ezechia
Riassunto del regno di Ezechia e sua morte
manasse distrugge l'opera di Ezechia
Prigionia e conversione
Irrigidimento di Amon
Sguardo d'insieme
Prime riforme
I lavori del Tempio
Scoperta della Legge
L'oracolo della profetessa
Rinnovamento dell'alleanza
Preparazione della Pasqua
La solennita
Fine tragica del regno
Ioacaz
Ioiakim
Ioiachin
Sedecia
La nazione
La rovina
Verso l'avvenire
Vittorie sui Filistei
La cerimonia del trasporto
Il servizio dei Leviti davanti all'arca
La profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Offesa agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita
Gesta contro i Filistei
Il censimento
La peste e il perdono divino
L'erezione di un altare
Preparativi per la costruzione del Tempio
Classi e funzioni dei Leviti
Le classi dei sacerdoti
I cantori
I portieri
Altre funzioni levitiche
Organizzazione civile e militare
Istruzioni di Davide riguardanti il Tempio
Le offerte
Ringraziamento di Davide
Avvento di Salomone e morte di Davide

Discorso di Salomone al popolo (2cr 6,3-11)

6:3 Il re si voltò e benedisse tutta l'assemblea d'Israele, mentre tutta l'assemblea d'Israele stava in piedi, 4 e disse: "Benedetto il Signore, Dio d'Israele, che ha adempiuto con le sue mani quanto con la bocca ha detto a Davide, mio padre: 5 "Da quando feci uscire il mio popolo dalla terra d'Egitto, io non ho scelto una città fra tutte le tribù d'Israele per costruire una casa, perchè vi dimorasse il mio nome, e non ho scelto nessuno perchè fosse condottiero del mio popolo Israele; 6 ma ho scelto Gerusalemme perchè vi dimori il mio nome e ho scelto Davide perchè governi il mio popolo Israele". 7 Davide, mio padre, aveva deciso di costruire una casa al nome del Signore, Dio d'Israele, 8 ma il Signore disse a Davide, mio padre: "Poichè hai deciso di costruire una casa al mio nome, hai fatto bene a deciderlo; 9 solo che non costruirai tu la casa, ma tuo figlio, che uscirà dai tuoi fianchi, lui costruirà una casa al mio nome". 10 Il Signore ha attuato la parola che aveva pronunciato: sono succeduto infatti a Davide, mio padre, e siedo sul trono d'Israele, come aveva preannunciato il Signore, e ho costruito la casa al nome del Signore, Dio d'Israele. 11 Vi ho collocato l'arca, dove c'è l'alleanza che il Signore aveva concluso con gli Israeliti".

6:3 6:3 Poi il re volto' la faccia, e benedisse tutta la raunan-za d'Israele, ch'era in pie'. 4 6:4 e disse: Benedetto sia il Signore Iddio d'Israele, il quale con la sua bocca parlo' a Davide, mio padre, e con le sue mani ha adempiuto cio' ch'egli avea pronunziato, dicendo: 5 6:5 Dal giorno che io trassi il mio popolo fuor del paese di Egitto, io non ho scelta alcuna citta' d'infra tutte le tribu' d'Israele, per edificarvi una Casa, nella quale il mio Nome dimorasse. e non ho eletto uomo alcuno per esser conduttore soproa il mio popolo Israele. 6 6:6 ma io ho scelta Gerusalemme, acciocche' il mio Nome dimori quivi. ed ho eletto Davide, acciocche' egli governi il mio popolo Israele. 7 6:7 E Davide, mio padre, ebbe in cuore di edificare una Casa al nome del Signore Iddio d'Israele. 8 6:8 Ma il Signore disse a Davide, mio padre: Quant'e' a quello che tu hai avuto in cuore, di edificare una Casa al mio Nome, bene hai fatto di averlo avuto in cuore. 9 6:9 nondimeno, tu non edificherai essa Casa. anzi il tuo figliuolo che uscira' de' tuoi lombi, sara' quel ch'edifichera' la Casa al mio Nome. 10 6:10 Il Signore adunque ha attenuta la sua parola ch'egli avea pronunziata. ed io sono sorto in luogo di Davide, mio padre, e son seduto soproa il trono d'Israele, come il Signore ne avea parlato. ed ho edificata questa Casa al Nome del Signore Iddio d'Israele. 11 6:11 ed ho posta in essa l'Arca nella quale e' il Patto del Signore, che egli ha fatto co' figliuoli d'Israele.

6:3 6:3 Poi il re volto' la faccia, e benedisse tutta la raunan-za d'Israele. e tutta la rau-nanza d'Israele stava in piedi. 4 6:4 E disse: 'Benedetto sia l'Eterno, l'Iddio d'Israele, il quale di sua proproia bocca parlo' a Davide mio padre, e con la sua potenza ha adempito quel che avea dichiarata dicendo: 5 6:5 - Dal giorno che trassi il mio popolo d'Israele dal paese d'Egitto, io non scelsi alcuna citta', fra tutte le tribu' d'Israele, per edificarvi una casa, ove il mio nome dimorasse. e non scelsi alcun uomo perchè fosse proincipe del mio popolo d'Israele. 6 6:6 ma ho scelto Gerusalemme perchè il mio nome vi dimori, e ho scelto Davide per regnare sul mio popolo d'Israele. - 7 6:7 Or Davide, mio padre, ebbe in cuore di costruire una casa al nome dell'Eterno, dell'Iddio d'Israele. 8 6:8 ma l'Eterno disse a Davide mio padre: - Quanto all'aver tu avuto in cuore di costruire una casa al mio nome, hai fatto bene ad aver questo in cuore. 9 6:9 pero', non sarai tu che edificherai la casa. ma il tuo figliuolo che uscira' dalle tue viscere, sara' quegli che costruira' la casa al mio nome. 10 6:10 E l'Eterno ha adempita la parola che avea pronunziata. ed io son sorto in luogo di Davide mio padre, e mi sono assiso sul trono d'Israele, come l'Eterno aveva annunziato, ed ho costruita la casa al nome dell'Eterno, dell'Iddio d'Israele. 11 6:11 E quivi ho posto l'arca nella quale e' il patto dell'Eterno: il patto ch'egli fermo' coi figliuoli d'Israele'.

6:3 6:3 Poi il re voltò la faccia, e benedisse tutta l'assemblea d'Israele. e tutta l'assemblea d'Israele stava in piedi. 4 6:4 E disse: 'Benedetto sia il SIGNORE, Dio d'Israele, il quale di sua proproia bocca parlò a Davide mio padre, e con la sua potenza ha adempiuto quanto aveva dichiarato dicendo: 5 6:5 ""Dal giorno che feci uscire il mio popolo Israele dal paese d'Egitto, io non scelsi alcuna cittó, fra tutte le tribù d'Israele, per costruire ló una casa, dove il mio nome dimorasse. e non scelsi alcun uomo perchè fosse proincipe del mio popolo Israele. 6 6:6 ma ho scelto Gerusalemme perchè il mio nome vi dimori, e ho scelto Davide per regnare sul mio popolo Israele"". 7 6:7 Davide, mio padre, ebbe in cuore di costruire una casa al nome del SIGNORE, Dio d'Israele. 8 6:8 ma il SIGNORE disse a Davide mio padre: ""Quanto all'aver tu avuto in cuore di costruire una casa al mio nome, hai fatto bene ad avere questo in cuore. 9 6:9 però, non sarai tu che costruirai la casa. ma il figlio che usciró dai tuoi lombi, saró lui a costruire la casa al mio nome"". 10 6:10 E il SIGNORE ha adempiuto la parola che aveva pronunziata. e io sono subentrato al posto di Davide mio padre, e mi sono seduto sul trono d'Israele, come il SIGNORE aveva annunziato, e ho costruito la casa al nome del SIGNORE, Dio d'Israele. 11 6:11 Ló ho deposto l'arca, nella quale è il patto del SIGNoRe: il patto che egli stabilò con i figli d'Israele'.

6:3 6:3 Poi il re si voltò e benedisse tutta l’assemblea d’Israele, mentre tutta l’assemblea d’Israele stava in piedi. 4 6:4 E disse: ’Benedetto sia l’Eterno, il DIO d’Israele, che ha adempiuto con la sua potenza ciò che aveva promesso con la sua stessa bocca a mio padre Davide, dicendo: 5 6:5 ""Dal giorno in cui feci uscire il mio popolo d’Israele dal paese d’Egitto, io non ho scelto alcuna cittó fra tutte le tribù d’Israele, per edificarvi una casa, dove il mio nome dimorasse, e non ho scelto alcun uomo perchè fosse proincipe sul mio popolo d’Israele, 6 6:6 ma ho scelto Gerusalemme perchè il mio nome vi dimori, e ho scelto Davide perchè regnasse sul mio popolo d’Israele"". 7 6:7 Ora Davide, mio padre, aveva in cuore di costruire un tempio al nome dell’Eterno, il DIO d’Israele, 8 6:8 ma l’Eterno disse a Davide mio padre: ""Tu avevi in cuore di costruire un tempio al mio nome, e hai fatto bene ad avere questo in cuore. 9 6:9 ma non sarai tu che costruirai il tempio, saró invece il figlio che usciró dai tuoi lombi, saró lui che costruiró il tempio al mio nome"". 10 6:10 Così l’Eterno ha adempiuto la parola che aveva pronunciato, e io ho proeso il posto di Davide mio padre e mi sono seduto sul trono d’Israele, come l’Eterno aveva promesso, e ho costruito il tempio al nome dell’Eterno, il DIO d’Israele. 11 6:11 Ló ho posto l’arca, in cui si trova il patto dell’Eterno, che egli fece con i figli d’Israele'.

6:3 Ma è proprio vero che Dio abita con gli uomini sulla terra? Ecco i cieli e i cieli dei cieli non possono contenerti, tanto meno questa casa che ti ho costruita! 4 Tuttavia volgiti alla preghiera del tuo servo e alla sua supplica, Signore mio Dio; ascolta il grido e la preghiera che il tuo servo innalza a te. 5 Siano i tuoi occhi aperti verso questa casa, giorno e notte, verso il luogo dove hai promesso di porre il tuo nome, per ascoltare la preghiera che il tuo servo innalza in questo luogo. 6 Ascolta le suppliche del tuo servo e del tuo popolo Israele, quando pregheranno in questo luogo. Tu ascoltali dai cieli, dal luogo della tua dimora; ascolta e perdona! 7 Se uno pecca contro il suo prossimo e, perchè gli è imposta una maledizione, viene a giurare davanti al tuo altare in questo tempio, 8 tu ascoltalo dal cielo, intervieni e fó giustizia fra i tuoi servi; condanna l'empio, facendogli ricadere sul capo la sua condotta, e dichiara giusto l'innocente, rendendogli quanto merita la sua innocenza. 9 Quando il tuo popolo Israele sarà sconfitto dal nemico perchè ha peccato contro di te, se si convertirà e loderà il tuo nome, pregherà e supplicherà davanti a te, in questo tempio, 10 tu ascolta dal cielo, perdona il peccato del tuo popolo Israele e fallo tornare nel paese che hai concesso loro e ai loro padri. 11 Quando si chiuderà il cielo e non ci sarà pioggia perchè hanno peccato contro di te, se ti pregheranno in questo luogo, loderanno il tuo nome e si convertiranno dal loro peccato perchè tu li avrai umiliati,

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia